Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi n. 28 Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi n. 27 Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi n. 26 Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Tutti i numeri Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini ZONA FRANCA a cura di Giorgio Sciarra Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini SPUNTI a cura di Pino Minunni Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini CONTROVENTO a cura di Bastiancontrario Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini CULTURA a cura di Gabriele D'Amelj Melodia Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini STORIA E TRADIZIONI a cura di A. Caputo Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini TIME OUT a cura di Nicola Ingrosso Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini PREVENZIONE E SICUREZZA a cura di Salvatore Sergio Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
REGATA BRINDISI-CORFU' 2016
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
TITI SHIPPING
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
DISTANTE ELETTRODOMESTICI
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
ENERGEKO GAS ITALIA
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
PUNTO SNAI BRINDISI
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
ALOISIO RICAMBI BRINDISI
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
FARMACIA CAPPUCCINI
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Accorpamento Province: quale abbinamento vorreste? Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Apertura al traffico di corso Garibaldi Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Nuovo palazzetto dello sport: quando? Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Tutti i sondaggi Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[Scuola & Giovani] - Progetto LET'S JOB: work shop di apertura a Villa Castelli
[Politica] - Ineleggibilità: il Consiglio comunale non ingrana la «Quarta»
[Cultura & Spettacoli] - Presentazione XIX Barocco Festival «Leonardo Leo»
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Carattere A A A Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Mi chiamava Tonino ed era il mio Maestro


La copertina che non avrei mai voluto mandare in stampa, la foto più bella che potessi dedicare a Mimmo Mennitti, all’uomo, al politico, al giornalista, all’amico. Lo sguardo intenso rivolto al cielo, la fascia di primo cittadino ... «il sindaco, l’amato sindaco», come lo ha definito durante l’omelia in Cattedrale Don Giuseppe Satriano parlando del suo breve ma significativo rapporto con Mennitti, cominciato nel 2004 su un rimorchiatore durante le solenni celebrazioni in onore dei Santi Patroni.
Amato oppure no, Mimmo Mennitti è stato il sindaco della ritrovata dignità per una città scossa e offesa da pesantissime vicende politico-giudiziarie, del risveglio culturale, dell’elevazione socio-politica in senso assoluto.
Non impegnerò questo spazio per delinearne il profilo politico e giornalistico (noto e celebrato, specie in questi giorni), ma parlerò del mio quarantennale rapporto.
Mimmo è spirato alle 6.50 del 6 aprile 2014. Ero nelle Marche per lavoro quando, alle 8.40, la telefonata di Barbara ha segnato tristemente quella domenica. Ho pianto, come si può piangere per la morte di una persona davvero amata. E Mimmo è stato come un secondo padre per me. Con lui ho vissuto indimenticabili momenti personali e professionali. Avevamo un rapporto particolare e quel To-ni-no come - tra i pochi nella mia vita - era solito chiamarmi, continuerà a risuonare nelle mie orecchie. Poco tempo fa andai a trovarlo a casa dopo aver chiesto a Marisa come stesse. Ero preoccupato che non mi riconoscesse e invece, mentre completavo la scala che conduce al primo piano della personalissima casa di via Annunziata, mi accolse con un incerto ma affettuoso «Ue Tonì!». Mi aveva riconosciuto, mi aveva accolto come al solito. Era seduto intorno al tavolo di tante cene allegre (con Paola, con Mimmo e Rosaria): la buona cucina di Marisa, il rituale e talvolta scanzonato ricordo dei tempi della Gazzetta di Brindisi, di Radio Video Brindisi, del Tempo. Accadeva che raccontasse momenti ed episodi ben noti, ma ogni volta cambiavano le sfumature, i toni, i dettagli. E si finiva col ridere di gusto, come al solito. E’ stata l’ultima volta che l’ho visto. Abbiamo chiacchierato a lungo, abbiamo scherzato, abbiamo parlato di politica, della sua malattia, della pasta in bianco che stava per mangiare, di noi. L’ho baciato e sono andato via. L’ho rivisto senza vita domenica sera, consumato da quella spietata malattia, l’ho accarezzato ... poi sono rimasto sino a tardi con Marisa, Pierluigi, Barbara, Beatrice e Stefano. Abbiamo parlato di lui e di tante cose, siamo riusciti anche a sorridere, come se lui fosse ancora lì con noi, con me. E in fondo, caro Mimmo tu sarai sempre con noi e con me!
Avevo 17 anni quando ho bussato alla porta della redazione della Gazzetta di Brindisi, tu ne avevi 17 più di me. Ti ho chiesto di pubblicare un articolo di pallavolo, il mio primo articolo: 20 ottobre 1973. Mi hai chiesto di tornare, di portare altri articoli; nel 1975 - e non avevo ancora vent’anni - mi hai chiesto di darti una mano (una sorta di fac-totum) per rilanciare il tuo settimanale. Come dimenticare gli anni del lavoro tipografico a Galatina, del «rito» del pranzo del mercoledì nella pausa dell’interminabile e faticosa fase di composizione, impaginazione e correzione della Gazzetta (con i vecchi ma affascinanti sistemi tipografici), il lavoro di preparazione della spedizione: ogni volta un’emozione, una sensazione diversa, un piacere indefinibile e intenso, quello di aver licenziato un altro numero, esattamente come succede con Agenda dal lontano 1991. E che dire dell’esperienza radiofonica? Conservo tante audiocassette con la tua voce, con i tuoi editoriali sui problemi della città: ricordo la mia puntuale raccomandazione di usare toni pacati mentre accendevo il modernissimo registratore Sony che il buon Franco Palma aveva comprato per me, per il notiziario delle 14.15. Tutto inutile, perché nel giro di qualche istante prendeva il sopravvento il timbro del grande oratore, del politico navigato, del giornalista di razza. Tutto rigorosamente a braccio, perché aveva e ha un’altra forza ... come mi hai insegnato.
La notte dell’Immacolata del 1977 è stata la più lunga, la più tragica ma anche la più esaltante giornalisticamente: la notte dello scoppio del P2T, del «cuore del Petrolchimico» come amavi definirlo. Io negli studi di piazza Cairoli, tu in giro tra stabilimento e ospedale: abbiamo raccontato tutto in diretta, sino all’alba. Avevo 22 anni e facevo il giornalista con te, col mio direttore, col mio primo e unico maestro. Se da più di quarant’anni faccio questo lavoro lo debbo a te e solo a te. Tanti amici e colleghi ti debbono qualcosa, ma non hanno avuto il privilegio e la fortuna di avere un rapporto speciale come il nostro. Ti voglio bene Mimmo!
Antonio Celeste

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

[segue]

[archivio editoriali]

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Portavoce e ufficio stampa: quella sottile differenza!
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Portavoce e ufficio stampa: quella sottile differenza!

