redazioneAutore: Attualità IN EVIDENZA

Il brindisino Roberto Fusco nel CdA della Banca Popolare di Bari

Giovanni De Gennaro, l’ex presidente di Leonardo, è il nuovo presidente della Banca popolare di Bari, Giampiero Bergami, attuale direttore generale è il nuovo amministratore delegato. Sono stati eletti, insieme con gli altri cinque componenti del Cda della banca, con il 96,817% del capitale sociale complessivo, cioè dei voti dall’assemblea ordinaria degli azionisti. Hanno votato 174 dei circa 69 mila azionisti. Eletti nel Cda, come da proposta di Mediocredito Centrale, che detiene il 97% delle azioni della banca, anche Elena De Gennaro, Cfo di Mcc, la docente universitaria Paola Girdinio e i tre avvocati pugliesi Cinzia Capano, Roberto Fusco e Bartolomeo Cozzoli. Come riferisce ANSA, Ccn la stessa percentuale del 96,8% sono stati eletti dall’assemblea i componenti del collegio sindacale, il presidente Luca Aniasi, sindaci effettivi Sofia Paternostro e Raffaele Ferrara, sindaci supplenti Marcella Galvani e Gandolfo Spagnuolo. I nuovi organi della Popolare di Bari eletti saranno in carica per il prossimo triennio, fino al 2022. Nel momento in cui accetteranno e si concluderanno gli adempimenti finali per il passaggio di consegne, si chiuderà formalmente la procedura di amministrazione straordinaria, con i commissari Antonio Blandini ed Enrico Ajello che dopo dieci mesi riconsegneranno la banca nelle mani della nuova amministrazione ordinaria.

IL CURRICULUM VITAE PROFESSIONALE DELL’AVVOCATO ROBERTO FUSCO

Nato a Brindisi il 23 marzo 1960, nel 1978, ha conseguito la maturità classica presso il Liceo Classico Benedetto Marzolla di Brindisi, e nel marzo 1983 si è laureato in giurisprudenza con pieni voti assoluti e lode presso l’Università di Parma. Dopo aver superato l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense nella sessione esami 1984, dall’ottobre 1985 è iscritto all’Albo degli Avvocati di Brindisi. Da allora esercita ininterrottamente la professione forense, occupandosi di tutte le branche del diritto civile, sia in ambito giudiziale che stragiudiziale, con specifico riferimento ai settori del diritto societario, bancario e fallimentare. Ha assistito primari istituti bancari, nonché società in amministrazione straordinaria di rilievo nazionale, e riveste frequentemente gli incarichi di curatore fallimentare, commissario giudiziale e liquidatore nell’ambito di procedure concorsuali. E’ stato sia componente che Presidente di collegi arbitrali. Dal 1997 è iscritto all’Albo speciale per il patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori. Nel marzo 2013 è stato tra i fondatori della Camera Civile di Brindisi (aderente all’Unione Nazionale delle Camere Civili-UNCC, associazione forense maggiormente rappresentativa degli avvocati civilisti italiani), di cui ha assunto all’atto della fondazione la Presidenza. Nel 2014 è stato Presidente d Commissione Esami per l’abilitazione all’esercizio della professione forense presso la Corte di Appello di Lecce. Nel 2016 è stato designato Coordinatore delle Camere Civili di Puglia (Bari, Lecce, Taranto, Brindisi, Trani e Foggia).

In qualità di presidente della Camera civile di Brindisi e di coordinatore delle Camere Civili di Puglia ha organizzato e moderato oltre una decina di convegni su tematiche civilistiche e del diritto processuale civile. Nel dicembre 2017 è stato nominato dalConsiglio dei Presidenti delle Camere Civili italiane quale coordinatore del gruppo di lavoro sul processo civile, elaborando e presentando, in tale qualità, al Congresso Nazionale Forense di Catania del 4-6 ottobre 2018 una proposta di riforma del processo civile (mozione n. 67). Nell’ottobre 2018, dopo essere stato eletto componente della Giunta Nazionale dell’Unione Nazionale Camere Civili (UNCC), è stato nominato vicepresidente nazionale della detta Unione e referente della Giunta nazionale per il processo civile e componente della Commissione UNCC sulla crisi d’impresa e sull’insolvenza, cariche che tutt’ora ricopre. In tale qualità di Vice Presidente dell’UNCC e di Referente della giunta nazionale UNCC per il processo civile ha partecipato, dal novembre 2018 al luglio 2019, insieme al Presidente dell’UNCC, a tutte le sedute del tavolo di discussione (partecipanti: CNF; OCF; UNCC; AIGA; ANM) della proposta di riforma del processo civile elaborata dal Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, che ha concluso i propri lavori l’11 luglio 2019. Dal novembre 2019 è socio della Associazione italiana fra gli studiosi del processo civile.

(Visited 490 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com