redazioneAutore: Attualità IN EVIDENZA

Fonti rinnovabili, Edison investe oltre 550 milioni di euro in Puglia

Edison hapresentato il piano di sviluppo industriale delle fonti rinnovabili al 2030, con il quale conferma il proprio ruolo di operatore impegnato nella transizione energetica e nel raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione fissati dal Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (PNIEC) e dal Green Deal. In particolare, Edison prevede di sviluppare in Puglia 16 impianti per una potenza green di oltre 540 MW entro il 20257 parchi eolici (5 integrali ricostruzioni e 2 green-field) da 265 MW complessivi e 9 campi fotovoltaici da 277 MW complessivi. Un piano che attribuisce un’importanza chiave alla Puglia cui verranno destinati investimenti per più di 550 milioni di euro nel triennio, per contribuire allo sviluppo rinnovabile della Regione. «Vogliamo accompagnare la Puglia nel percorso di transizione energetica valorizzando le risorse naturali che ne caratterizzano il territorio e portando valore per le comunità – dichiara Marco Stangalinovice presidente esecutivo Power Asset Edison. Edison ha un forte legame con la Puglia e partecipa attivamente alla vita economica della Regione con attività che vanno dalla generazione di energia elettrica fino alla vendita di luce e gas e servizi energetici e ambientali. Una quota importante della nostra generazione rinnovabile proviene da questa terra e siamo onorati di poterla accrescere ulteriormente con un piano di crescita sostenibile e in armonia sia con il territorio sia con le comunità che ci accolgono».

Attualmente sul territorio pugliese Edison possiede e gestisce 15 parchi eolici per una capacità installata complessiva di quasi 200 MW e 25 impianti fotovoltaici per una capacità complessiva di oltre 22 MW, oltre a una centrale a ciclo combinato a gas da 400 MW a Candela (FG). Nel 2021 Edison ha portato a termine i lavori di integrale ricostruzione del primo parco eolico d’Italia a Castel Nuovo della Daunia, in provincia di Foggia, sostituendo i 10 aerogeneratori monopala con un unico aerogeneratore da 2,2 MW. Negli ultimi anni, la società ha completato anche altri importanti progetti che vedono sempre le rinnovabili protagoniste. Come l’impianto eolico di Troia, costruito a tempo di record in meno di un anno, con il coinvolgimento delle imprese del territorio. Un parco con una potenza di oltre 12,5 MW, costituito da 5 aerogeneratori di ultima generazione, in grado di soddisfare il fabbisogno annuo di circa 15.000 famiglie. Nel corso del 2021, inoltre, Edison ha firmato un Memorandum of Understanding (MoU) insieme a Snam, Saipem e Alboran Hydrogen, per lo sviluppo congiunto del progetto Puglia Green Hydrogen Valley, una delle prime iniziative per la produzione e il trasporto di idrogeno verde su larga scala in Italia. L’accordo prevede la realizzazione di tre impianti di produzione di idrogeno verde a Brindisi, Taranto e Cerignola (Foggia) per una capacità complessiva di 220 MW, alimentati da una produzione fotovoltaica per una potenza totale di 380 MW.  Il progetto ha l’obiettivo di contribuire ad accelerare la diffusione dell’idrogeno verde, uno dei principali protagonisti della strategia di decarbonizzazione europea, nel mix energetico nazionale in modo da raggiungere i target italiani ed europei al 2050 di neutralità climatica.

(Visited 36 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com