Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi n. 40 Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi n. 39 Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi n. 38 Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Tutti i numeri Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini ZONA FRANCA a cura di Giorgio Sciarra Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini SPUNTI a cura di Pino Minunni Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini CONTROVENTO a cura di Bastiancontrario Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini CULTURA a cura di Gabriele D'Amelj Melodia Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini STORIA E TRADIZIONI a cura di A. Caputo Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini TIME OUT a cura di Nicola Ingrosso Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini PREVENZIONE E SICUREZZA a cura di Salvatore Sergio Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
REGATA BRINDISI-CORFU' 2016
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
TITI SHIPPING
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
DISTANTE ELETTRODOMESTICI
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
ENERGEKO GAS ITALIA
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
PUNTO SNAI BRINDISI
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
ALOISIO RICAMBI BRINDISI
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
FARMACIA CAPPUCCINI
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Accorpamento Province: quale abbinamento vorreste? Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Apertura al traffico di corso Garibaldi Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Nuovo palazzetto dello sport: quando? Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Tutti i sondaggi Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Carattere A A A Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(21 febbraio 2017) - La magia di «Vacanze romane» nel Nuovo «Verdi»


Un grande appuntamento con il musical giovedì 23 febbraio (ore 20.30) al Teatro Verdi di Brindisi. In scena torna a incantare «Vacanze Romane», la favola senza tempo, meraviglioso affresco della Roma generosa e sognante del dopoguerra. Con un cast di sei attori e venti ballerini, lo spettacolo presenta i suoi protagonisti: Serena Autieri nei panni della principessa Anna, Attilio Fontana è il giornalista Gianni Velani. Un mito che non conosce limiti di alcun genere, se è vero che è una storia cult persino tra gli adolescenti giapponesi. Da più di mezzo secolo il pubblico di tutto il mondo sogna su questa meravigliosa storia d’amore. Un racconto eterno, come la città che ne fa da sfondo. La prorompente romanità dei personaggi, contrapposta all’eleganza della principessa Anna, la forza dei sentimenti puri, e le indimenticabili passeggiate in Vespa all’ombra del Colosseo continuano a raccogliere entusiasmi e consensi, a risvegliare emozioni, a portare l’incanto di Roma nel cuore degli spettatori sotto ogni latitudine. 

Tratto dal pluripremiato film diretto da William Wyler e interpretato da due leggende del cinema come Audrey Hepburn e Gregory Peck, questo quadro di Roma, che generosa e sognante riemerge dalla guerra, è l’ultima testimonianza teatrale del monumentale sodalizio artistico tra Pietro Garinei e Armando Trovajoli. La storia narra la vicenda della principessa Anna, in viaggio diplomatico a Roma, che sfinita dalle formalità e dai suoi obblighi reali decide di fuggire per i vicoli capitolini fino all’incontro con il reporter Gianni. Tra i due nasce a poco a poco una grande complicità che li porterà ad evadere dai rispettivi ruoli, nell’arco di una giornata vissuta in spensieratezza e libertà. Uno spettacolo per tutti, sempre nuovo, un inno alla bellezza di Roma e ad ogni amore che abbia il coraggio di sbocciare al di là di tutte le convenzioni.


Il Colosseo, Castel Sant’Angelo, il Pantheon, Fontana di Trevi e altri tesori storici di Roma fanno da sfondo all’evasione dei due protagonisti, bellezza dentro altra bellezza, mentre Anna si gode l’incanto seduta sulla Vespa guidata da Gianni che le canta uno dei testi che immortala la magia di quegli attimi: «Spalanca gli occhi e guarda che spettacolo, adesso ti presento Roma mia, è sogno, è fantasia, nessuno ha visto mai tesori rari come questi qua».


Nella frase di Armando Trovajoli «Te presento Roma mia» c’è la risposta a tutto. Quella Roma lì è luogo dell’anima prima ancora che luogo fisico, è rivendicazione di identità, alla fine di una guerra devastante che ha ridisegnato la scala delle priorità della vita e infuso nuova linfa nella coscienza di ognuno. Tra memoria e immaginazione, leggenda e cronaca, passione e romanità, lo spettacolo nasce con una garanzia di qualità assoluta. Sul palcoscenico, avvolto da musiche leggendarie, la magia e la bellezza dell’Italia degli anni Cinquanta rivivono grazie alle suggestioni sceniche del premio Oscar Gianni Quaranta, alle sorprendenti coreografie di Bill Goodson, il coreografo di Michael Jackson e di altri grandi artisti internazionali, e agli splendidi costumi di Silvia Frattolillo.


L’adattamento del libretto e i testi delle canzoni originali sono di Jaja Fiastri, mentre la versione italiana delle canzoni di Cole Porter è stata curata da Vincenzo Incenzo. La regia è di Luigi Russo. Accanto ai due protagonisti ci sono Laura Di Mauro, Gianluca Bessi e Fioretta Mari che regala una partecipazione straordinaria. 


Uno spettacolo vestito tutto di nuovo ma forte della sua tradizione, che continua a cantare con tutto il cuore che l’amore abita a Roma e che i sogni sono solo il lato nascosto della realtà.


Si comincia alle ore 20.30 - Durata dello spettacolo: 2 ore e 20 minuti più intervallo - Ingressi da 27 a 35 euro (ridotti da 23 a 32 euro); studenti al di sotto dei 25 anni 15 euro; ragazzi fino a 12 anni e gruppi scolastici di minimo 15 studenti 10 euro - Biglietteria online http://bit.ly /2kyVqYB - Telefono (0831) 229230 - 562554.

[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(17 novembre 2016) - BrindisiClassica: una serata dal sapore gitano


Venerdì 18 novembre, alle ore 20.00, nell'auditorium del Liceo delle scienze umane e linguistico «Ettore Palumbo» di Brindisi, la stagione concertistica «BrindisiClassica» propone l'imperdibile incontro dai sapori gitani con l'Orchestra Tzigana di Budapest, diretta dal grande violinista Antal Szalai. Nato nel 1969, il gruppo è tra i pochi a portare nel mondo la tricentenaria tradizione dell'orchestra tzigana con brani di musica nazionale dell'epoca della riforma, tradizionale tsardas, della famiglia Strauss e arrangiamenti di canzoni popolari. La proposta - Antal Szalai, per il suo trascendentale virtuosismo e per la carica emotiva che sprigiona, è considerato il miglior violino solista tzigano nel mondo. Discendente di una storica famiglia di musicisti tzigani, ha studiato il violino al «Bela Bartok Conservatory of Music» in Ungheria e nel 2005 è stato il destinatario del prestigioso Premio «Ferenc Liszt Award». «Gli tzigani sono persone molto caratteriali ... e la musica tzigana viene dal cuore. C’è molto sentimento ed è romantica»: così Antal Szalai si esprime e concepisce il modo di fare musica tzigana.

Informazioni - Ingresso: prezzo unico Euro 10,00 - Ridotto studenti e under 25 Euro 7,00 http: //www.associazioneninorota.it - Telefono cellulare 328.8440033.


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(7 agosto 2016) - Presentazione XIX Barocco Festival «Leonardo Leo»


È stata presentata nel salone di rappresentanza della Prefettura di Brindisi (17 agosto 2016) la XIX edizione del «Barocco Festival Leonardo Leo». Sono intervenuti il Vicario del Prefetto, Pasqua Erminia Cicoria, il presidente della Provincia, Maurizio Bruno, il sindaco di San Vito dei Normanni, Domenico Conte, il sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, gli assessori alla Cultura del Comune di Brindisi, Maria Greco, di Mesagne, Marco Calò, e di Cisternino, Giovanna Curci, il responsabile Affari territoriali di Enel (uno dei due main partner), Angelo Di Giovine, e il direttore artistico del Festival, Cosimo Prontera, per presentare una rassegna che torna a valorizzare celebri capolavori e autentiche riscoperte nel segno di Leonardo Leo, compositore della scuola napoletana del XVIII secolo nato a San Vito dei Normanni. Tutti gli ingressi sono liberi. Agenda Brindisi pubblica il servizio curato dal direttore Antonio Celeste con le dichiarazioni del Maestro Cosimo Prontera, del sindaco di Brindisi Angela Carluccio, del sindaco di San Vito dei Normanni Domenico Conte e di Angelo Di Giovine (relazioni esterne e territoriali Puglia-Basilicata Enel SpA).