Quando disse sì a Massimo Ferrarese e Marcello Rollo, con il placet di papà Bruno, il neosindaco di Brindisi Angela Carluccio non immaginava che il successo elettorale le avrebbe «regalato» la peggiore estate della sua vita. Nel 2012 si era candidata al Consiglio comunale nelle file dell'Udc: non fu eletta, ma il sindaco Mimmo Consales pensò proprio a lei per un incarico assessorile. Non se ne fece niente e pochi (forse nessuno) avrebbero immaginato che quattro anni dopo avrebbe indossato la fascia tricolore, primo sindaco donna di una città alla sbando, costretta a patire l'onta del quarto primo cittadino arrestato in poco più di trent'anni.
Avvocato e mamma, donna di bellissima presenza, un sorriso che conquista ma con presumibile scarsa dimestichezza con lo scenario politico-amministrativo, Angela Carluccio ha battuto Nando Marino nel ballottaggio, ha battuto il Centrosinistra (allargato, come lo definì quasi allegramente il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano), ha sorpreso tutti ... ma non i suoi sostenitori più autorevoli che dopo aver scongiurato il rischio di una sconfitta al primo turno, hanno preparato e attuato un autentico golpe elettorale, ribaltando dati e previsioni col risultato di un'affermazione risicata nei numeri (656 voti di scarto) ma clamorosa nella sostanza politico-elettorale.
E' stata la vittoria di Massimo Ferrarese contro Nando Marino, degli ex PD contro Michele Emiliano, della periferia contro una sorta di centro «elitario», dei nemici giurati di Michele Emiliano e Sandra Antonica, entrambi accusati di ingerenza, prevaricazione e supponenza! Personalmente non avrei mai immaginato che potesse finire così. E' vero, la puzza di bruciato era nell'aria alla vigilia del ballottaggio ma quanti non avrebbero sottoscritto il successo di Nando Marino, pur di un sol voto? E' finita con la festa in corso Roma, a ridosso del piccolo ma ribollente comitato della Carluccio, con l'ex sindaco Mimmo Consales pronto a consegnare ai giornalisti il suo pensiero sull'affermazione del centro moderato, della cordata anti-Emiliano, del fraterno amico Lino Luperti mentre in strada tutti saltavano di gioia e cantavano «Chi non salta Emiliano è!». A poca distanza, nell'ampio e attrezzatissimo comitato elettorale di Nando Marino, scene di grande amarezza, con la consapevolezza (soprattutto per il candidato sindaco del Centrosinistra) che molte cose non avevano funzionato, che troppi errori erano stati commessi, che strillare da piazza Cairoli alla Scalinata Virgilio che la vittoria era cosa certa non bastava, anzi!
Conosco bene Nando Marino e so come l'abbia presa male; con quanto entusiasmo e voglia di far bene per la città aveva ceduto alle lusinghe di Michele Emiliano; con quanto impegno e serietà abbia affrontato la campagna elettorale. Andrà in Consiglio comunale da oppositore cercando, come gli altri della minoranza, di complicare la vita del neosindaco e della sua maggioranza, in verità già assai problematica: la rottura con Carmelo Palazzo e con una parte di Impegno Sociale (visto che Lino Luperti e Marika Rollo hanno preso le distanze dall'anziano e bellicoso leader), le dure critiche piovute sull'esecutivo e naturalmente la controversa vicenda dello staff. Per settimane i giornalisti hanno ricevuto comunicati dall'ufficio stampa del Comune di Brindisi ma senza il crisma dell'ufficialità, ossia della formale attribuzione dell'incarico. Tutti sapevamo e sappiamo che quelle note erano redatte dal collega Gianmarco Di Napoli, giornalista professionista (un'importante esperienza col Quotidiano di Puglia; fondatore e direttore responsabile di Senzacolonne, prima settimanale e poi quotidiano; direttore editoriale della testata online Senzacolonnenews dopo la chiusura della versione cartacea della testata). Tutti sappiamo che Gianmarco Di Napoli ha avuto un ruolo fondamentale nella campagna elettorale della Carluccio, come sponda mediatica e non solo. Tutti sappiamo che Gianmarco Di Napoli era comprensibilmente destinato a ricoprire il ruolo di «addetto stampa» del Comune di Brindisi e dunque a far parte dello staff del neosindaco. Nessuna sorpresa, dunque, ma Di Napoli ha praticamente spaccato il fronte giornalistico cittadino: favorevoli e contrari, amici e nemici, questi ultimi sovente per problemi e rancori di carattere personale, vecchi o recenti. Del resto, nessuno si indignò o fece le barricate quando Mimmo Consales premiò Cosimo Saracino, fedelissimo, indefesso e diuturno collaboratore in campagna elettorale, portandolo con sé a Palazzo Nervegna. Quello stesso Saracino che avrebbe avuto un ruolo decisivo nelle vicende giudiziarie dell'ex sindaco e nella prematura conclusione del suo mandato. E nessuno fece barricate quando lo stesso Consales affidò alla brava Pamela Spinelli, già sua collaboratrice nella società News e nell'emittente Telenorba, il compito di curare l'ufficio stampa del Comune ... anche se tale collaborazione finì ancor prima della prematura e traumatica conclusione del suo mandato politico-amministrativo.
Di Napoli è diventato il parafulmine dello scontro politico post-elettorale, uno degli obiettivi da colpire per ... colpire il sindaco Angela Carluccio e suoi sostenitori, Massimo Ferrarese e Marcello Rollo, anche e soprattutto sul piano della sbandieratissima legalità, cavallo di battaglia di un tutore del calibro del notaio Michele Errico. Tutti siamo a conoscenza delle vicende giudiziarie di Gianmarco Di Napoli ma personalmente mi interessano poco. Rinviato a giudizio? Bene, aspettiamo il giudizio. Mi aspetto, invece, che svolga diligentemente il ruolo assegnatogli, non certo sul piano di una professionalità indiscussa e indiscutibile ma su quello della correttezza e del rispetto di chiunque, ossia di tutto il Comune di Brindisi e del Consiglio comunale.
Da giornalista, palesemente schierato con il centro moderato, Di Napoli ha raccontato il percorso elettorale della Carluccio, sino alla vittoria. E salvo che la mia memoria non faccia cilecca, non ha mai ospitato nel suo giornale online note che riguardassero le iniziative e le posizioni elettorali di Nando Marino, non ha mai seguito una sua conferenza stampa e lo ha duramente attaccato su diversi fronti: politico, personale, imprenditoriale e sportivo. E' il «gioco delle parti», è la logica delle scelte. Sono comunque certo che da comunicatore istituzionale rimuoverà quell'esperienza e, con la professionalità che tutti gli riconosciamo, farà bene il suo lavoro. Dico con sincerità che sono felice per lui: un emolumento significativo e sicuro non dispiace a nessuno, specie se riconosciuto per un ruolo di particolare responsabilità e rilevanza.
Vorrei comunque chiedere sia a Carluccio e Di Napoli se la via scelta per l'inserimento nello staff del sindaco, ossia il ruolo di portavoce ufficiale (da molti considerata una sorta di escamotage dopo le polemiche e gli attacchi delle scorse settimane) lasci scoperta la casella dell'ufficio stampa. Riceveremo comunicati soltanto dal portavoce del sindaco, da un ufficio stampa di prossima costituzione o dovremo abituarci all'idea di una soluzione ibrida? La risposta è arrivata proprio stamane (3 agosto 2016) sotto forma di «nota per la stampa» con un chiarimento - guarda caso - sul denaro necessario per la copertura delle spese dello staff, «non sottratto - dice la nota - alle scuole materne o gli asili nido comunali». Insomma, non c'è e non ci sarà un ufficio stampa del Comune di Brindisi, ma lo abbiamo «informalmente» avuto per alcune settimane, cosa che fa parte della storia dei primi passi mossi dall'amministrazione Carluccio. Ma a chi o a quale struttura tutti gli altri (maggioranza e opposizione) affideranno la propria voce istituzionale? Chi ha redatto e diffuso la «nota per la stampa» ricevuta quest'oggi? Con chi i giornalisti dovranno o potranno interloquire per qualunque notizia concernente la vita municipale nel suo complesso e non solo quella legata strettamente alla diretta attività del sindaco Angela Carluccio?
In conclusione, ecco un passaggio del post Facebook di Gianmarco Di Napoli dopo la nomina ufficiale: «Ringrazio i tanti che mi hanno mandato sinceri messaggi di auguri ma anche quelli che in queste ore si affannano a tentare di screditare il mio lavoro e quello di chi si trova al governo della città. È il gioco delle parti, quello degli sconfitti e quello dei vincitori, ma anche il grande valore della democrazia e della libertà di pensiero che i nostri nonni hanno conquistato con il sangue e che difenderemo sempre e a tutti i costi. Lascio, non senza magone, la direzione editoriale di Senza Colonne con la certezza di poter contribuire, nei prossimi cinque anni, alla rinascita della nostra città al fianco di Angela e della sua squadra. E di poterla condividere con voi da un osservatorio privilegiato. W Brindisi». Indipendentemente dal richiamato «gioco delle parti», auguro al collega Di Napoli di contribuire davvero alla rinascita della città. Fatti e risultati saranno la migliore verifica possibile.
Ci vediamo nel primo Consiglio comunale dell'era Carluccio (Angela), convocato per le ore 9.00 del 12 agosto. E con l'aria che tira non sarà certamente una seduta serena.
Buon lavoro e in bocca al lupo. A tutti!
Antonio Celeste
 
P. S. - Senza scendere in dettagli che tutti o quasi conoscono, mi piace pubblicare in calce a queste mie modeste e sincere riflessioni un sms che una persona mi inviò il 16 ottobre 2013: «Mi è stata da diverse parti segnalata la questione di oggi di tuo fratello affinché la pubblicassi. Evidentemente hai più di un nemico anche tu. Ma io mi considero un tuo amico. Un abbraccio». E' vero: abbiamo tutti uno o più nemici, talvolta di bassissimo profilo. E in tal caso non contano, giornalisti o politici che siano. Forse oggi quella persona rileggerà con diverso spirito ciò che mi scrisse. Io non giudico, aspetto fatti e verità ... a prescindere da simpatie e antipatie, da amicizie vere o false.  

