Manuela BuzzerraAutore: IN EVIDENZA Qui Manuela Rubriche Vita Cittadina

Brindisi: vita cittadina, personaggi della storica piazza Mercato

Quando si parla di storia brindisina, vengono in mente le chiese, i monumenti e i musei che a Brindisi abbondano. Ma ci sono dei luoghi in cui si respira tutto il passato di una certa brindisinità: quella genuina, laboriosa e onesta. Uno di questi luoghi è la mitica piazza mercato, sita nel centro cittadino. I più giovani associano questo posto ai tanti ristoranti e locali che nel tempo vi sono nati, animando la piazza anche di sera, tra il mix di profumi della nostra gastronomia. Si spera che presto possa tornare a pululare di gente allegra e spensierata e che i ristoratori possano riprendere attivamente il loro lavoro che tanto bene sanno svolgere, tanto da attirare clienti dalle province limitrofe.

Ma uno dei protagonisti storici di questo luogo caratteristico è il signor Cosimo Cavalera (foto), il più anziano tra i titolari delle bancarelle presenti sin dal primo mattino. Cavalera, per gli amici Coco, ha 84 anni e da quando era poco più che un neonato frequenta la piazza che sente come casa sua. Eh sì, perché è figlio d’arte, i suoi genitori erano i titolari di un banco della frutta e sin dalle prime luci del giorno, andavano a lavorare portando con sé il figlio ancora in fasce, dandogli riparo sotto la loro bancarella. Poi Coco è cresciuto e di quell’attività ne ha fatto arte. Ancora adesso, che ha raggiunto l’età per cui potrebbe godersi il meritato riposo, si sveglia ogni mattina alle quattro per raggiungere il suo banco della frutta. Sistema con amore i suoi prodotti, come farebbe un pittore con i colori sulla tela di un quadro e inizia un lavoro fatto di passione e umanità.
Persino sua moglie l’ha conosciuta tra le bancarelle di piazza Mercato. Tra sguardi ammiccanti, galeotte furono le tante bancarelle presenti sulla piazza. Insieme formano una coppia che è unita, non solo dall’amore, ma anche dalla passione per il lavoro, fatto di colori e profumi invitanti.
Bisogna dire grazie a Coco e a tutti coloro che, come lui, portano avanti le nostre tradizioni, dando folklore e tipicità unici in un mondo sempre più globalizzato. Bisognerebbe valorizzare questi luoghi e queste figure che, non dimentichiamolo, sono anche attrazione turistica rappresentativa della nostra bella Brindisi.
Manuela Buzzerra (Rubrica QUI MANUELA – Agenda Brindisi 30 aprile 2021)

(Visited 268 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com