redazioneAutore: IN EVIDENZA Politica

Curto: «Soluzione immediata per i lavoratori della Sanitaservice»

«Si susseguono in questi giorni molti interventi sulla vicenda dei dipendenti della Sanità Service Brindisi, addetti alle pulizie, la cui permanenza in detta società, formalmente srl, ma sostanzialmente pubblica,  sarebbe a rischio a seguito del pronunciamento della Suprema Corte di  Cassazione con cui è stato sancita l’illegittimità dell’assegnazione diretta dei lavori di pulizia alla cosiddette società in house. Ebbene, alcuni di questi interventi appaiono per davvero inopportuni  in quanto sono esclusivamente finalizzati a fare apparire il mantenimento di quei lavoratori nella Sanità Service più un atto di generosità che potrebbe giungere da parte di chi attualmente governa la Regione Puglia e non, invece, un vero obbligo giuridico». Lo afferma il senatore Euprepio Curto, che aggiunge:

Il senatore Euprepio Curto

«Invece, quanto chiesto da questa vasta platea di lavoratori altro non è che un vero e proprio diritto che va semplicemente   assicurato e basta. Conseguentemente, la materia va posta  solo ed esclusivamente nelle mani della cosiddetta ‘proprietà’ della Sanità Service srl – Brindisi, ovverosia il socio unico, e cioè l’Asl di Brindisi per mezzo del suo rappresentante legale. Il quale, al fine di evitare eventuali soccombenti contenziosi, dovrebbe limitarsi, solo e semplicemente, ad  indicare  quali siano gli indirizzi gestionali a cui dovrebbe attenersi l’Amministratore Unico della Sanità Service nella gestione della vicenda. Ovverosia, all’inquadramento orizzontale di  detti lavoratori, data la propria attinenza con la qualifica di ausiliario. procedere Una soluzione semplicissima, a meno che sulla vicenda non vi siano altre finalità che con gli interessi dei lavoratori non hanno nulla a che vedere»

(Visited 18 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com