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Assenteismo: arrestati e sospesi due dipendenti comunali
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Assenteismo: arrestati e sospesi due dipendenti comunali

«La sua presenza in ufficio non ha mi superato i 60 minuti»: basta questa dichiarazione del procuratore capo Marco Dinapoli per sottolineare la gravità dell'ennesimo episodio di assenteismo che stavolta ha visto protagonisti un dipendente del Comune di Brindisi. L’esito degli accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza (videoriprese, pedinamenti, tabulati del traffico telefonico con localizzazione della posizione ed analisi dei tracciati dei cartellini magnetici), ha consentito di rilevare che l’indagato alcune volte, lasciava il posto di lavoro subito dopo aver registrato la sua presenza mediante il badge; altre volte, con la complicità del collega presente in ufficio, registrava fraudolentemente l’inizio del servizio pur essendo assente. E così, le Fiamme Gialle hanno dato esecuzione ai provvedimenti disposti dal GIP del Tribunale di Brindisi: arresti domiciliari, nei confronti di due soggetti, per truffa in concorso ai danni di un ente pubblico; sequestro preventivo della somma pari ad euro 21.464,98, nella disponibilità di un soggetto (importo relativo al danno quantificato per l’amministrazione pubblica riferito al solo periodo delle indagini). Inoltre, è stato richiesto al GIP di emettere un provvedimento di sospensione dal pubblico impiego nei confronti di altri due soggetti dipendenti del Comune di Brindisi. Sono tutt’ora in corso ulteriori riscontri finalizzati a quantificare il complessivo danno per la Pubblica Amministrazione, in ragione della possibile incompatibilità dell'indagato a svolgere attività commerciale, tenuto conto che lo stesso, oltre ad essere dipendente del Comune di Brindisi, è titolare di partita Iva e svolge la propria attività economica dal 1994. Si tratta del titolare della notissima pizzeria «Romanelli» di Brindisi, unbicata nel centro storico: Giuseppe Carlo Larocca, impegnato nel Centro anziani di Bozzano, e Luigi Antonino, che timbrava il cartellino «coprendo» il collega.
Nella tarda mattinata, con provvedimento dirigenziale, il Comune di Brindisi ha sospeso dal servizio, con effetto immediato, i due dipendenti sottoposti agli arresti domiciliari per truffa aggravata ai danni dell’Ente pubblico. “Si tratta di un'ipotesi di reato gravissima per un dipendente pubblico e che se dovesse essere confermata in sede processuale porterà questa Amministrazione comunale a prendere provvedimenti drastici nei confronti del personale coinvolto, con richiesta di risarcimento del danno - dichiara la sindaca Carluccio -. La macchina comunale non può permettersi furbetti e fannulloni. E in un periodo in cui la disoccupazione è così diffusa non è accettabile che chi ha la fortuna di avere un lavoro nella pubblica amministrazione si conceda il lusso di abbandonare gli uffici e coltivare i propri interessi personali. Chiederò ai miei dirigenti - conclude il sindaco - che venga ulteriormente potenziata l'attività di monitoraggio per fare in modo che questi episodi non si verifichino mai più».

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Cono di atterraggio: una svolta decisiva per l'innalzamento
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Cono di atterraggio: una svolta decisiva per l'innalzamento

Decisiva svolta nel lungo percorso verso l’obiettivo dell’innalzamento del cono di atterraggio nell’aeroporto del Salento, intrapreso e fortemente voluto dall’Autorità portuale di Brindisi al fine di consentire alle navi di altezza sino ai 50mt di ormeggiare nel porto medio, a Costa Morena- Punta delle Terrare. Nei giorni scorsi, Enac ha validato un “Protocollo di Intesa per l’esecuzione degli interventi necessari a rendere compatibile l’innalzamento dei limiti di air-draft presso le banchine del porto medio di Brindisi con l’aeroporto di Brindisi Casale”, sottoscritto da Authority, Aeroporti di Puglia ed Enav. La contiguità delle aree portuali con lo scalo aeroportuale, infatti, determina delle importanti limitazioni operative connesse all’ingombro delle navi che oltre i 36mt di altezza interferiscono con le superfici di protezione alle operazioni di volo per la testata 31 della pista aeroportuale. Dopo numerosissime interlocuzioni, incontri e tavoli tecnici con i massimi rappresentanti dell’Ente Nazionale per l’Assistenza al Volo e Aeroporti di Puglia, e all’esito di uno studio aeronautico e di safety che l’Autorità portuale brindisina ha commissionato ad Enav, si è addivenuti all’adozione di tale documento, in attuazione del quale l’Autorità portuale finanzierà, così come  deliberato dal Comitato portuale, i lavori necessari alle strutture strumentali e agli impianti aeroportuali per conseguire il risultato programmato, per un importo,  pari a 1 milione e 300 mila euro.
«Si procederà - commenta il commissario straordinario dell’Autorità portuale di Brindisi, Mario Valente - all’arretramento della soglia pista di atterraggio- in prossimità del porto medio- di circa 200 mt., rispetto all’attuale. L’angolo di discesa dei velivoli, inoltre, verrà rimodulato a 3 gradi, rispetto ai 2,5 attuali. Saranno garantite, conclude Valente, tutte le migliori condizioni di sicurezza, sia in porto che in aeroporto». Attualmente, sono autorizzate ad operare dietro una concessione di deroga da parte di ENAC, attraverso apposito NOTAM, navi con air-draft non superiore ai 41 mt,  solo per alcuni giorni della settimana, esclusivamente fino al tramonto e con visibilità assicurata. 

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Ineleggibilità: il Consiglio comunale non ingrana la «Quarta»
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Ineleggibilità: il Consiglio comunale non ingrana la «Quarta»