[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(3 agosto 2016) - Forum Eventi: la grande musica con Massimo Ranieri


Venerdì 5 agosto la grande musica italiana è di scena al Forum Eventi di San Pancrazio Salentino (Brindisi). Protagonista sul palco della meravigliosa sala concerti salentina sarà Massimo Ranieri, in tour con il suo «Sogno e son desto ... in viaggio», la nuova edizione dello show ideato e scritto con Gualtiero Peirce che tanto successo ha riscosso nelle prime serate su Raiuno. Sarà un viaggio affettuoso, spettacolare e sorridente attraverso grandi canzoni, racconti particolari e colpi di teatro. I protagonisti, ancora una volta, non saranno i vincitori o le imprese degli eroi, ma i sognatori e la vita di tutti noi. Nel duplice ruolo di attore e cantante, Ranieri porterà in scena il teatro umoristico - alternando meravigliosi pezzi teatrali a momenti dedicati alla grande poesia, tra Seneca e Neruda passando per Palazzeschi, Goldoni, Prezzolini, Aznavour - e le più celebri canzoni napoletane. Grandi classici come “Vent’anni”, “Erba di casa mia”, “Rose rosse” e “Perdere l’amore”, ma anche piccole grandi gemme del passato musicale partenopeo, come ad esempio “Marenariello”, scritta addirittura alla fine dell’Ottocento, o “Ué ué che femmena”, recentemente reinterpretata in chiave jazz nel progetto “Malìa”, che ha visto Ranieri accanto a interpreti prestigiosi come Enrico Rava, Rita Marcotulli, Stefano Di Battista, Stefano Bagnoli e Riccardo Fioravanti. E poi ancora Tenco, Battisti e Pino Daniele, e ovviamente immancabili omaggi a grandi maestri come Carosone e Nino Taranto, le cui celeberrime macchiette tornano sulla scena più vive che mai. Accanto ai suoi successi, non mancheranno naturalmente novità musicali e sorprese teatrali, proposte con la formula che nelle precedenti edizioni ha già conquistato le platee di tutta Italia.

INFO - Forum Eventi - Via Taranto, San Pancrazio Salentino (Brindisi) - Infoline: 3929358852 - 3462467237

PREZZI - Poltronissima Gold: 75€ - Poltronissima: 55€ - Poltrona: 45€ - Posto a sedere numerato: 35€


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(2 agosto 2016) - Tour Malika Ayane: tappa ostunese domenica 7 Agosto


Continua inarrestabile lo straordinario successo live di Malika, un anno record per l'artista. Un nuovo viaggio musicale che unisce le due anime di “Naif”, quella più acustica ispirata alle atmosfere delle sale da ballo anni sessanta, al varietà e ai ritmi tribali e caraibici insieme all'anima più randagia e urbana dai suoni elettrici e le influenze della club culture di Berlino e Londra. Uno spettacolo sorprendente che fa rivivere sul palco la magia e le sonorità del lavoro di studio. Naif En Plein Air Tour 2016 approderà ad Ostuni domenica 7 agosto nella Cava San Giovanni. Sul palco, ad accompagnarla, una straordinaria band composta da: Carlo Gaudiello (pianoforte), Marco Mariniello (basso), Leif Searcy (batteria), Stefano Brandoni (chitarre), Giulia Monti (violoncello), Daniele Parziani (violino), Moreno Falciani, Andrea Andreoli e Giampaolo Mazzamuto (fiati) e Daniele Di Gregorio (percussioni). La tournée è una produzione Massimo Levantini per Live Nation; i biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone e nelle prevendite abituali, per tutte le info: www.livenation.it, info line: 02.53006501. Malika Ayane è tra i grandi talenti di Sugar, l'etichetta discografica indipendente che negli anni ha portato al successo alcuni dei più grandi nomi della musica italiana come Andrea Bocelli, Negramaro, Elisa, Raphael Gualazzi.

[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(18 aprile 2016) - Carla Fracci balla «Shéhérazade» nel Teatro Verdi


Il mito autentico della danza di ogni tempo sarà protagonista di uno straordinario evento, in programma venerdì 22 aprile 2016 (ore 20.30), portando il suo carisma e la sua grande storia sulle tavole del palcoscenico brindisino. Un omaggio all’antica Palmira, sottratta recentemente alla barbarie islamista, ed insieme la magia dell’immensa Carla Fracci. Sarà proprio lei, la grande étoile italiana, una delle artiste più celebri nel mondo, alle soglie degli ottant’anni portati splendidamente, a calarsi nel ruolo di «Thalassa, Regina degli Abissi» in «Shéhérazade e le mille e una notte», lo storico, grandioso balletto in scena al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi, venerdì 22 aprile (ore 20.30). A rendere possibile il connubio, Fredy Franzutti e il suo «Balletto del Sud», che ha debuttato nel 2003 al «Miami International Piano Festival» con il lavoro ispirato al poema sinfonico di Nikolaj Rimskij-Korsakov, per poi replicare nei più prestigiosi teatri internazionali. 

«Shéhérazade e le mille e una notte» ripropone l’atmosfera fiabesca trasportata in Europa da Antoine Galland che, nel 1704, tradusse in francese la raccolta di novelle orientali per farne dono alla marchesa d’O, dama di palazzo della duchessa di Borgogna, contribuendo così alla loro divulgazione nel mondo occidentale. Le novelle erano quasi del tutto sconosciute negli ambienti colti dell’Islam, perché considerate il prodotto di autori popolari e senza importanza. Fu dopo la presentazione in Europa di «Le mille e una notte» che anche in Oriente si risvegliò l’interesse per la raccolta.

Il coreografo di Lecce, tra i più apprezzati nel panorama nazionale, ha adattato anche la parte narrativa, reinventando alcune fiabe che in scena saranno lette dall’attore Andrea Sirianni per introdurre i quadri dello spettacolo: i viaggi di Sindbad il Marinaio, le avventure di Mansur alla caccia di Antar, l’uccello dalle piume d’oro, le vicende di Aladino e della sua lampada magica e poi ancora l’amore tra il giovane Corsaro e la principessa, infine «Festa a Baghdad» con un’esplosione di colori. Solo così Shéhérazade, figlia maggiore del gran Visir, riesce a rimandare la sua esecuzione: incantando con i suoi racconti avvincenti il Sultano che uccide le sue mogli dopo la prima notte di nozze, per evitare di essere tradito. Shéhérazade insegna che la poesia e l’arte salvano la vita. O comunque allontanano la morte: notte dopo notte la giovane schiava, che conosce i proverbi popolari, i detti dei filosofi e le massime dei sovrani, si sottrae alla crudele misoginia del re che alla fine si innamorerà di lei.

In scena esotismo, oro, magia e la grazia della divina Fracci, che danzerà «Song of Indian Guest» in una rarissima incisione del tenore svedese Jussi Björling. «La danza vive da sempre ed è in crisi da sempre - ha spiegato Carla Fracci -. Il pubblico l’ha sempre amata, ma spesso la danza ha avuto difficoltà a farsi riconoscere il giusto ruolo. Per questo ora mi metto al servizio dei giovani e di chi lavora per tenerla viva. La danza non è soltanto gambe, piedi e lavoro, ma è cifra di sentimenti e di stile: ai giovani cerco di trasmettere questa consapevolezza». L’attore Andrea Sirianni reciterà anche una lirica di Eugenio Montale, che fu amico della Fracci, tanto da dedicarle una famosa poesia dal titolo «La danzatrice stanca».

