redazioneAutore: Cronaca IN EVIDENZA

Brindisi: Polizia, sette arresti per spaccio di sostanze stupefacenti

Nella mattinata odierna è stata eseguita, da personale della Squadra Mobile della Questura di Brindisi, coadiuvato dalla Squadra Mobile di Lecce, dai Reparti Prevenzione Crimine di Lecce e Bari, nonché con l’ausilio di unità cinofile, un’ordinanza di custodia cautelare disposta dal Gip del Tribunale di Brindisi nei confronti di 7 persone resesi responsabili dei delitti di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nell’ambito dell’attività di indagine coordinata dal Sostituto Procuratore presso la locale Procura dr. Luca Miceli. Contestualmente sono state eseguite numerose perquisizioni personali e domiciliari a carico di altri coindagati nell’ambito del medesimo procedimento penale. L’attività di indagine trae origine dall’arresto in flagranza di Fabrizio Perugino (1983), dello scorso aprile, per il reato di detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti, quando, nella giornata del 21 aprile 2020, lo stesso veniva arrestato per detenzione ai fini di spaccio di gr 0,4 di cocaina e diversi spinelli. L’estensione della perquisizione nell’abitazione del prevenuto portava al sequestro di ulteriori dosi di cocaina (circa 40 grammi) pronte per essere smerciate e la somma di circa 4.000,00 euro ritenuta provento di attività illecita. La successiva attività di indagine ha consentito di individuare un gruppo nel quale emergevano Fabrizio Perugino e Francesco Testini (foto), gruppo operante nel centro cittadino particolarmente attivo nell’attività illecita di spaccio di sostanze stupefacenti anche all’interno di un noto locale di proprietà di Giuseppe Molendini (1989), sottoposto agli arresti domiciliari unitamente a cl. ‘89, Daniel Borsetti (1993) e Cristian Mela (1981 per il loro coinvolgimento nell’attività illecita. La misura dell’obbligo di dimora è stata, invece, applicata a carico di G.D. (1988) e L.M. (1997). La Questura ritiene di aver individuato un gruppo di spacciatori molto attivo che, sfruttando anche la disponibilità di un avviato esercizio commerciale, riforniva di stupefacente in particolare i giovani della movida. 

(Visited 341 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com