(a. c.) - Un titolo facilmente suggerito dal punto più controverso dell'ordine del giorno della seduta di insediamento del Consiglio comunale di Brindisi (12 agosto 2016), che ha praticamente messo alla porta Gianluca Quarta a dispetto dei 768 voti ottenuti nella tornata elettorale. Una lunga e vivace discussione, una sospensione per riordinare le idee e definire strategie e obiettivi e una votazione che per molti versi può essere considerata una decisione meramente politica, a prescindere dagli aspetti tecnico-giuridici: 16 hanno votato per l'ineleggibilità, 12 contro; i due consiglieri M5S e Umberto Ribezzi non erano in aula; Raffaele De Maria (CoR) si è astenuto; da notare che i due consiglieri di Impegno Sociale (Manfreda e D'Onofrio) hanno votato contro la ineleggibilità e altrettanto avrebbe fatto Carmelo Palazzo, assente giustificato nella seduta d'esordio. Il posto di Quarta è stato preso da Teodoro Pierri, primo dei non eletti della lista Brindisi Popolare. Nessun problema per la presunta incompatibilità dei consiglieri Rino Scarano e Maurizio Colella che nel frattempo avevano sanato la propria posizione nei confronti del Comune. Gli incarichi assessorili conferiti a Salvatore Brigante e Giampiero Campo e le dimissioni di Nicola Massari (ex candidato sindaco del centrodestra) hanno consentito l'ingresso in Consiglio di Luigi Sergi (Democratici per Brindisi), Luca Ribezzo (Noi Centro) e Mauro D'Attis (Forza Italia). Grande attesa per l'elezione del presidente dell'assemblea, soprattutto per fugare i residui dubbi della vigilia: la maggioranza ha tenuto eleggendo, come previsto, Pietro Guadalupi (CoR), mentre Damiano Flores (Partito Democratico) è stato eletto vicepresidente dell'assise: 17 voti per Guadalupi, 11 per Flores, 2 per Alparone e 2 astensioni. Nel corso della riunione sono stati nominati anche i componenti della commissione elettorale: Giampiero Epifani, Luigi Sergi e Antonio Pisanelli; membri supplenti sono Maurizio Colella, Cristian Saponaro ed Elena Giglio. Dopo il giuramento e un breve discorso, il sindaco Angela Carluccio ha illustrato le linee programmatiche della sua Amministrazione. Al termine del confronto in aula, la votazione non ha prodotto risultati esaltanti per la maggioranza: 15 voti favorevoli, 12 contrari e 2 astensioni. I tre componenti del gruppo «Coerenti per Brindisi» (Marika Rollo, Lino Luperti e Umberto Ribezzi) non erano in aula al momento della votazione.
NOTA DI QUARTA - Per tornare al caso Quarta, ecco la nota che l'ex consigliere di Brindisi Popolare diffuso nel pomeriggio accompagnandola con una foto del suo posto vuoto e il cavaliere personale: «Questa è la foto che dedico a tutti i miei 768 elettori che oggi per una sentenza POLITICA al sapore di vendetta personale, hanno subito un torto. Quello che in un primo momento si stava incanalando verso un dibattito leale e democratico con addirittura una dichiarazione dei COR di astensione si è trasformato dopo la richiesta di interruzione e conseguente ed evidente 'tirata di orecchie' in un voto compatto e tendenzioso basato su una NON assunzione di responsabilità del Segretario Generale e su di una NOTA e non PARERE della Prefettura che rimandava per approfondimenti e valutazioni del caso al Consiglio Comunale stesso ( in sostanza, rimbalzandosi le responsabilità). La Democrazia credo che oggi abbia subito un colpo indelebile. Tutelerò la Vostra e la mia immagine nelle sedi giudiziarie opportune intraprendendo anche azioni di responsabilità personali. La ineleggibilità contestata a mio carico non è stata ne sancita ne dibattuta ma si è solo cercato il modo migliore per poterla votare. La stessa Prefettura di Brindisi proprio a causa della incertezza sulla materia ha anche richiesto un parere al Ministero dell'Interno che per ovvi motivi dettati dalla ristretta tempistica non è riuscito ancora a formulare. Comunque, si è proceduto senza motivazioni complete ed esaustive a dichiarare ineleggibile un cittadino democraticamente eletto che ha servito il suo Comune riportando per la prima volta in utile dopo 14 anni un azienda pubblica che ad oggi ha triplicato i propri fatturati. Faccio un grosso in bocca al lupo al mio caro amico Rino Pierri che sono sicuro rappresenterà al meglio Area Popolare nell'Assise Comunale in attesa del responso del Giudice. Un ringraziamento a tutta la opposizione che in maniera compatta ha votato per la eleggibilità e Mauro D'Attis e Riccardo Rossi per la strenua difesa non personale ma di un diritto acquisito e purtroppo privato. Grazie a tutti e forza Brindisi».
(Nella foto l'ex consigliere comunale Gianluca Quarta saluta i consiglieri Riccardo Rossi e Giuseppe Ceglie poco prima di abbandonare l'aula).

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Carmelo Palazzo pronto a dare battaglia in Consiglio comunale
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Carmelo Palazzo pronto a dare battaglia in Consiglio comunale

(a. c.) - C'era una volta il quintetto di Impegno Sociale, ma dopo l'addio di Marika Rollo e Lino Luperti (che con Umberto Ribezzi hanno costituito il gruppo «Coerenti per Brindisi») Carmelo Palazzo si presenterà in Consiglio comunale con un terzetto composto da lui e dai fedelissimi Gianpaolo D'Onofrio e Antonio Manfreda. Con quale atteggiamento? La risposta, raccolta telefonicamente, è categorica: Impegno Sociale approverà «solo ed esclusivamente» delibere che abbattano il disagio sociale, che aumentino il decoro urbano, che garantiscano più pulizia e/o igiene pubblica, che disciplinino il commercio itinerante, che prevedano la severa osservanza delle norme del codice della strada da parte di tutti! E poi, basta dare uno sguardo alla rituale «scheda» presentata in mattinata al settore ufficio del Consiglio comunale del Comune di Brindisi per immaginare che Impegno Sociale non farà sconti a nessuno: «Rigore nell'accettazione del documento programmatico discusso e sottoscritto dalla coalizione vincente! In ossequio alla cosiddetta trasparenza». Tutto scritto di pugno proprio da Carmelo Palazzo che ci regala un gustoso antipasto di quello che potrebbe succedere in aula venerdì 12 agosto relativamente alle opzioni relative all'area politica di riferimento e al gruppo consiliare: il leader di Impegno Sociale ha sbarrato tutto! Nel primo caso ha dichiarato di essere di centro, destra, sinistra, centro-destra, centrosinistra e ... altro; nel secondo caso ha dichiarato di far parte della coalizione a sostegno del sindaco, di far parte di formazioni politiche di opposizione al sindaco, di essere un gruppo consiliare misto-indipendente. Insomma, tutto e il contrario di tutto con una chiara strategia provocatoria. Insomma, ne vedremo e ne sentiremo di tutti i colori ... e non solo politici! 
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
I consiglieri Rollo, Luperti e Ribezzi sono «Coerenti per Brindisi»
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

I consiglieri Rollo, Luperti e Ribezzi sono «Coerenti per Brindisi»

E' fatta! A pochi giorni dalla seduta di insediamento del Consiglio comunale di Brindisi, tre membri dell'assise cittadina hanno ufficialmente cambiato casacca ed hanno quindi attuato un proposito già noto: la costituzione di un nuovo gruppo consiliare, denominato «Coerenti per Brindisi». Si tratta di Umberto Ribezzi (eletto con Democratici per Brindisi) e degli ex Impegno Sociale Maria (Marika) Rollo e Pasquale (Lino) Luperti, designato all'unanimità a ricoprire il ruolo di capogruppo. Siamo abituati a certi cambi, ma in questo caso i tre neoconsiglieri hanno stabilito un piccolo record perché hanno abbandonato i partiti o gruppi di appartenenza ancor prima della seduta di insediamento. Poco dopo il voto, Ribezzi aveva rotto (secondo copione ...) con Luciano Loiacono e Salvatore Brigante perché, a sentir lui, non coinvolto se non addirittura ignorato nei primi passi post elettorali; mentre Rollo e Luperti hanno preso le distanze dalla critica e intransigente posizione assunta dal leader di Impegno Sociale Carmelo Palazzo rispetto al neosindaco Angela Carluccio e ai suoi sostenitori; fedeli a Palazzo rimangono Gianpaolo D'Onofrio e Antonio Manfreda. In Consiglio si vedrà quale atteggiamento assumeranno gli uni e gli altri.
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Presentazione XIX Barocco Festival «Leonardo Leo»
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Presentazione XIX Barocco Festival «Leonardo Leo»

È stata presentata nel salone di rappresentanza della Prefettura di Brindisi (17 agosto 2016) la XIX edizione del «Barocco Festival Leonardo Leo». Sono intervenuti il Vicario del Prefetto, Pasqua Erminia Cicoria, il presidente della Provincia, Maurizio Bruno, il sindaco di San Vito dei Normanni, Domenico Conte, il sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, gli assessori alla Cultura del Comune di Brindisi, Maria Greco, di Mesagne, Marco Calò, e di Cisternino, Giovanna Curci, il responsabile Affari territoriali di Enel (uno dei due main partner), Angelo Di Giovine, e il direttore artistico del Festival, Cosimo Prontera, per presentare una rassegna che torna a valorizzare celebri capolavori e autentiche riscoperte nel segno di Leonardo Leo, compositore della scuola napoletana del XVIII secolo nato a San Vito dei Normanni. Tutti gli ingressi sono liberi. Agenda Brindisi pubblica il servizio curato dal direttore Antonio Celeste con le dichiarazioni del Maestro Cosimo Prontera, del sindaco di Brindisi Angela Carluccio, del sindaco di San Vito dei Normanni Domenico Conte e di Angelo Di Giovine (relazioni esterne e territoriali Puglia-Basilicata Enel SpA).
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Forum Eventi: la grande musica con Massimo Ranieri
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Forum Eventi: la grande musica con Massimo Ranieri