Nei ruoli principali si esibiscono il celebre danzatore cubano Carlos Montalván («Sindbad, il marinaio»), i primi ballerini Nuria Salado Fustè («Zobeide») e il brindisino Alessandro De Ceglia («il principe Assan»), infine i solisti della compagnia: Alexander Yakovlev, Martina Minniti, Ciro Iorio, Daniel Agudo Gallardo, Francesca Raule, Alice Leoncini, Stefano Sacco, Lucio Mautone, Beatrice Bartolomei, Federica Resta, Francesca Bruno, Luca Rimolo. Per la fascinosa ambientazione e la sensuale narrazione, questa versione di Shéhérazade ha riscosso fin dalle prime repliche un successo di pubblico ed ha ottenuto riconoscimenti dalla critica nelle tournée nazionali e internazionali (Algeri 2011, Costantina 2015). Ripreso nel 2015 per il ventennale della compagnia, il balletto dall’impatto fortemente esotico, è in scena in una nuova edizione. Si comincia alle ore 20.30 - Durata: un’ora e 20 minuti senza intervallo - Per informazioni: goo.gl/28h9 OD - Biglietteria online goo.gl/4yfS8H - Telefono (0831) 229230 - 562554.





[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(5 febbraio 2016) - Terza edizione «I linguaggi della sperimentazione»


Si rinnova per il 2016 l’appuntamento con l’arte, promosso e organizzato dal Lions Club di Brindisi. Sabato 6 febbraio (ore 17.30), nella sala convegni di Palazzo Granafei-Nervegna di Brindisi, in via Duomo, si terrà l’inaugurazione della terza edizione dell’evento «I linguaggi della sperimentazione». L’evento, patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Brindisi, sarà dedicato a Gino D’Ambrosio, amico e socio Lions recentemente scomparso, al quale si deve l’avvio del primo Festival della Sperimentazione nel 2014, anno della sua Presidenza del Club di Brindisi. Insignito nell’anno di esordio dell’ambita Medaglia della Presidenza della Repubblica, l’evento - come sempre all’insegna dell’arte-cultura - vede il Lions Club di Brindisi promuovere un’iniziativa voluta dalla Regione Puglia (Assessorato all'Industria Turistica e Culturale) in collaborazione con l’Associazione «Presìdi del libro» e riguarda due esposizioni contemporanee di spessore internazionale: l’una intitolata L’Intelletto, lo Spirito, le Mani, la Voce: Franco Battiato nei Libri d’Artista - Esposizione internazionale di libri d’arti­­­­sta dedicati a Franco Battiato e creati da 70 artisti di chiara fama; l’altra, inserita nel percorso regionale dedicato al Mese della Memoria 2016, intitolata La Shoah nei Libri d'Artista - Esposizione internazionale di 100 Libri d’Artista creati nell’ambito dei Progetti: I bambini e le donne della Shoah; Acquario Verde: morte e rinascita dopo il ghetto; Charlotte Salomon: blu giallo rosso - ricomporre l’infranto; Etty Hillesum: il cuore pulsante delle baracche. La mostra sarà corredata da pannelli con note informative e critiche, testimonianze, proiezioni-video.

Il Lions Club ringrazia in maniera particolare le prestigiose Associazioni operanti sul Territorio che hanno aderito all’iniziativa: Leo Club Virgilio – Brindisi, ADISCO, AMMI, ANDOS, 50&Più, Innerwheel, Linea d’ARTE (Bari), Nucleo2000 Acli, SAE (salentoartevents), UNESCO e il settimanale Agenda Brindisi. Ancora una volta, scopo dell’evento è la ricerca-azione nella poliedricità delle espressioni d’arte-parola quale documentazione culturale nel segno della rinnovabilità dei tempi. La parola dell’arte esprime in una sintesi meta-logica le potenzialità, affermate e in progress, del territorio umano.  Ospite d’onore alla serata d’inaugurazione il presidente dell'Associazione Nazionale «Presìdi del Libro», Paolo Comentale.


Alla presenza del Sindaco di Brindisi, Cosimo Consales, del responsabile Beni Monumentali del Comune di Brindisi, Maurizio Marinazzo, del Secondo vice Governatore Distrettuale Lions 108 AB, Francesco Antico, del Presidente Lions-Zona 13, Leonardo Solazzo, del Presidente del Lions Club di Brindisi, Rita Saracino, del Presidente Leo Club Virgilio-Brindisi, Stefano Galantucci, della Responsabile Presidio del Libro - Archivio del Libro d’Artista Verbamanent - Sannicola (Lecce), Maddalena Castegnaro, Carmen De Stasio, Direttore Artistico - Lions Club Brindisi, curatrice della manifestazione, introdurrà l’evento. La mostra sarà aperta al pubblico tutti i giorni (escluso lunedì) dalle ore 9,00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 20.30 dal 7 al 28 febbraio 2016.

[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(30 ottobre 2015) - Serata inaugurale stagione concertistica BrindisiClassica



Sabato 7 novembre (ore 20.00) l'Associazione "Nino Rota" inaugura nell'auditorium dell'Istituto Alberghiero "S. Pertini" di Brindisi la XXXI stagione concertistica "BrindisiClassica" con un Gran Galà Lirico, protagonisti quattro giovani cantanti vincitori e finalisti al sesto Concorso Lirico Internazionale "A. Giacomotti" di Voghera. In programma arie e duetti tra i più famosi di opere di Mozart (Le nozze di Figaro), Donizetti (Don Pasquale, Rita, Poliuto, L'elisir d'amore, La Figlia del Reggimento), Dvorak (Canto della Luna), Verdi (La Traviata, Rigoletto e Don Carlo), Cilea (Adriana Lecouvreur) e Puccini (La bohème). Accompagnati al pianoforte dal M° Valerio De Giorgi, si alterneranno sul podio: Eleonora Alberici, rivelata al pubblico all'età di 15 anni da Marco Bellocchio come protagonista del film Addio al passato, presentato alla Biennale del Cinema di Venezia 2002, si esibisce da solista con orchestre e cori prestigiosi. Recentemente ha debuttato da soprano solista nella prima nazionale dell'opera “Carmina Burana” di Carl Orff e in quello Mimì nell'opera “La boheme”. Per la sua vocalità affronta ruoli come Mimì, Lauretta, Liù, Suzel, Contessa, Cherubino e altri; Juan Pablo Duprè, cileno, dopo avere svolto una rilevante carriera da baritono, nel 2011, su consiglio di Placido Domingo, prende a studiare da tenore. Sotto le guida della grande soprano spagnola Isabel Penago si impone nei più prestigiosi concorsi internazionali, partecipa alla stagione lirica del Teatro Municipal di Santiago del Cile e partecipa alla tournée "Tre Tenori" in Cina. Vincitore di una borsa di studio, si perfeziona con Mirella Freni all’Accademia CUBEC di Modena. Di recente ha partecipato al prestigioso “Festival Ising” a Suzhou in Cina, è stato tenore solista nello "Stabat Mater" di Rossini a Fiorenzuola e ha debuttato come Rodolfo nell'opera "La bohème" di  Puccini; Mariasole Mainini, dopo avere conseguito il diploma di clarinetto è passata al canto conseguendo nel 2014  la laurea di primo livello con il massimo dei voti. E' stata finalista ai concorsi lirici internazionali TIM-International Music Tournament, "Salvatore Licitra" di Cinisello Balsamo, "Alfredo Giacomotti" di Voghera e vincitrice del concorso "Felice Lattuada" di Morimondo. Per l'anno accademico 2014-2015 è risultata vincitrice di una borsa di studio del Conservatorio "G. Verdi" di Torino in collaborazione con la Compagnia di San Paolo; Euisung Kim, nato a Seul nel 1986, nel 2009 si è laureato in canto lirico all'Università Nazionale della sua città. Trasferitosi in Italia, ha perfezionato gli studi lirici e nel 2014 ha conseguito il diploma al Conservatorio "G. Verdi" di Milano. Vincitore di numerosi concorsi internazionali, tra i quali "Piero Cappuccilli" di Alessandria, "Giulietta Simionato" di Acqui Terme e "Alfredo Giacomotti" di Voghera, vanta una brillante attività concertistica. Nel 2015 ha debuttato il ruolo di Marcello nell'opera "La bohème" al Teatro Civico di Vercelli.

