redazioneAutore: Attualità IN EVIDENZA Scuola

Il Liceo «Leo» di San Vito ricorda Aldo Moro con l’on.le Gero Grassi

Moro vive nell’anima di chi immagina per questa Repubblica un futuro migliore” (On. Gero Grassi). Gli studenti del triennio del Liceo Scientifico Leonardo Leo del Polo liceale “Marzolla Leo Simone Durano”, nell’ambito dei progetti di Educazione civica e Storia “Moro : martire laico “ e “Moro vive”, portati avanti dal Consiglio Regionale pugliese, hanno incontrato nella giornata del 22 aprile,  in modalità telematica, l’Onorevole Gero Grassi, deputato XV – XVI – XVII Legislatura e componente della Commissione d’inchiesta sul rapimento e uccisione di Aldo Moro. Il  Liceo Leo ha avuto l’onore di ospitare l’Onorevole Grassi nell’auditorium della Scuola, alla presenza della D.S. Prof.ssa Carmen Taurino e di una rappresentanza di docenti e studenti.

L’onorevole Gero Grassi durante il suo intervento nel Liceo «Leonardo Leo» di San Vito dei Normanni

Già dal 3 agosto 2020 una delegazione di studenti e docenti del Liceo, accompagnati dalla DS Carmen Taurino, si è recata a Bari alla sede del Consiglio regionale della Puglia, per prendere parte all’incontro di lancio del progetto per l’anno scolastico 2020-2021. In quell’occasione furono gettate le premesse per questi incontri nei tre plessi della nostra Scuola,  segno forte dell’interesse continuo rivolto alla qualità formativa del Polo liceale, che garantisce, nonostante la situazione dell’attuale pandemia, grandi opportunità di crescita agli studenti. L’incontro di oggi, infatti, serve a tenere viva la memoria della figura di Aldo Moro, Padre costituente, che ha contribuito alla formulazione soprattutto  della I parte della Costituzione, esaltando il valore dell’essere cittadino e della persona.

La figura di Aldo Moro si presenta quanto mai attuale, vista la situazione che stiamo vivendo e le vigenti restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, le quali ci riportano a riflettere sul concetto di “libertà”. Nel suo intervento l’On. Gero Grassi ha sottolineato l’importanza del  lascito  di Aldo Moro: aver posto al centro del suo operato capisaldi come la pace e l’Europa, soffermandosi su decenni di storia, quella storia spesso omessa negli insegnamenti , nella formazione dei docenti e negli stessi libri di testo. I ragazzi, preventivamente guidati dai docenti, avevano approfondito alcuni passi del libro scritto dallo stesso Gero Grassi  -“Aldo Moro: la verità negata”, per cui la seconda parte dell’incontro è stata caratterizzata da interventi e domande che hanno rivolto in via telematica al nostro illustre ospite, che ha apprezzato la vivacità intellettuale e la preparazione degli alunni. L’incontro di oggi ha segnato sicuramente un momento di crescita decisivo per docenti e studenti.

(Visited 102 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com