Venerdì 5 agosto la grande musica italiana è di scena al Forum Eventi di San Pancrazio Salentino (Brindisi). Protagonista sul palco della meravigliosa sala concerti salentina sarà Massimo Ranieri, in tour con il suo «Sogno e son desto ... in viaggio», la nuova edizione dello show ideato e scritto con Gualtiero Peirce che tanto successo ha riscosso nelle prime serate su Raiuno. Sarà un viaggio affettuoso, spettacolare e sorridente attraverso grandi canzoni, racconti particolari e colpi di teatro. I protagonisti, ancora una volta, non saranno i vincitori o le imprese degli eroi, ma i sognatori e la vita di tutti noi. Nel duplice ruolo di attore e cantante, Ranieri porterà in scena il teatro umoristico - alternando meravigliosi pezzi teatrali a momenti dedicati alla grande poesia, tra Seneca e Neruda passando per Palazzeschi, Goldoni, Prezzolini, Aznavour - e le più celebri canzoni napoletane. Grandi classici come “Vent’anni”, “Erba di casa mia”, “Rose rosse” e “Perdere l’amore”, ma anche piccole grandi gemme del passato musicale partenopeo, come ad esempio “Marenariello”, scritta addirittura alla fine dell’Ottocento, o “Ué ué che femmena”, recentemente reinterpretata in chiave jazz nel progetto “Malìa”, che ha visto Ranieri accanto a interpreti prestigiosi come Enrico Rava, Rita Marcotulli, Stefano Di Battista, Stefano Bagnoli e Riccardo Fioravanti. E poi ancora Tenco, Battisti e Pino Daniele, e ovviamente immancabili omaggi a grandi maestri come Carosone e Nino Taranto, le cui celeberrime macchiette tornano sulla scena più vive che mai. Accanto ai suoi successi, non mancheranno naturalmente novità musicali e sorprese teatrali, proposte con la formula che nelle precedenti edizioni ha già conquistato le platee di tutta Italia.
INFO - Forum Eventi - Via Taranto, San Pancrazio Salentino (Brindisi) - Infoline: 3929358852 - 3462467237
PREZZI - Poltronissima Gold: 75€ - Poltronissima: 55€ - Poltrona: 45€ - Posto a sedere numerato: 35€

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Tour Malika Ayane: tappa ostunese domenica 7 Agosto
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Tour Malika Ayane: tappa ostunese domenica 7 Agosto

Continua inarrestabile lo straordinario successo live di Malika, un anno record per l'artista. Un nuovo viaggio musicale che unisce le due anime di “Naif”, quella più acustica ispirata alle atmosfere delle sale da ballo anni sessanta, al varietà e ai ritmi tribali e caraibici insieme all'anima più randagia e urbana dai suoni elettrici e le influenze della club culture di Berlino e Londra. Uno spettacolo sorprendente che fa rivivere sul palco la magia e le sonorità del lavoro di studio. Naif En Plein Air Tour 2016 approderà ad Ostuni domenica 7 agosto nella Cava San Giovanni. Sul palco, ad accompagnarla, una straordinaria band composta da: Carlo Gaudiello (pianoforte), Marco Mariniello (basso), Leif Searcy (batteria), Stefano Brandoni (chitarre), Giulia Monti (violoncello), Daniele Parziani (violino), Moreno Falciani, Andrea Andreoli e Giampaolo Mazzamuto (fiati) e Daniele Di Gregorio (percussioni). La tournée è una produzione Massimo Levantini per Live Nation; i biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone e nelle prevendite abituali, per tutte le info: www.livenation.it, info line: 02.53006501. Malika Ayane è tra i grandi talenti di Sugar, l'etichetta discografica indipendente che negli anni ha portato al successo alcuni dei più grandi nomi della musica italiana come Andrea Bocelli, Negramaro, Elisa, Raphael Gualazzi.
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Progetto LET'S JOB: work shop di apertura a Villa Castelli
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Progetto LET'S JOB: work shop di apertura a Villa Castelli

Giovedì 25 agosto 2016, nella sala consiliare del Comune di Villa Castelli, la Cooperativa «F. Aporti» di Brindisi organizza il workshop di apertura del Progetto LET'S JOB. Il quadro che emerge dall’analisi di contesto mette in evidenza elevati tassi di dispersione scolastica e di disoccupazione giovanile nella Provincia di Brindisi. Emerge quindi la necessità di realizzare interventi mirati all’acquisizione di competenze e professionalità facilmente spendibili sul mercato del lavoro, all’inserimento lavorativo, al sostentamento del lavoro autonomo e all’avvio di nuove giovani realtà imprenditoriali. A tal fine nasce il progetto LET’S JOB, avviato l’1 Luglio, che vede tra gli obiettivi generali:
Qualificazione dei giovani su professionalità riconducibili agli antichi mestieri;
Formazione di professionalità richieste da mercato del lavoro e/o rafforzamento della formazione e professionalità in linea con il profilo o percorso di studi già intrapreso dai giovani;
Inserimento nel mercato del lavoro attraverso la realizzazione di tirocini presso aziende partner; Tutoraggio (pre e post) nella creazione di nuova imprenditorialità in specifici settori di riferimento, in linea con quelle che sono le esigenze del territorio.
Per il raggiungimento degli obiettivi di cui sopra saranno realizzati percorsi formativi includendo nella fase finale azioni di accompagnamento al lavoro sotto forma di tirocinio presso una delle aziende partner o di counselling alla creazione dell’impresa, obiettivo finale del percorso progettuale.
Beneficiari del progetto saranno i giovani di età compresa tra i 16 e i 35 anni con almeno uno dei seguenti requisiti di ammissibilità:
Giovani che hanno assolto l’obbligo scolastico fino a 16 anni, iscritti nelle anagrafi dei centri per l’impiego della provincia di Brindisi.
Giovani in condizione di disagio sociale.
Minori tra i 16 e i 18 anni che seguono un precorso di messa alla prova.
Giovani disoccupati di lunga durata.
Giovani in cerca di prima occupazione.
Giovani donne.
Studenti iscritti alle IV e V classi degli istituti professionali, in possesso del diploma di qualifica. Studenti con titolo di studio pari o superiore al diploma di scuola superiore.
Il progetto LET’S JOB costituisce un’assoluta novità nel panorama delle politiche giovanili a livello provinciale. La sperimentazione e sviluppo del progetto nella Provincia di brindisi consentirà il perseguimento dei seguenti risultati diretti e indiretti:
Creazione di soluzioni di autoimpiego per giovani disoccupati, giovani in condizione di disagio sociale, giovani donne;
Inserimento nel mondo del lavoro di giovani disoccupati, giovani in condizione di disagio sociale, giovani donne;
Sviluppo e creazione di professionalità nei vari campi di riferimento;
Creazione di un punto di riferimento per la formazione professionale e professionalizzante; Individuazione e costruzione di un insieme di servizi integrati per lo sviluppo della cittadinanza attiva;
Attivazione di un approccio promettente, a livello provinciale, in termini di valorizzazione dei saperi e delle conoscenze dei giovani.

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Patrimonio culturale: parte il progetto «Museo per tutti»
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Patrimonio culturale: parte il progetto «Museo per tutti»