Info: www.associazioneninirota.it – tel. 0831 581949 / 3288440033 - Biglietti d'ingresso: intero € 10,00 - ridotto studenti € 7,00 - In vendita solo la sera del concerto all'ingresso dell'Istituto Alberghiero dalle ore 19.30    


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(16 ottobre 2015) - Prima edizione del premio Internazionale «Virgilio»


Nel nome di Virgilio, l’Associazione Arte74 organizza la prima edizione dell’omonimo Premio Internazionale, dove l’arte della musica, della pittura e della scultura si incontrano per celebrare sotto la bandiera della multiculturalità il patrimonio artistico-culturale della nostra terra. L’evento avrà luogo sabato 17 ottobre alle 17.00 nella sala conferenze dell’ex-convento S. Chiara a Brindisi. Parteciperanno artisti delle diverse espressioni provenienti da Norvegia, Spagna, Francia, Belgio, Canada e Stati Uniti e da diverse città italiane. Tra gli altri, premio speciale alla campionessa Flavia Pennetta, vincitrice degli US Open  di New York, e al Maestro Tito Schipa Jr, scopritore di grandi talenti artistici come Renato Zero, Loredana Bertè e tanti altri. In contemporanea, inaugurazione di una mostra artistica che si terrà dal 17 al 25 ottobre. Per la prima volta verranno esposte le opere di Ilona Staller: l’attrice parteciperà all’evento per presentare le sue creazioni. La manifestazione verrà intervallata dalle note dei musicisti Nevila Cobo, Merita Alimhillaj e Giuseppe Buzzanga e dai ballerini dell’Accademia Internazionale Tersicore della Maestra Antonella Di Lecce. Inoltre, l’attore Davide De Giorgi interpreterà alcuni versi dell’Eneide in un connubio estremamente raffinato tra arte classica e moderna. Altri premi andranno alla giornalista Pamela Spinelli e a diversi studiosi e critici d’arte.  L’Associazione Arte74 da anni organizza eventi citati su riviste e cataloghi d’arte nazionali. La manifestazione è curata dal prof. Giuseppe Maci (Presidente dell’Associazione), dalla prof. ssa. Nadine Giove (critico d’arte), da Francesco Cellie (Movimento Contro Erode) e da diversi enti e istituzioni pubbliche. Il Premio Internazionale «Virgilio», che si avvale anche del Patrocinio del Comune e della Provincia di Brindisi, premierà le diverse personalità che maggiormente si sono distinte nell’ultimo biennio, non solo nelle arti figurative, ma anche nella poesia, sport, musica, giornalismo e danza, valorizzando in tal modo la cultura a 360°.
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(21 luglio 2015) - Puglia Open Days: grande successo per il Museo



Grande successo di partecipazione e tanti consensi ricevuti per l’organizzazione della manifestazione di sabato scorso “Puglia Open Days 2015”, presso il Museo Archeologico provinciale “F. Ribezzo” di Brindisi, in occasione della prima apertura straordinaria serale estiva della struttura museale della Provincia di Brindisi. In particolare, si è registrata un’ampia presenza di bambini, accompagnati dai propri genitori, al laboratorio didattico "Caccia al Reperto". L’iniziativa, realizzata nell’ambito del ricco programma dell’Open Days, 2015 si proponeva di far conoscere ai bambini e agli adolescenti, attraverso il gioco, le ricchezze culturali e storiche presenti nel Museo, avvicinandoli alla loro tutela e valorizzazione. I piccoli archeologi, durante gli itinerari proposti nelle sale espositive, col supporto della guida, in modo ludico, hanno dato spazio alla loro inventiva, alla loro creatività e alla conoscenza di alcuni dei reperti più importanti del Museo. I promotori dell’iniziativa hanno espresso il loro più vivo apprezzamento per questa manifestazione e per l’organizzazione proposta dal personale del Museo “Ribezzo”. L’appuntamento si ripeterà tutti i sabato di luglio, agosto e settembre. 


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(23 aprile 2015) - «Madama Butterfly» lunedì nel Teatro Verdi di Brindisi


Lunedì 27 aprile (ore 20.45) arriva uno dei capolavori più amati di Giacomo Puccini, appuntamento che chiude la stagione lirica tradizionale

Si chiude nel nome di Giacomo Puccini la stagione lirica tradizionale in scena al Teatro Verdi di Brindisi. Lunedì 27 aprile (ore 20.45) il teatro d’opera incontra «Madama Butterfly», capolavoro tra i più amati e rappresentati della storia del melodramma, terzo appuntamento della rassegna prodotta dalla Provincia di Lecce sotto la direzione artistica di Carlo Antonio De Lucia. È il grande poema d’amore e di dolore in una piccola anima, è l’opera prediletta da Puccini che la considerava «la più sentita e più suggestiva che io abbia mai concepito». E che ora ritorna nel politeama brindisino a distanza di oltre quattro anni dall’ultimo allestimento.

Nel nome della geisha Cio Cio San è già racchiuso tutto il suo tremendo destino: «Madama Butterfly». Bella e fragile come una «tenue farfalla», ha soltanto quindici anni quando sposa Pinkerton, l’ufficiale della marina americana che torna, dopo un’assenza lunga tre anni, a reclamare il figlio nato dalla loro unione. Di fronte all’atroce distruzione di tutte le sue illusioni, alla giovane madre non resta che sacrificarsi, con un ultimo doloroso battito d’ali.

 Al Verdi sarà impegnata una compagnia giapponese, sostenuta dal governo di Tokyo e per la data brindisina è attesa anche la presenza di una sua rappresentanza: un dato che sottolinea la centralità della nostra cultura oltre che l’eco planetaria della tradizione operistica italiana».



Si comincia alle 20.45
- Durata: tre ore compreso un intervallo
- Per informazioni www.fondazionenuovoteatroverdi.it
Biglietteria online www.vivaticket.it
- Telefono (0831) 229230 - 562554.


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(6 marzo 2015) - Stagione lirica nel Verdi: «Il Barbiere di Siviglia»



Grande attesa, al Teatro Verdi di Brindisi, per «Il Barbiere di Siviglia» di Gioachino Rossini, in scena venerdì 6 marzo alle ore 20.45. Primo titolo del cartellone lirico di quest'anno, «Il Barbiere di Siviglia» debutta in assoluto nel politeama brindisino, prologo della riedizione di un’intesa con la Provincia di Lecce che segna un momento centrale all’interno della programmazione. Il melodramma buffo in due atti, per la regia di Bruno Praticò, è la prima opera italiana rimasta sempre in repertorio e ancora oggi tra le più rappresentate in tutto il mondo. Sul podio dell’Orchestra Sinfonica di Lecce tornerà il Maestro Alberto Veronesi, tra i più acclamati direttori d’orchestra internazionali, mentre il Coro Lirico di Lecce sarà diretto dal Maestro Andrea Crastolla.


«L’unico strumento per far conoscere al mondo la nostra importantissima lingua - ha spiegato il regista Bruno Praticò durante la presentazione della stagione - è la lirica. Tutte le opere liriche, infatti, su qualsiasi palcoscenico internazionale sono interpretate in italiano. Non penso che ci sia più cultura di così». Oltre a firmarne la regia, Praticò interpreta il tutore di Rosina, don Bartolo, e nella sua carriera di baritono buffo l’artista aostano ha all’attivo più di cento ruoli in un repertorio che spazia dal Settecento fino a Mozart e Rossini. Del “suo” allestimento dice: «abbiamo scelto di portare in scena un Barbiere semplicissimo, classico, ambientato nel periodo giusto. Credo, infatti, che il teatro sia un’occasione di evasione per il pubblico e lo spettatore può evadere se si cala in un altro mondo, in un’altra epoca. Ci sono costumi molto belli, anche la scenografia è ottima».


