Autore: Basket IN EVIDENZA Sport

Atti di frode e illecito sportivo: 16 punti di penalizzazione per Varese

Una notizia a dir poco clamorosa nella serie A di basket, con importanti ripercussioni in classifica: il Tribunale federale, a seguito del deferimento della Procura federale per atti di frode sportiva e di illecito sportivo, ha applicato alla società Openjobmetis Pallacanestro Varese la penalizzazione di 16 punti in classifica da scontarsi nell’anno sportivo in corso per non aver ottemperato al pagamento di tutte le obbligazioni nei confronti di tesserati contrariamente a quanto prodotto in sede di ammissione al Campionato di Serie A 2022-2023. Il Tribunale federale ha altresì inibito il presidente della Società Pallacanestro Varese Marco Vittorelli fino al 13 aprile 2026 (3 anni). Legabasket non ha ancora aggiornato la classifica, ma con questa penalizzazione la formazione varesina (adesso quinta con 28 punti) scenderebbe addirittura all’ultimo posto con 12 punti. L’Happy Casa Brindisi, che di punti ne ha 26, salirebbe al quinto posto alle spalle della Dinamo Sassari (30 punti), che domenica giocherà nel Pala Pentassuglia per la 26esima giornata.

NOTA DELLA PALLACANESTRO VARESE – Pallacanestro Varese apprende con sconcerto e stupore il provvedimento assunto in data odierna dal Tribunale federale e che si riferisce a fatti accaduti anni fa. Ritenendo di non aver violato alcuna norma federale, Pallacanestro Varese attende le motivazioni per comprendere le cause di una decisione inaspettata e annuncia, pertanto, che effettuerà immediato reclamo alla Corte d’Appello Federale affinché vengano accolte le legittime difese.

Louis Scola – Foto Marco Donati / Ciamillo-Castoria

NOTA PALLACANESTRO VARESE DEL 14 APRILE 2023 – In merito al provvedimento assunto in data 13 aprile 2023 dal Tribunale Federale, la Società Pallacanestro Varese ribadisce che l’irregolarità formale che le è stata contestata non è stata commessa dai propri dirigenti. E in ogni caso, l’irregolarità contestata non ha generato alcun vantaggio per la Società; non ha inciso in alcun modo sull’iscrizione al campionato in corso; non riguarda i rapporti con gli attuali tesserati, bensì con un ex giocatore. La Società Pallacanestro Varese ha peraltro saldato tutte le pendenze dovute già da molti mesi. Alla luce di tali evidenze, la sanzione ipotizzata per la suddetta eventuale irregolarità di carattere amministrativo risulta sproporzionata e tale da alterare il risultato sportivo e compromettere lo stesso futuro della Società.  «Ribadiamo – ha dichiarato Luis Scola, Amministratore Delegato di Pallacanestro Varese– la nostra massima fiducia per la giustizia sportiva e il profondo rispetto per le sue decisioni. Siamo certi che in Appello sarà approfondita meglio la vicenda e la sanzione sarà revocata: stiamo già lavorando al ricorso per far risaltare la correttezza del nostro operato».

(Visited 180 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com