Ai nastri di partenza il progetto «Museo per tutti», sviluppato dal Liceo Artistico «E. Simone» (parte dell’IISS «Marzolla-Simone-Durano» di Brindisi) in collaborazione con la Collezione Archeologica Faldetta e finanziato dal MIUR nell’ambito del Concorso nazionale Progetti didattici nei musei, nei siti di interesse archeologico, storico e culturale o nelle istituzioni culturali e scientifiche.
Il lancio avverrà venerdì 18 marzo a Palazzo Guerrieri a Brindisi con il Convegno  Regionale «Verso la valorizzazione del Patrimonio Culturale: metodi e strumenti innovativi per la scuola e per il territorio» presso la sede dell’Hub dell’Educazione e della Conoscenza. Sono partner del progetto l’Istituto comprensivo di San Pancrazio Salentino e l’Istituto comprensivo «Casale» di Brindisi. Contribuiscono all’implementazione l’Università del Salento (Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'Uomo), l’ANISA (Associazione Nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte), l’Associazione AB2 Luoghi di educazione all’Arte e l’Associazione Etra Entra nell’arte. Il Convegno si svolgerà alla presenza degli operatori culturali ed economici, tra i quali Confindustria e largo spazio sarà dato al confronto e alla partica del workshop. La partecipazione al Convegno è valida ai fini dell’aggiornamento dei docenti ed è previsto l’esonero dal servizio per i docenti di ogni livello poiché ANISA è soggetto accreditato dal MIUR. Le attività si svolgeranno fino a tutto il mese di giugno 2016 coinvolgendo le scuole e la cittadinanza.
Il Progetto «Museo per tutti» - Il progetto è finalizzato alla realizzazione di un’area riservata alle attività didattiche e laboratori multimediali per tutti i tipi di pubblico all’interno della Collezione Archeologica Faldetta, ospitata nella palazzina del Belvedere sul lungomare di Brindisi. La rilevanza attribuita nella legge 107 del 2015 (detta Buona Scuola) al potenziamento della Storia dell’arte, al Patrimonio culturale e all’alternanza scuola lavoro ci ha spinto a programmare attività nel museo che favoriscano la collaborazione tra le istituzioni culturali e quelle scolastiche. Inoltre, sentiamo la necessità di intervenire in modo innovativo in un territorio in cui manca, da parte dei musei pubblici e dei centri espositivi, una strategia per la fruizione dei beni culturali. Il progetto si propone di sviluppare la fruizione consapevole e il senso di appartenenza della comunità cittadina del patrimonio culturale attraverso la partecipazione. Il nostro obiettivo è realizzare un museo che si trasforma in un luogo accogliente dove le famiglie possano trascorrere qualche ora durante il fine settimana e dove gli adolescenti si sentano a casa propria. Un museo che diventi il punto di partenza per l’esplorazione della città in modo attivo, intelligente e partecipato, all’interno del contesto storico che ha generato la Collezione e nel quale è collocato il palazzo che la ospita. Il Museo diventerà un luogo cui la nostra istituzione scolastica programmerà attività di alternanza scuola lavoro secondo quanto previsto dalla legge 107/2015, con l’obiettivo di orientare i nostri allievi verso le professioni della cultura e del turismo. Il metodo adottato, che investe sulla qualità della relazione tra i partecipanti, la pratica del walkscape, la sperimentazione di tecnologie digitali di facile accesso (smartphone, i pad ecc.) per sviluppare saperi significativi saranno al centro di un processo che consentirà agli studenti, ai docenti e ai diversi pubblici di implementare il laboratorio stesso.  
Il Convegno »Verso la valorizzazione del Patrimonio Culturale: metodi e strumenti innovativi per la scuola e per il territorio» - Il convegno si svolgerà il 18 marzo, a partire dalle ore 9.00, presso la sede dell’Hub dell’Educazione e della Conoscenza a Palazzo Guerrieri a Brindisi: la partecipazione è aperta a tutti. Durante la mattina sono previste le relazioni degli ospiti provenienti da prestigiosi atenei italiani, incentrate sul potenziamento del ruolo delle comunità per la conoscenza e la valorizzazione del Patrimonio culturale attraverso gli strumenti offerti dalle tecnologie digitali e dalle applicazioni open source che facilitano la condivisione. L’idea cardine è che lo studio e la conoscenza del Patrimonio culturale possano contribuire davvero alla crescita del territorio attraverso il rafforzamento del senso di identità, il piacere della scoperta da parte dei giovani e lo sviluppo di attività nell’ambito turistico e culturale. Le idee, le pratiche e gli strumenti saranno offerti al confronto con Confindustria e con gli operatori economici e culturali che negli anni, tra questi l’Associazione Fotografica INPhoto, Brindisiweb e Brindisi my Destination che, anche in collaborazione anche con il Liceo Artistico, hanno contribuito allo sviluppo di attività di conoscenza e valorizzazione del Patrimonio culturale. I workshop del pomeriggio svilupperanno l’attenzione alle esigenze dei diversi tipi di utenza e alla fruibilità dei contenuti con l’ottica di realizzare interventi didattici ripetibili, interdisciplinari e personalizzati, destinati alla generazione del nuovo millennio, e in particolare degli studenti delle scuole del primo e del secondo ciclo e tramite i ragazzi alle famiglie e  alla comunità brindisina.
Giovanna  Maria Bozzi (Segretaria nazionale ANISA Referente del progetto e docente di Storia dell’arte Liceo «Edgardo Simone»)
Nella foto la conferenza stampa di presentazione

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Liceo «Marzolla»: poliedricità di un istituto scolastico
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Liceo «Marzolla»: poliedricità di un istituto scolastico

Trasversalità e specializzazione: è questo il collante dell’IISS «Marzolla-Leo-Simone-Durano», felice connubio di anime diverse che contribuiscono, tutte, all’idea di una formazione completa  dello studente-persona-professionista-cittadino. In un momento storico e in un contesto territoriale non facile in cui anche il concetto di modernità pare costretto al superamento, svenduto o scambiato spesso come facile percorso di facile accesso al mondo del lavoro, i quattro poli liceali, classico, scientifico, artistico e musicale condividono la mission di formare e potenziare capacità e competenze egualmente importanti per una interpretazione critica e consapevole  del presente e di fornire gli strumenti per l’ interazione e la collocazione professionale in esso. Attenzione particolare, dunque, è rivolta dal dirigente scolastico, prof.ssa Carmen Taurino e dal Collegio dei Docenti a includere, all’interno della fisionomia specifica dei quattro indirizzi, azioni articolate per radicare sempre di più la scuola al territorio in termini di efficacia formativa e culturale e, pertanto, comune ai quattro istituti è la realizzazione di progetti di alternanza scuola-lavoro, stage e laboratoriali, di esperienze di collaborazione con enti territoriali, agenzie culturali e società civile. Febbraio 1866: a Brindisi vengono istituiti gli studi ginnasiali. Da 150 anni dunque il Liceo Classico «Benedetto Marzolla» è punto di riferimento nella formazione culturale e professionale di generazioni di brindisini, arricchito dall’apertura al moderno che a partire dall’ultimo decennio ne ha riplasmato la fisionomia e quella del liceo classico in generale.
Se tradurre latino e greco «non è solo un esercizio ma una pratica di comprensione degli altri e delle loro culture» (L. Canfora), l’azione del «Marzolla» ha affiancato ad essa strumenti e percorsi nuovi per allacciarsi alle dinamiche del presente e incidere maggiormente e significativamente in esso. La sezione scientifica e quella linguistica sono state potenziate: la scuola, oltre a sviluppare didattica laboratoriale, è già da tempo sede dei corsi e degli esami per il conseguimento delle certificazioni ECDL e Cambridge per i corsi Pet e First. Gli ambienti di lavoro sono informatizzati, dalle aule, tutte con postazione PC portatile e Lim, ai laboratori (fisica, scienza, linguistico-multimediale, Lim e multimediale).Progetti Pon, percorsi di alternanza scuola-lavoro come Fixo, stage di mobilità internazionale (Londra 2015, giornalismo), progetti in rete con altri istituti superiori e scuole medie, partecipazioni a gare e concorsi nazionali e internazionali, apertura alla società civile con collaborazioni e incontri, laboratori pluridisciplinari di orientamento, fanno del «Marzolla» una scuola niente affatto «ingessata» ma viva e talentuosa, stando anche al successo ottenuto con l’ultima edizione della «Notte dei Licei Classici» dello scorso gennaio. Lo Scientifico «Leonardo Leo» di S. Vito dei Normanni ha una storia decisamente più recente ma anch’esso opera in un’ottica di modernità e specializzazione; propone ambienti e laboratori informatizzati, corsi Pet e First, Ecdl e Ecdl Cad, progetti Pon e in rete, percorsi di alternanza scuola-lavoro e di orientamento, si fa promotore di iniziative culturali in ambito cittadino e offre una formazione scientifica completa. Il Liceo Artistico «E. Simone» e il musicale «G. Durano» rappresentano dal canto loro una realtà fresca, aperta, dinamica, legata tanto al proseguimento degli studi quanto a prospettive interessanti di inserimento diretto nel mondo del lavoro. Uniti strettamente dalla creatività i due indirizzi approfondiscono i linguaggi dell’arte e della musica in un armonico rapporto di continuità tra passato e presente, puntano all’acquisizione  delle conoscenze e delle competenze tecniche (grafiche e figurative per l’artistico, di teoria e composizione per il musicale), propongono percorsi tematici, progetti in collaborazione con enti e istituzioni, stage di formazione e mobilità internazionale (Manchester, 2015, musica; Londra, 2015, Art and illustration). Intreccio di percorsi ed esperienze in divenire, teso alla qualità, al miglioramento dell’offerta e a ricadute importanti nel territorio, l’IISS «Marzolla-Leo-Simone-Durano» ha un suo centro umano e un motore caldissimo: i suoi ragazzi, protagonisti appassionati e attenti slanciati verso il futuro.
Daniela Franco
E L'OPEN DAY DIVENTA FESTA!
Può un open day trasformarsi in una festa? Evidentemente sì, e proprio questo accadrà nel Classico «Marzolla» domenica 21 febbraio dalle ore 10 alle 13. La scuola, che apre le sue porte al pubblico per l’ultima data utile prima della scadenza iscrizioni, conclude contestualmente il progetto orientamento in entrata che si è articolato nei mesi scorsi attraverso laboratori multidisciplinari, incontri e progetti in rete e lo fa con un’animazione diffusa di ogni ambiente dell’istituto. Musica, parole, immagini, coloreranno ancora una volta il «Marzolla», di nuovo saranno alla ribalta i suoi giovani talenti per una mattinata diversa e ricca di sorprese. Non finisce qui, infatti, dal momento che  ci sarà spazio per una ufficiale «celebration» dello stage formativo «A book for the future». Famiglie, ragazzi, docenti, avranno modo di gustare aconti , video e cortometraggi realizzati dagli studenti dello stage a testimonianza di una esperienza, a detta loro, unica e indimenticabile. Un aperitivo sarà offerto dall’agenzia viaggi Vapatours di Brindisi che ha organizzato l’intero soggiorno a Londra in vincente sinergia con la scuola.