Fra le opere più conosciute e rappresentate di Rossini, «Il Barbiere di Siviglia» è considerato universalmente il capolavoro del compositore pesarese. Il titolo originale è «Almaviva, o sia l’inutile precauzione». Il libretto era già stato musicato l’anno prima da Francesco Morlacchi. Prima di lui, Giovanni Paisiello aveva messo in scena il suo «Barbiere di Siviglia» nel 1782. La prima rappresentazione ebbe luogo il 20 febbraio 1816 al Teatro Argentina, a Roma, e terminò fra i fischi. A provocarli, secondo i pettegolezzi dell’epoca, sarebbero stati gli impresari di un teatro concorrente, il Teatro Valle; secondo altri, la colpa fu di alcuni seguaci di Paisiello e della sua versione dell’opera. Il solo annuncio che Rossini stava preparando la nuova versione del «Barbiere di Siviglia» aveva suscitato non poche polemiche, anche in considerazione del fatto che all’epoca Paisiello era ancora vivo. Il fiasco della prima fu però riscattato immediatamente dal successo delle repliche, e l’opera di Rossini finì presto per oscurare la precedente versione di Paisiello. Il contralto Geltrude Righetti Giorgi fu la prima Rosina della storia, mentre il ruolo di Almaviva fu affidato al grande tenore spagnolo Manuel Garcia.


L’opera ruota intorno alla storia d’amore tra l’irresistibile, ricchissimo Conte D’Almaviva e la bella Rosina. Il vecchio don Bartolo vuole sposare la giovane, di cui è tutore, per portarle via l’eredità. Il Conte D’Almaviva, grazie all’aiuto del vecchio amico e servitore, il furbo ed esperto Figaro, progetta un piano per rapire Rosina e fuggire con lei: da parte sua. Travestimenti, scambi di persona, bigliettini misteriosi, situazioni buffe mettono a nudo una società che si nutre di avidità, di ipocrisia e di malaffare come proprio pane quotidiano. Ma alla fine, come si conviene, trionfano l’intelligenza e l’amore.


Questi i principali interpreti del cast che saliranno venerdì sul palcoscenico del Verdi: Blagoj Nacoski (Il Conte d’Almaviva), Bruno Praticò (don Bartolo), Anna Corvino (Rosina), Maurizio Leoni (Figaro), Fulvio Valenti (don Basilio), Idilia Annese (Berta), Carlo Provenzano (Fiorello, un Ufficiale).






Si comincia alle ore 20.45 - Durata dello spettacolo: 2 ore e 30 minuti compreso intervallo - Per tutte le informazioni www.fondazionenuovoteatroverdi.it - Biglietteria online www.vivaticket.it - Telefono (0831) 229230 - 562554.

[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(7 febbraio 2015) - «Puglia: parole e musica». Intervista ad Albano



Le parole e la musica della Puglia attraverso il sodalizio artistico-culturale tra Albano e Pino Aprile, scrittore e giornalista. Un omaggio alla nostra regione andato in scena nel Teatro «Verdi» di Brindisi con un'originale articolazione. Alla vigilia del ritorno a Sanremo con Romina Power come superospiti della kermesse canora (martedì 10 febbraio) Agenda Brindisi pubblica uno speciale di nove minuti con un'intervista esclusiva ad Albano realizzata dal direttore del giornale Antonio Celeste proprio in occasione dell'evento brindisino. Un ringraziamento a Carmelo Grassi e Roberto Romeo per la collaborazione. Nella foto di Maurizio De Virgiliis Albano e Pino Aprile sul palco del Nuovo Teatro «Verdi» di Brindisi.




[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(19 gennaio 2015) - Chiesa La Pietà Brindisi: «Il mio canto sale a te»



«Il mio canto sale a te» è il titolo del cd e del concerto che questa sera (domenica 18 gennaio 2015), alle ore 19.30, si svolgerà presso il Convento dei frati minori e parrocchia La Pietà di Brindisi. Un lavoro musicale, questo realizzato da fra Paolo Lomartire, Claudio Basile, Fulvio Carotti e don Andrea Mortato, che non solo nasce dalla passione per la musica.


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(15 gennaio 2015) - Nel Teatro Verdi «Il sindaco del rione Sanità»


Eros Pagni è «Il sindaco del rione Sanità». Al Verdi di Brindisi l’attore è protagonista, venerdì 16 e sabato 17 gennaio (ore 20.30), di una delle commedie più belle e intense di Eduardo De Filippo. Lo spettacolo sostituisce il «Riccardo Terzo» di Gassmann, titolo della scorsa stagione annullato per impegni umanitari dell’artista: disponibile presso il botteghino la conversione dei biglietti e degli abbonamenti 2013-2014.

Un classico del maestro Eduardo De Filippo. È «Il sindaco del rione Sanità», lo spettacolo che Eros Pagni, tra i protagonisti assoluti del teatro italiano, porta in scena venerdì 16 e sabato 17 gennaio (ore 20.30) sul palcoscenico del Nuovo Teatro Verdi di Brindisi. Lo spettacolo sostituisce il «Riccardo Terzo» di Alessandro Gassmann, inserito nel cartellone dello scorso anno e annullato per le sopraggiunte attività di volontariato dell’artista in qualità di ambasciatore UNHCR, l’organizzazione dell’Onu per la protezione dei rifugiati. I possessori di biglietto e abbonamento (per la stagione 2013-2014 di cui il «Riccardo Terzo» faceva parte) devono chiederne la conversione presso il botteghino del teatro.


Raccolta nella «Cantata dei giorni dispari» e rappresentata per la prima volta nel 1960, «Il sindaco del rione Sanità» è una commedia che lo stesso Eduardo amava definire «simbolica e non realistica» poiché affonda nella realtà ma poi si sgancia da essa per dare una precisa indicazione alla giustizia. È un’opera tra le più amare di Eduardo, ma anche tra le più amate, una presa di coscienza civile verso una crisi indiscriminata della giustizia. Franco Rosi, scomparso di recente, nello stesso periodo girerà «Le mani sulla città».


La commedia nasce da una visione polemica e disperata della società, nella quale domina la violenza del forte, dove i deboli sono irrimediabilmente perduti. L’unica soluzione che rimane loro è amministrarsi la giustizia da soli. Ed è proprio quello che decide di fare don Antonio Barracano, il “sindaco” riconosciuto del rione Sanità, che conduce un’incessante opera di giustizia verso poveri e diseredati, una missione che lo porterà a sacrificare la propria vita. «Il protagonista del dramma - sottolinea il regista dell’allestimento Marco Sciaccaluga - è uno dei personaggi più shakespeariani di Eduardo. Egli trascende la realtà, pur se ispirato a un certo Campoluongo, un mobiliere che amministrava il rione Sanità come fosse una sua proprietà, ma diciamo che Barracano sta alla camorra come il Marlon Brando di Coppola sta alla mafia americana. Se poi si vuole una definizione più precisa, per me, è un santo-criminale».


Dopo la prima messinscena, al «Quirino» di Roma, la critica espresse alcune perplessità. Alcuni videro in Antonio Barracano un capo della camorra; altri un uomo che aveva bene in mente il senso della giustizia. Fu lo stesso Eduardo, ben più tardi nel 1979, a precisare che don Antonio solo accidentalmente vive il suo tempo, ma in realtà accarezza una nobile e primitiva visione del mondo, mossa dal ricordo del suo passato e dal desiderio di un avvenire migliore.


«Non è un “padrino” - dirà il drammaturgo napoletano - ma un uomo che ha vissuto sulla propria pelle l’ingiustizia e che, per sfiducia negli uomini, si fa giustizia da sé. Non è contro ma a suo modo agevola la via della verità e della legalità, la sola che assicura nel tempo i giusti risultati, sperando che si realizzi alla fine un mondo “meno rotondo e un poco più quadrato».


Marco Sciaccaluga si conferma regista poliedrico e profondo, capace di cogliere con rigore tutte le sfumature di un testo popolare ma complesso. Eros Pagni disegna, in maniera del tutto originale, le contraddizioni del protagonista, cinico e autoritario ma, allo stesso tempo, a suo modo umano, senza peraltro cedere alla tentazione di renderlo eccessivamente simpatico. Il resto della compagnia - formata a metà da attori genovesi e napoletani - è senza dubbio all’altezza dell’impresa. Tra gli altri, Maria Basile Scarpetta (Armida), Federico Vanni (il Dottore), Orlando Cinque (Rafiluccio), Francesca De Nicolais (Rita), Gennaro Apicella (‘O Nait).


