redazioneAutore: Basket IN EVIDENZA Sport

Champions: Darussafaka-Brindisi, il racconto e l’analisi della partita

Terza sconfitta consecutiva per la Happy Casa Brindisi nella Champions League. Un’altra partita combattuta ma che, infine, non sorride alla truppa di coach Vitucci. Brindisi inizia con ottimo piglio sfruttando le ricezioni profonde di Nick Perkins e capitalizzando sugli aiuti a lui riservati per colpire dalla distanza: 12 punti nei primi 13 minuti in campo per il centro ex Buffalo che però si è spento alla distanza, segnando solo 6 punti nei restanti minuti. Merito della difesa turca, sicuramente aiutata dalle pessime percentuali al tiro da fuori dei pugliesi, che hanno permesso ai padroni di casa di concentrarsi sul chiudere il centro area e non soffrire l’attacco in transizione avversario. Nick in difficoltà anche quando coinvolto dai turchi nei pick&roll centrali sui quali ha spesso concesso la penetrazione diretta al ferro del portatore di palla.

Oltre i 18 punti di Nick Perkins, lo scout brindisino recita solo altre due doppie cifre: 10 punti per Adrian e 10 per Gaspardo (0/4 da tre punti), Josh Perkins e Riccardo Visconti mettono insieme 4 canestri su 16 tentativi dal campo (1/7 da tre punti per Josh, 1/5 per Riccardo). Come rimarcato da coach Vitucci durante la conferenza stampa post partita, la Happy Casa non ha avuto il miglior bilanciamento offensivo, pur avendo più possessi degli avversari, non è riuscita a trarne vantaggio: +2 nei rimbalzi totali, +9 negli assist di squadra e -4 nelle palle perse totali; Brindisi ha tirato ben 11 volte in più dei padroni di casa, eppure ha segnato un canestro in meno dal campo. Abbiamo imparato che il basket che si gioca in Europa è molto diverso da quello che si gioca nel campionato italiano, questa stagione sembra che la Happy Casa faccia più fatica ad adattarsi; ci sono di mezzo le assenze delle prime due partite, proprio nel momento in cui la squadra avrebbe dovuto costruire la propria identità su campo continentale, che ancora condizionano le prestazioni della squadra pugliese. Clark è lontano parente del giocatore che conosciamo ed il suo percorso di recupero condizione è tutt’altro che finito, sebbene questa sera abbia dato segnali di miglioramento.
Il cammino della Happy Casa in questo girone di BCL può realisticamente puntare al terzo posto nel girone, che consentirebbe l’accesso al secondo turno per il rotto della cuffia. Domenica 7 novembre si torna in campo con il campionato: Brindisi fa visita alla Openjobmetis Varese in piena emergenza sanitaria: due giocatori che molto probabilmente non potranno scendere in campo, e coach Vertemati che si spera possa risultare negativo al tampone di domenica.

Servizio di Paolo Mucedero – Foto tratte dal sito della Basketball Champions League

IL TABELLINO – DARUSSAFAKA TEFKEN-HAPPY CASA BRINDISI 82-76 (22-27, 44-48, 63-61, 82-76) – DARUSSAFAKA: Olaseni 21 (8/10, 5 r.),  Caupain 18 (5/7, 2/4, 6 r.),  Pineiro 3 (0/3, 1/1, 7 r.),  Akyuz (0/1), McCullough 7 (2/6, 0/2, 3 r.), Ozdemiroglu 12 (2/6, 0/3, 4 r.), Selim Sav 3 (1/1), Atar 5 (1/2, 2 r.), Guler 6 (3/3, 0/1, 2 r.), Boothe 5 (1/4, 1/3, 5 r.), Dogan, Dora 2 (0/1 da 3). All.: Ernak – BRINDISI: Carter, Adrian 10 (2/2, 1/5, 5 r.),  J. Perkins 8 (1/1, 1/7, 2 r.),  Zanelli 5 (1/2, 1/3),  Visconti 8 (1/3, 1/5, 1 r.), Gaspardo 10 (4/4, 0/4, 1 r.), Ulaneo ne, Chappell 5 (1/3, 1/3, 7 r.), Clark 5 (1/3, 1/4, 3 r.), Udom 7 (1/2, 1/2, 3 r.), N. Perkins 18 (7/14, 0/2, 12 r.). All.: Vitucci – ARBITRI: Luis Castillo (SPA) – Martin Vulic (CRO) – Andris Aunkrogers (LTV) – NOTE – Tiri liberi: Darussafaka 23/26, Brindisi 17/22. Perc. tiro: Darussafaka 27/58 (5/16 da tre, ro 5, rd 33), Brindisi 26/69 (7/35 da tre, ro 12, rd 28). Fallo antisportivo: Clark (B) al 12’ (25-31). Fallo tecnico: coach Ernak (D) al 28’ (55-56), Perkins (B) al 28’ (55-57).

(Visited 147 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com