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Degrado del litorale: lettera-appello al sindaco Carluccio
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Degrado del litorale: lettera-appello al sindaco Carluccio

Dal signor Silvano Cataldi, frequentatore, delle spiagge libere del litorale nord di Brindisi, riceviamo e volentieri pubblichiamo una lettera-appello rivolta al sindaco Angela Carluccio affinché disponga interventi di pulizie, specialmente nel tratto di spiaggia dell'ex Lido Acque Chiare. Ecco il testo integrale della lettera.  
Gentile signora Sindaca,
qualche giorno fa son tornato in quel tratto di spiaggia libera (l’ultima volta c’ero stato giusto un anno addietro) noto come «ex Acque chiare», lungo circa  un centinaio di metri: ebbene, ho potuto notare che, ancora una volta, tranne la parte centrale che risulta pulita, quelle laterali sono disseminate di rifiuti (piccoli pezzi di legno e di plastica, accendini, tappi di bottiglie, penne a biro e altro) che le maree  puntualmente ci restituiscono, insieme a qualcosa di suo,  per mostrarci quanta poca cura abbiamo del nostro mare. Ora, trattandosi di una fascia di litorale davvero piccola, credo sia possibile tenerla pulita con una ragionevole spesa. Forse sarebbe sufficiente pulire le estremità all’inizio della stagione estiva. Certamente l’ideale sarebbe abbattere quei ruderi che da circa 40 anni sono lì a ricordare ai brindisini i  bei tempi passati, i quali però,  oltre a deturpare la vista del posto - guardando dal basso il tutto risulta davvero scoraggiante - risultano assai pericolosi col rischio che, prima o poi, possano venir giù da soli e, sfortunatamente ferire  qualcuno che si trovasse a passare di là, o che sia lì vicino a prendere il sole.  
Personalmente sono convinto che se quel tratto di spiaggia risultasse pulito, con grande soddisfazione non soltanto di tutti coloro che, come me, lo frequentano più o meno  regolarmente, ma anche di chi si trovasse a passare di là, e decidere di farsi una nuotata (non speriamo sempre nel turismo, anche se piccolo e di passaggio?), di certo  porterebbe a riflettere coloro che hanno la pessima abitudine di lasciare sulla sabbia qualche  rifiuto (un accendino non più funzionante, una penna esaurita, un pezzo di carta, una cicca, un vuoto di plastica di bottiglia d’acqua ecc.) e, quasi certamente, sarebbero incoraggiati ad utilizzare gli appositi contenitori.
Con la speranza che vorrà adoperarsi  per risolvere  questo piccolo problema, rendendo così più attraente quel pezzo di spiaggia, non mi resta che porgerle i miei più cordiali saluti. 
Silvano Cataldi 
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Ripartono i lavori del canile sanitario comunale
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Ripartono i lavori del canile sanitario comunale

Sono ripresi, dopo mesi di stop legato a meri motivi burocratici, i lavori di completamento del Canile sanitario comunale. Su indicazione della sindaca Angela Carluccio, l’assessore alle Tutele, Francesca Scatigno, ha individuato e risolto i problemi che avevano provocato l’interruzione dei lavori nella struttura di contrada Santa Lucia. La Brindisi Multiservizi ha così avuto l’autorizzazione a riprendere la costruzione dell’ambulatorio interno al canile che consentirà di sottoporre gli animali a visita veterinaria da parte dei medici della Asl al momento dell’accesso nella struttura e non effettuando lo screening sullo stato di salute dei cani all’esterno, come avveniva finora. La realizzazione dell’ambulatorio renderà finalmente funzionale il Canile sanitario all’interno del quale gli animali stazionano per due mesi prima di essere immessi nella struttura vera e propria, il Canile rifugio. «In questo modo la struttura sarà finalmente più funzionale - dichiara l’assessore Scatigno -. Non ci fermiamo naturalmente qui perché il nostro prossimo obiettivo è quello della risoluzione del problema del depuratore che ci consentirà di avere una riduzione dei costi e di offrire un servizio più efficiente».
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Eliconarte Brindisi: sui passi degli antichi Romani
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Eliconarte Brindisi: sui passi degli antichi Romani

Riparte la stagione estiva con gli appuntamenti promossi da Eliconarte, azienda che da diversi anni lavora nell’ambito culturale e turistico di Brindisi. «Dopo l’intenso lavoro con il turismo scolastico e oltre all’impegno quotidiano nella gestione dell’infopoint/bookshop di Palazzo Granafei-Nervegna - affermano gli amministratori - ci dedichiamo all’accoglienza per la fruizione e conoscenza delle bellezze cittadine, definendo il nostro calendario estivo che sarà arricchito prossimamente con altri appuntamenti». Il percorso tematico proposto è il «Brundisium - La Brindisi dell'Impero Romano» alla scoperta di uno degli scali adriatici più sicuri dell’intero Mediterraneo, il porto di Brindisi, che attirò l’interesse dei romani tanto da divenire il fulcro dei traffici mercantili collegando le due realtà, Roma e Brindisi, attraverso l’importantissimo tratto viario della Via Appia. Brindisi conserva importanti testimonianze del glorioso passato dal monumento simbolo della città, le Colonne Romane che svettano in cima alla scalinata Virgilio lì dove morì il somma poeta, ai numerosi reperti custoditi all’interno del Museo Archeologico «Francesco Ribezzo». Passando dall’area archeologica di San Pietro degli Schiavoni, visiteremo inoltre il cinquecentesco Palazzo Granafei-Nervegna dov’è custodito il Capitello originale della Colonna Romana. Il percorso, delle durata di 2 ore circa, per gruppo minimo di 12 persone, è rivolto a tutti i cittadini e ai turisti della nostra città e prende avvio alle ore 18.00 in Piazza Duomo per visitare la sezione della Brindisi romana all’interno del MAPRI - Museo Archeologico Provinciale «Ribezzo». La partecipazione è con prenotazione obbligatoria chiamando il numero 351.2687785 (attivo dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20) e il costo è di 5,00 euro a persona, comprensivo del biglietto d’ingresso al Museo. Appuntamento ogni martedì: 12-19-26 luglio e 2-9-16-23-30 agosto.
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Calendario Legabasket: subito il derby pugliese Sacchetti-Buscaglia
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Calendario Legabasket: subito il derby pugliese Sacchetti-Buscaglia