Lo spettacolo, presentato in anteprima al «Napoli Teatro Festival» nel giugno scorso in occasione del trentesimo anniversario della morte del suo autore, è ora in tournée nazionale, accompagnato da un coro di elogi: «Superbo allestimento di grande castità visiva» («La Stampa»), «Un magnifico Eros Pagni che mescola toni tragici e comici» («L’Unità»), «Il sindaco del rione Sanità, un dramma europeo grazie a Sciaccaluga e Pagni: uno spettacolo che riconcilia con il teatro» («Corriere Spettacolo»).


Si comincia alle ore 20.30  - Durata dello spettacolo: due ore e 40 minuti più intervallo - Per ulteriori informazioni www.fondazionenuovoteatroverdi.it - Telefono 0831. 229230 - 0831.562554.





[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(9 gennaio 2015) - «Brindisi a Natale»: concerto degli Amici Cantori


Nell’ambito delle iniziative approntate dall’Amministrazione comunale nel programma “Brindisi a Natale 2014”, domani, sabato 10 gennaio, alle ore 20,00, presso la sala “ex convento Santa Chiara”, in via Santa Chiara 1, Coro Polifonico “Amici Cantori” di Brindisi si esibirà in un concerto per rievocare la Grande Guerra (1914-1918). Il coro, costituito nel 1990, è attualmente composto da 35 cantori diretti dal Maestro Concertatore Eupremio Galasso ed accompagnati al pianoforte dalla Professoressa Margherita Cavallo. Nel corso della sua lunga attività concertistica, si è esibito in diverse località italiane conseguendo lusinghieri apprezzamenti. Ha partecipato, nel 1994, alla celebrazione delle giornate federiciane a Jesi esibendosi nel teatro “Pergolesi”. E’ gemellato con la “Corale dei tre laghi” di Mantova città dove si è esibito nel prestigioso Teatro Bibbiena. Si è esibito nel 2008 nella Basilica di San Pietro in Roma in occasione di un’udienza da S.S. Benedetto XVI. Ha organizzato, nel 2009, un concerto di solidarietà a favore delle popolazioni aquilane colpite dal disastroso terremoto offrendo loro un’artistica campana in bronzo appositamente realizzata per la chiesa di Santa Giusta di Bazzano. Nel 2011 si è esibito nel Teatro “G. Verdi” di Brindisi con i famosi “Solisti Aquilani”. Nel giugno del 2012 e del 2013 ha partecipato, unico coro dell’Italia Meridionale, al 15° e 16° Festival Internazionale dei Cori Alta Pusteria.

Il programma del concerto prevede l’esecuzione di alcuni brani del repertorio operistico verdiano e napoletano che richiamano il drammatico evento che la Grande Guerra rappresentò per l’Italia e l’Europa.

Programma:

1. Va pensiero - (da “Nabucco” - di Giuseppe Verdi) - Coro

2. O Signore dal tetto natio

(da “I lombardi alla prima crociata” - di Giuseppe Verdi) - Coro

3. Pourquoi me réveiller - (da “Werther” di Jules Massenet) - Tenore

4. Si ridesti il leon di Castiglia

(da “Ernani”- di Giuseppe Verdi) - Coro

5. Amneris – danza dei mori schiavi

(da “Aida” - di Giuseppe Verdi) - Coro, Mezzosoprano

6. Cruda sorte, amor tiranno

(da “L’italiana in Algeri” di Gioacchino Rossini) - Mezzosoprano

7. Inno di Mameli - di Michele Novaro, Goffredo Mameli - Coro

8. La leggenda del Piave

di Ermete Giovanni Gaeta (E. A. Mario) - Coro, Tenore

9. O surdato nnammurato

di Aniello Califano e Enrico Cannio - Coro, Tenore

10. Santa Lucia di Ermete Giovanni Gaeta

(E. A. Mario) - Coro, Mezzosoprano, Tenore

11. Funiculì funiculà

di Giuseppe Turco, Luigi Denza - Coro, Tenore

Al pianoforte: Prof.ssa Margherita Cavallo

Mezzosoprano: Prof.ssa Giuliana Devicienti

Tenore: Luigi De Lorenzo

Presenta: Prof.ssa Lina Stella

Dirige: Maestro Eupremio Galasso


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(2 gennaio 2015) - Rassegna Brindisi a Natale: concerto dei BLU 70



Nell’ambito delle iniziative approntate dall’Amministrazione comunale nel programma “Brindisi a Natale 2014”, domani, sabato 3 e domenica 4 gennaio, dalle ore 17,30 alle ore 20,30, in Piazza Cairoli, laboratorio e spettacolo teatrale con la creazione di minuterie presepiali. Domenica 4 gennaio, invece, alle ore 19,00, sul Lungomare Regina Margherita, si terrà il concerto “15 anni insieme” dei Blu 70 & Friends. A seguire, alle ore 21,00, sempre sul Lungomare, si terrà invece lo spettacolo di fuochi pirotecnici “Benvenuto 2015!”. Alle ore 20,30, nel Nuovo Teatro Verdi, Concerto per il nuovo anno “Churhes and Palaces”, a cura dell’Orchestra del Conservatorio “Gesualdo da Venosa” di Potenza. Rinviato, invece, l’appuntamento delle ore 18,30, ovvero il concerto nella Basilica Cattedrale (Musica classica per pianoforte) del maestro Panaghiotis Gogos, a cura della Chiesa Greco - Ortodossa di San Nikola.


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(23 dicembre 2014) - Rassegna «Brindisi a Natale»: eventi del 29 dicembre



Nell’ambito delle iniziative approntate dall’Amministrazione comunale nel programma “Brindisi a Natale 2014”, domani, lunedì 29 dicembre, alle ore 20,30, nel Nuovo Teatro Verdi, “Il lago dei cigni”, balletto in due atti. Sempre domani, alle ore 20,30, a Tuturano, in Piazza Regina Margherita, “Natale in musica”, serata con animazione, musica, giochi per bambini e Babbo Natale che distribuirà doni ai più piccoli.


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(18 dicembre 2014) - GUIDA DEGLI EVENTI «BRINDISI A NATALE 2014»


Mostre, mercatini, laboratori, teatro, musica e degustazioni. Ecco il link da cliccare per seguire, attraverso il sito della Fondazione Nuovo Teatro «Verdi» tutte le iniziative predispopste dall'Amministrazione comunale di Brindisi per le festività natalizie.

http://www.
fondazionenuovoteatroverdi.it/event.php?cod=277
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(29 novembre 2014) - Brindisi: opere di Warhol in mostra a Palazzo Nervegna



Dal 5 dicembre 2014 al 18 gennaio 2015 le sale di Palazzo Nervegna ospiteranno una selezione di opere di Andy Warhol. La mostra, titolata «The American dream» (ingresso gratuito), è organizzata da «E.M.A. preziosi d'arte» con la collaborazione di «Spirale di Milano», è patrocinata dal Comune di Brindisi ed è figlia di un progetto più ampio curato da Achille Bonito Oliva, partito nel 2013 a Porto Cervo e che ha già transitato dal PAN di Napoli, da Montecarlo e adesso a Brindisi, per poi concludersi al Kremlin di Kazan in Russia nel 2015.   Scopo della mostra, oltre quello di portare nel nostro territorio artisti che hanno fatto la storia dell'arte, è quello di raccontare il sogno americano attraverso una rassegna completa e divisa in diverse sezioni. In occasione di The American dream, verrà allestita la mostra d’arte contemporanea Tracce di Paolo De Cuarto, artista emergente del panorama milanese, organizzata da E.M.A. preziosi d'arte con la collaborazione di Spirale di Milano, patrocinata dal Comune di Brindisi, in occasione degli eventi invernali previsti dall’amministrazione comunale. L’evento fa parte di  un progetto itinerante curato da Achille Bonito Oliva che ha già visto protagoniste città come  Milano, Napoli e Matera. Artista sensibile e profondo, Paolo De Cuarto segue le tracce del tempo nella nostra storia e nel nostro territorio, decontestualizzandole ed elevandole ad opere per raccontare all’osservatore quello che rischierebbe di restare una vecchia pubblicità su un muro logorato dal tempo. L’inaugurazione è prevista per venerdì 5 dicembre (ore 18,00), alla presenza del sindaco Mimmo Consales. Sarà presente anche Francesca Franco, rinomata storica e critica d’arte contemporanea.







