redazioneAutore: Cultura IN EVIDENZA

Centenario della nascita, omaggio al grande Maestro Pier Paolo Pasolini

Il quadro delle celebrazioni dedicate al centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini si arricchisce di un ulteriore, importante evento poliedrico organizzato con scrupolosa cura dei dettagli dal Consiglio dell’Associazione culturale «Porta d’Oriente», di Brindisi presieduta dall’arch. Enzo Longo, che ha anche coordinato l’intero progetto col supporto della segretaria Rosella Cozza. Spalmato in più giorni e in una terna di luoghi d’elezione del nostro territorio, il calendario delle manifestazioni si articola in un percorso narrativo che si snoda attraverso i vari settori dell’esuberante produzione pasoliniana. Dal punto di vista culturale, per Brindisi, Mesagne e Ostuni – queste le cittadine selezionate – quello di giugno sarà un mese totalmente pasoliniano, con una coda settembrina che proporrà un’appendice riservata ad alcune riflessioni sulla filmografia di Pasolini. A parlare dei film chiave dell’autore, Ida Russo, all’epoca sua stretta collaboratrice. La figura e l’opera del Maestro saranno delineate attraverso varie sezioni-tassello che porteranno ad una definizione armonica del puzzle identificativo dell’artista. Vivremo le emozioni dell’arte pittorica, del teatro, della poesia, del cinema, della musica; ci saranno varie performance, incontri, dibattiti, e la presentazione di un saggio su Pasolini.

Start giovedì 16 giugno, con una prestigiosa serata a tema musicale allestita in una location davvero esclusiva, il Deep Down Club di Ostuni. Il pianista Ivano Barbiero e il percussionista Lelio La Tanza hanno presentato un repertorio legato alla musica e alle atmosfere degli anni ‘50, gli anni del giovane Pasolini. Poi un breve recital del soprano di fama internazionale Angela Nisi, la quale, accompagnata al piano dal M.o Gabriele Greco, ha proposto arie dall’Otello di Giuseppe Verdi, richiamando in qualche modo il personaggio emblematico di Otello, interpretato da Ninetto Davoli, nel cortometraggio «Cosa sono le nuvole» girato da Pasolini nel 1968.
A Brindisi il primo evento si è svolto sabato 18 presso il complesso Scuole Pie di via Tarantini con l’apertura di una prestigiosa mostra collettiva ispirata a tematiche pasoliniane. Espongono quarantuno artisti tra i più rappresentativi del panorama nazionale ed internazionale. Da segnalare, tra gli espositori, anche la presenza di tre fumettisti di caratura mondiale. Dal 21 al 23 tre eventi presso le Scuole Pie: il 21 sarà presentato il libro del prof. Trifone Gargano dal titolo «Pasolini prima di Pasolini», il 22 ci sarà una performance teatrale con gli attori Sara Bevilacqua e Luigi D’Elia e un concerto che vedrà alla chitarra il M.o Gianluca Savarese e al pianoforte il M.o Angela Zaccaria. Il 23 si esibirà invece l’ensemble «Pietre vive del Salento». Dal 26 al 30 la manifestazione farà tappa al Castello Svevo Normanno di Mesagne secondo il seguente programma: il 26 Roberto Covolo dialogherà con Nichi Vendola sulla società ai tempi di Pasolini e sul suo impegno nel sociale. Il 30 gran chiusura col prof. Mimmo Tardio che esternerà le sue «riflessione libere» su Pier Paolo Pasolini.
Alla fine di questa ricca e articolata rassegna, avremo sicuramente maggiori elementi per valutare la complessa personalità artistica di uno degli intellettuali che hanno segnato il secolo breve. Grazie ai qualificati contributi degli illustri ospiti che si avvicenderanno al tavolo delle conferenze, riusciremo infatti a decifrare il pensiero e la produzione artistica del Nostro.
Gabriele D’Amelj Melodia

(Visited 30 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com