Si comincia domenica 2 ottobre 2016 e il match d'esordio in serie A sarà praticamente un derby pugliese: Enel Basket Brindisi-Dolomiti Energia Trentino. Nessuno sconvolgimento geografico, ma accade che gli allenatori delle due squadre siano entrambi nati nella nostra regione: il neocoach biancoazzurro Meo Sacchetti ad Altamura (Bari) il 20 agosto 1953, il riconfermato coach trentino Maurizio Buscaglia a Bari il 9 aprile 1969. Per il resto, aspettando il completamento dei due roster, possiamo ben dire che per la NBB del presidente Nando Marino si tratterà di un primo severo banco di prova. Dopo l'esordio casalingo con Trento, l'Enel Brindisi sarà di scena a Pistoia per poi tornare nel Pala Pentassuglia per un'altra sfida di alto profilo e, ormai, di consolidata tradizione tecnico-societaria, ossia quella con la Grissin Bon Reggio Emilia. Ecco la nota diffusa dalla Lega Basket dopo la compilazione del calendario di serie A 2016/17 che inizierà appunto domenica 2 ottobre preceduta dalla Supercoppa nel week end di sabato 24 e domenica 25 settembre (allegato il file completo della regular season). La gara della prima giornata in programma tra Banco di Sardegna Sassari e Openjobmetis Varese si disputerà mercoledì 12 ottobre a causa degli impegni delle due squadre nei gironi di qualificazione della Basketball Champions League (il primo Qualifying Round è in programma il 27 e 29 settembre mentre il secondo si disputerà il 4 e 6 ottobre). La stagione regolare si concluderà domenica 7 maggio mentre i playoff inizieranno venerdì 12 maggio. Come nella scorsa stagione, i play off si giocheranno al meglio delle 5 gare per quanto riguarda i quarti mentre semifinali e finali si disputeranno al meglio delle 7. Nel caso di contemporanea partecipazione della EA7 Emporio Armani Milano ai playoff ed alla Final Four di Eurolega, in programma da venerdì 19 a domenica 21 maggio, i playoff si fermeranno dopo gara2 dei quarti per ripartire mercoledì 24 maggio.
Queste le date dei play off: Senza squadre italiane alla Final Four di Eurolega:
QUARTI DI FINALE: gara 1 - venerdì 12 e sabato 13 maggio; gara 2 - domenica 14 e lunedì 15 maggio; gara 3 - martedì 16 e mercoledì 17 maggio; eventuale gara 4 - giovedì 18 e venerdì 19 maggio; eventuale gara 5 - lunedì 22 e martedì 23 maggio.
SEMIFINALI: gara 1 - giovedì 25 e venerdì 26 maggio; gara 2 - sabato 27 e domenica 28 maggio; gara 3 - lunedì 29 e martedì 30 maggio; gara 4 - mercoledì 31 maggio e giovedì 1 giugno; eventuale gara 5 - venerdì 2 e sabato 3 giugno; eventuale gara 6 - domenica 4 e lunedì 5 giugno; eventuale gara 7 - martedì 6 e mercoledì 7 giugno.
FINALE: gara 1 - sabato 10 giugno; gara 2 - lunedì 12 giugno; gara 3 - mercoledì 14 giugno; gara 4 - venerdì 16 giugno; eventuale gara 5 - domenica 18 giugno; eventuale gara 6 - martedì 20 giugno; eventuale gara 7 - giovedì 22 giugno.
Nel caso di squadre italiane alla Final Four di Eurolega:
QUARTI DI FINALE: gara 1 - venerdì 12 e sabato 13 maggio; gara 2 - domenica 14 e lunedì 15 maggio; gara 3 - mercoledì 24 e giovedì 25 maggio; eventuale gara 4 - venerdì 26 e sabato 27 maggio; eventuale gara 5 - domenica 28 e lunedì 29 maggio.
SEMIFINALI: gara 1 - mercoledì 31 maggio e giovedì 1 giugno; gara 2 - venerdì 2 e sabato 3 giugno; gara 3 - domenica 4 e lunedì 5 giugno; gara 4 - martedì 6 e mercoledì 7 giugno; eventuale gara 5 - giovedì 8 e venerdì 9 giugno; eventuale gara 6 - sabato 10 e domenica 11 giugno; eventuale gara 7 - lunedì 12 e martedì 13 giugno.
FINALE: gara 1 - venerdì 16 giugno; gara 2 - domenica 18 giugno; gara 3 - martedì 20 giugno; gara 4 - giovedì 22 giugno; eventuale gara 5 - sabato 24 giugno; eventuale gara 6 - lunedì 26 giugno; eventuale gara 7 - mercoledì 28 giugno.
EVENTI DI LEGA: oltre alla Supercoppa che si disputerà al Forum di Assago sabato 24 settembre con le sfide in semifinale tra EA7 Emporio Armani e Vanoli Cremona e Grissin Bon Reggio Emilia e Sidigas Avellino e la finale domenica 25 settembre, la stagione prevede la disputa dell’All Star Game domenica 15 gennaio mentre la Final Eight di Coppa Italia si disputerà da venerdì 17 febbraio a domenica 19 febbraio.

Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Enel Brindisi: terminata la FASE 2 della campagna abbonamenti
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Enel Brindisi: terminata la FASE 2 della campagna abbonamenti

Alle ore 20 di giovedì 28 luglio è terminata la FASE 2 della campagna abbonamenti dell’Enel Basket Brindisi per la stagione sportiva 2016/17. Così come avvenuto per la prima fase, anche questa finestra di tempo è stata esclusivamente riservata agli abbonati, che hanno potuto esercitare i diritti di prelazione confermando il proprio posto o scegliendo di cambiarlo tra quelli rimasti invenduti nella passata stagione o resi liberi nella fase 1 dagli altri abbonati. La società Enel Basket Brindisi comunica con estrema soddisfazione che il numero di tessere rinnovate è di 2347. Un incremento dunque di 223 rinnovi rispetto alla scorsa stagione, dato significativo della passione sconfinata che tutto il popolo brindisino, e non solo, nutre verso la squadra. Il grande entusiasmo dei tifosi e degli amanti del grande basket ci proietta sempre più ai nastri di partenza della quinta stagione consecutiva in Lega A, desiderosi di recitare, tutti insieme, un ruolo da protagonista. A partire dalle ore 11 di Sabato 30 Luglio scatterà l’ultimo step della campagna abbonamenti, la FASE 3 dedicata alla vendita libera, che terminerà il giorno precedente al primo turno di campionato (data ancora da fissare). I posti ancora invenduti saranno resi disponibili per tutti coloro che vorranno essere partecipi alle gare casalinghe al PalaPentassuglia. Le operazioni si svolgeranno al New Basket Store di Corso Garibaldi, in tutti i punti vendita TicketOne abilitati sul territorio nazionale, direttamente online sul sito www.ticketone.it o infine chiamando il Call Center al numero 892.101. Abbonati anche tu al grido di #IOTIFOBRINDISI!
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Enel Basket Brindisi: conferma biennale per Marco Cardillo
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini

Enel Basket Brindisi: conferma biennale per Marco Cardillo

Dopo l'ingaggio di Amath M'Baye (206 cm., ala grande), l'Enel Basket Brindisi ha ufficialmente dato notizia della conferma di Marco Cardillo che vestirà la maglia biancoazzurra anche per le prossime due stagioni sportive. Nato il 3 febbraio 1985, è un'ala di cm. 196, peso kg. 90. La valutazione del general manager Alessandro Giuliani: «Il lavoro di Marco è importante non solo in campo ma anche nella costruzione giornaliera dello 'spogliatoio', fondamentale per un roster formato in gran parte da giocatori stranieri che si trovano a giocare a Brindisi per la prima volta. Pertanto la società ha deciso di contrattualizzare Marco con un biennale per farne uno degli italiani di riferimento». Ecco il commento dello stesso Marco Cardillo: «Per me è un onore fare ancora parte della squadra della città che mi ha adottato, sono felice che mi sia stata confermata l'opportunità di dare ancora il mio supporto, mi impegnerò al massimo affinché coach Sacchetti e i miei compagni di squadra possano contare sempre sul mio contributo». Nella foto di Maurizio De Virgiliis, Marco Cardillo nel matrch di Eurocup con la Grissin Bon Reggio Emilia.
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
[segue]
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini Registrazione Tribunale di Brindisi n. 16/1991 - Direttore Responsabile Antonio Celeste
e-mail: agendabrindisi@libero.it - Telefono 0831.564555 - © 2012 All rights reserved
Agenda Brindisi - dal 1991 il settimanale dei brindisini