Il servizio di Agenda Brindisi è dedicato alla presentazione ufficiale dell'evento.



 



 


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(27 novembre 2014) - Lions Club Brindisi: «Le parole della Grande Guerra»


Giovedì 27 novembre, alle ore 17,30, nella sala di rappresentanza di Palazzo Granafei-Nervegna di Brindisi, si svolgerà l’evento dal titolo «Le parole nella Grande Guerra», patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Brindisi e dal MiBACT, con l’adesione di: ADISCO-sezione di Brindisi, 50&Più Brindisi, Innerwheel Brindisi, Rotary Club Brindisi. Sarà l'occasione per riflettere sui cento anni dal primo conflitto mondiale, con particolare attenzione alle «voci». Infatti, le relazioni riguarderanno aspetti culturali, letterari e meramente sociali, che, in maniera particolarissima, hanno rappresentato una svolta dei tempi, delle consapevolezze e di confronto con la realtà. Prestigiosi i relatori che interverranno a coinvolgere il pubblico: Annarita Miglietta, Docente di Linguistica dell’Università del Salento; Pierfranco Bruni, Responsabile Progetto Etnie al MiBACT. Al poeta brindisino Franco Libardo spetterà il compito di tracciare ricordi della sua infanzia, nell’incontro con i reduci della Grande Guerra. Nel corso del convegno saranno proiettati immagini e video. Introduzione a cura di Carmen De Stasio, Presidente del Lions Club di Brindisi. Presenzierà Giovanni Ostuni,  Governatore del Distretto 108 AB Puglia.

[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(18 settembre 2014) - Archivio di Stato: Giornate Europee del Patrimonio


Sabato 20 e domenica 21 settembre si celebreranno le Giornate Europee del Patrimonio, manifestazione ideata nel 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione Europea con l'intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. In questa occasione l’Archivio di Stato di Brindisi effettuerà l’apertura straordinaria al pubblico nel pomeriggio di sabato 20 settembre dalle 17.30 alle 21.30 per visite guidate alla sede monumentale dell’Archivio e al patrimonio documentario conservato. Inoltre, sarà possibile visitare la mostra di libri, fotografie e documenti «Bibliobus -  Leggere - Giocare» allestita nelle sale dell’ Istituto. Si tratta di una breve rassegna bibliografica e documentaria articolata intorno a tre punti fondamentali nella vita di un bambino: l’istruzione, la lettura e il gioco. In particolare vengono proposti alcuni documenti inediti sulla storia del «Bibliobus», istituito negli anni Cinquanta dal Ministero della Pubblica Istruzione. Si trattava di un centro mobile di lettura, ovvero una piccola biblioteca itinerante allestita su un autoveicolo, che portava i servizi bibliotecari in luoghi che ne erano privi, per avvicinare alla lettura bambini, ragazzi e adulti in gran parte semianalfabeti. Sono inoltre esposti volumi di enciclopedie dell’Ottocento, che illustrano i giochi e la moda, libri del Novecento che raccontano la storia del giocattolo e mostrano cartamodelli per realizzare vestitini e pagliaccetti per bambole e bambolotti. Completa la mostra una selezione di fotografie di bambini e ragazzi ripresi in momenti dedicati alla lettura e al gioco, provenienti dalla fototeca dell’Opera Nazionale Maternità e Infanzia e del Provveditorato agli Studi, fondi archivistici conservati presso l’Istituto.
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(10 settembre 2014) - Santi Patroni: processione a mare, discorsi e fuochi



Agenda Brindisi completa il racconto dei solenni festeggiamenti in onore dei Santi Patroni, Teodoro d'Amasea e Lorenzo da Brindisi, con uno speciale video (20 minuti) dedicato alla serata più importante del programma della festa: la tradizionale processione a mare delle statue dei Santi e delle reliquie di San Teodoro, i discorsi ufficiali del sindaco Mimmo Consales e dell'Arcivescovo S. E. Mons. Domenico Caliandro e lo spettacolo dei fuochi pirotecnici.




[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(3 settembre 2014) - Santi Patroni. Tra tradizione, memoria e sacralità ...



È stato presentato stamani, nella sala conferenze di Palazzo Nervegna - alla presenza del sindaco Mimmo Consales, del presidente del «Comitato Feste Patronali» don Adriano Miglietta e del direttore artistico del «Nuovo Teatro Verdi» Carmelo Grassi - il programma dei festeggiamenti civili e religiosi in onore dei santi patroni di Brindisi, Teodoro d’Amasea e Lorenzo da Brindisi, promosso dall’Amministrazione comunale. Spiritualità, spettacoli e tradizioni come sempre il filo conduttore della festa dedicata ai santi patroni, insieme rito religioso con le celebrazioni liturgiche, e manifestazione di un sentimento collettivo che marca i tratti della comunità e fissa nel primo sabato di settembre un appuntamento ormai classico. «I festeggiamenti patronali - ha affermato Mimmo Consales - si collocano fra le iniziative radicate nel territorio della città e appartengono alla sua identità socio-culturale e antropologica. La festa patronale è dunque l’occasione per rinnovare la memoria del territorio, per attingere alla tradizione di civiltà e per consegnare alle future generazioni il patrimonio di valori civili e spirituali. L’aspetto religioso conserva la su centralità, attorno i momenti di partecipazione che invitano e coinvolgono tutta la comunità. Il percorso della festa non è circoscritto al lungomare solo a causa dei cantieri che insistono nel nostro porto, ma dal prossimo anno contiamo di prolungare lo spazio utile fino alla Porta Thaon de Revel, in modo da liberare e alleggerire i corsi». «Papa Francesco e il nostro arcivescovo - ha sottolineato don Adriano Miglietta - richiamano sempre l’importanza di vivere bene la città nei suoi vari aspetti. La nostra festa si arricchisce di questi significati e, come ogni anno, la vivremo con celebrazioni e segni di festa per sollecitare responsabilità e senso di comunità tra i cittadini. Mi piace fare un cenno al senso ecumenico e dell’incontro che è alla base della festa: la chiesa georgiana ortodossa ci ha fatto dono di un’icona raffigurante san Teodoro che sarà conservata nella cappella ecumenica all’interno della Cattedrale. La festa è anzitutto incontro e condivisione: aspetto popolare e religioso non sono affatto distinti perché la bellezza, l’umano vissuto bene, è il modo migliore per avvicinarsi al Signore». «Tra gli eventi di spettacolo - ha concluso Carmelo Grassi - abbiamo voluto rappresentare un forte riferimento alla tradizione e al suo patrimonio. Lo spettacolo “Fimmana, mare e focu!” racconta la donna e le sue tante anime attraverso la voce di Anna Cinzia Villani. Ma lo fa da una prospettiva insolita rispetto ai versi del repertorio tradizionale, che per la figura femminile adottano quasi sempre il punto di vista dell’uomo che la descrive come dea irraggiungibile. Qui la donna parla in prima persona delle sue emozioni. L’orchestra “La Notte della Taranta” propone infine i brani più belli e travolgenti della musica popolare del Salento».

La festa patronale è da sempre devozione, storia, sacralità. Ed è un esempio di unione fra cultura popolare e religiosa presente nel nostro territorio, una tradizione che affonda le origini nella notte dei tempi, un viaggio nel passato, ricco di memoria. Le celebrazioni dei santi patroni, oltre che richiamare la classica iconografia della città, vedono nel rapporto con il mare un tratto esclusivo, anche identitario, riposto nelle testimonianze del tempo. Fu infatti per mare che giunsero a Brindisi le spoglie di san Teodoro d’Amasea, traslate dalla città anatolica di Euchaita il 27 aprile 1210 come vuole la tradizione o, più probabilmente, nel 1225 in occasione delle nozze di Federico II di Svevia con Isabella di Brienne, regina di Gerusalemme. In continuità con le iniziative di spettacolo della rassegna «#tempodestate2014», che ha visto una grande partecipazione di pubblico sostenendo le presenze in città e valorizzando i luoghi d’interesse, l’Amministrazione comunale rinnova la collaborazione con la «Fondazione Nuovo Teatro Verdi», assegnata al compito di allestire il programma artistico dei festeggiamenti. Evento clou dei festeggiamenti è rappresentato dalla solenne processione a mare dei patroni che, alle 19 di sabato 6 settembre, muove da Forte a Mare per percorrere tutto il porto interno fino alla banchina di sbarco, antistante piazza Vittorio Emanuele II.

Questa cerimonia, nata nel 1776, all’avvio dei lavori per la riapertura del gran canale del porto, come completamento del culto di san Teodoro, è stata poi estesa anche a san Lorenzo, il santo nativo della città, proclamato patrono con decreto ottenuto dalla «Sacra Congregazione dei Riti» il 15 dicembre 1961. La processione a mare dei santi patroni è uno dei momenti in cui traspare con grande evidenza il senso di appartenenza a una comunità sociale e religiosa. All’approdo, previsto per le ore 20, sul palco allestito in piazza Vittorio Emanuele II, l’arcivescovo S.E. Mons. Domenico Caliandro rivolge il suo tradizionale messaggio alla comunità, il sindaco Mimmo Consales consegna le chiavi della città alle statue dei santi e al termine la notte si accende di suoni e di colori con i tanto attesi fuochi d’artificio sull’acqua. Alle 21 la processione dei santi patroni, aperta dal corteo storico «Medieval Fest» con la presenza di un folto gruppo di rievocatori, artisti e figuranti, procede dalla banchina di attracco del sandalo fino alla basilica Cattedrale. Originale è la proposta delle iniziative culturali e di spettacolo, a corollario dei rituali liturgici e tradizionali. Venerdì 5 e sabato 6 settembre (apertura ore 20) «Il Borgo Medievale» fa sosta nel «Museo Provinciale Archeologico Ribezzo» con le ambientazioni e le scenografie degli antichi borghi medievali, in tema con la memoria federiciana della città di Brindisi. Venerdì 5 settembre, con inizio alle ore 21.30 in piazza Duomo, avviata la processione della statua equestre di san Teodoro dalla basilica Cattedrale al Tosello, la forza drammatica e scenica di Alessandro Haber, Beppe Lo Parco e Jusy Effen anima una lectura danctis con brani liberamente tratti da «Il ben de’ fiori» e dall’«Inferno» e poesie dal «Canzonière» di Cecco Angiolieri. Conclude la serata Alessandro Haber con la doppia versione di «S’io fossi foco», celebre sonetto di Cecco Angiolieri trasformato in canzone da Fabrizio De Andrè. Due le iniziative musicali pensate per la sera di sabato 6 settembre, entrambe in programma alle 22, al termine della processione che riporta i simulacri dei santi nella basilica Cattedrale. In piazza Vittoria è protagonista il complesso bandistico «Alula» di San Pietro Vernotico. In piazza Vittorio Emanuele II è invece in programma lo spettacolo «Fimmana, mare e focu!», progetto artistico di Anna Cinzia Villani che propone canti tradizionali al femminile poco conosciuti e composizioni inedite, in equilibrio tra la naturalezza espressiva della tradizione e i linguaggi sonori contemporanei. Accanto alla ricercatrice, cantante e ballerina salentina, «MacuranOrchestra» riunisce protagonisti della scena tradizionale e world. La combinazione produce arrangiamenti curati che conservano la forza vitale della musica popolare. Domenica 7 settembre, alle ore 18, torna nello specchio d’acqua del porto interno il «Palio dell’Arca», giunto alla XIX edizione, la gara remiera tra «skifarieddi» che si ispira al recupero dell’arca d’argento con le spoglie di san Teodoro. Ancora domenica 7 settembre, alle 21.30 in piazza Vittorio Emanuele II, batte forte il ritmo della tradizione, e a scandirlo sono i tamburelli dell’orchestra popolare «La Notte della Taranta». L’orchestra, composta da musicisti di pizzica e musica popolare di tutto il Salento, è il segno di un progetto ambizioso e innovativo che è riuscito a diventare strumento di promozione di un affascinante “mondo nel mondo”, risultato di un raffinato intreccio tra verso cantato ed energia ritmica.


[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

(3 settembre 2014) - «In_Chiostri» in città: libri, gusti, storie



Libri, gusti, storie. In queste tre parole è racchiuso il senso di “In_Chiostri”, che andrà in scena dal 3 al 5 settembre nei vicoli e nei più bei palazzi del centro storico di Brindisi. Un percorso dalla scalinata Virgiliana a Porta Mesagne o, se si preferisce, viceversa, per far vivere testi, parole, narrazioni e gusti: muovere i sensi, rileggere parole che hanno descritto, nei secoli, la città e il territorio, ascoltare la voce del mare e dei poeti con recital e letture collettive.Una città trasformata, dove incontrare ed ascoltare gli autori e i loro libri, porre domande e conoscerli meglio, nei chiostri e nelle strade. Un modo per mettere insieme iniziative di ogni genere, un luogo di incontro e di collegamento modellando lo spazio urbano, che diventa luogo di flussi di esperienza, confronto, riflessione e suggestioni.

L'inaugurazione della tre giorni è prevista per le 18.30 di domani, mercoledì 3 settembre in piazza Vittoria con “Largo ad Arcimboldo”, l'uomo fatto di libri che in questi giorni è stato condotto in giro per la città ad annunciare l'arrivo di “In_Chiostri”. Si aprono le danze con un “quadro vivente” a spasso tra vie e chiostri con rugbisti, atleti Fidal, Meridiani Perduti a Banda in movimento.

Tra gli ospiti della prima giornata di “In_Chiostri” spiccano Guidalberto Bormolini, priore della Comunità dei Ricostruttori, che cantano e pregano con il cuore, per la presentazione del suo  “I santi e gli animali. L'Eden ritrovato” (Chiostro di San Benedetto alle 19.45); il finalista al premio Strega Francesco Pecoraro con “La vita in tempo di pace” (Case comunali di via Marconi alle 19.00); Piero Dorfless con “I cento libri che rendono più ricca la nostra vita” e Raffaele Nigro con “Il custode del museo delle cere” (Archivio di Stato alle 20.00); Giuseppe Piccioli Resta con la proiezione dialogata e mostra fotografica “La tutela dei beni sommersi, patrimonio dell'umanità” (Museo Archeologico Provinciale “Francesco Ribezzo” alle 19). Spazio anche alla musica, con l'esibizione itinerante alla chitarra classica Marco De Lucia.

Tra le performance previste per la giornata inaugurale, quella col Silenzio di Marcantonio Gallo e il Bisbiglio delle installazioni sonore di Giuseppe Caprioli nel Chiostro di San Benedetto (alle 19.00 e alle 20.30); lo Studio su Frida di Sara Bevilacqua nel Chiostro delle Scuole Pie (alle 19.30, alle 20.15 e alle 21.00); i Paladini di Francia dei Cantieri Teatrali Koreja all’Archivio di Stato (alle 21).

Ma “In_Chiostri” è anche trasformazione urbana. E allora spazio alle “Vele veleggianti” nel porto, la “Riffa” con tanti premi, la Biblioteca di In_Chiostri con Augusto e le damigelle, la street art, l'albero “Litterae volant”, lettere dagli alfabeti del mondo in piazza Duomo, una lunga citazione di Hermann Broch sulla Scalinata Virgilio, tante epigrafi già installate su tutto il percorso ed infine i “Frigolibri” per il “LiberaLibri”, l'iniziativa di book crossing che darà a tutti la possibilità di scoprire nuove letture nei vicoli del centro storico di Brindisi.




[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
1 - 2 - 3 - 4   >>
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Registrazione Tribunale di Brindisi n. 16/1991 - Direttore Responsabile Antonio Celeste
e-mail: agendabrindisi@libero.it - Telefono 0831.564555 - © 2012 All rights reserved
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini