Autore: Basket IN EVIDENZA Sport

LBA: Happy Casa Brindisi sconfitta a Verona dopo un overtime (100-97)

E’ una sconfitta il risultato dell’esordio stagionale in campionato per la Happy Casa Brindisi, in trasferta all’AGSM Forum di Verona contro la neopromossa Tezenis di coach Ramagli. 100 – 97 il risultato finale di una bella partita andata all’overtime, per Brindisi da registrare l’assenza di Dikembe Dixson. La squadra veneta impatta molto bene il quarto d’apertura, sfruttando qualche disattenzione dei pugliesi e punendo con altissime percentuali dalla lunga distanza; Brindisi rimane in partita, seppure sotto in doppia cifra, con iniziative personali di Perkins e Reed, in attesa che la tempesta passi, 27-18 al termine del primo quarto. Pian piano la squadra di coach Vitucci prende ritmo ma non riesce a collaborare in attacco, nel secondo quarto Perkins fa valere il proprio talento, al contempo Verona lo seleziona come principale difensore da attaccare; Nick sembra andare in debito di ossigeno e perde lucidità. Coach Vitucci cambia le carte in tavola con il secondo quintetto condotto da Bruno Mascolo: il playmaker campano produce buoni dividendi sia in attacco che in difesa e viene supportato da Reed. Il numero 2 è immarcabile quando arresta il palleggio e si butta indietro per rilasciare il tiro, sulle sue iniziative Brindisi mantiene il distacco a -12 al termine del primo tempo, 51-39. Alla ripresa il quintetto brindisino scende in campo con tutto un altro piglio, fa girare il pallone più rapidamente producendo tiri migliori e ribalta il risultato del primo quarto con un parziale di 28-17. Ancora una volta fondamentale per cambiare ritmo è stato l’ingresso del secondo quintetto, con Mezzanotte e Riisma che sono nettamente più sciolti ed in confidenza rispetto a quanto mostrato nel primo tempo, entrambi vanno a bersaglio con una tripla a testa, imbeccati dal solito Mascolo. Nonostante il parziale positivo la Happy Casa chiude comunque il terzo quarto sotto di un punto, 68-67. Nell’ultimo quarto coach Vitucci schiera nuovamente il quintetto, le percentuali degli avversari scendono notevolmente ma Holman, Selden e Anderson continuano ad andare a bersaglio con triple importanti mantenendo alto il morale dei padroni di casa. Le squadre si alternano a condurre nel punteggio in una battaglia sempre più spettacolare: a 40 secondi dal termine il punteggio è 89 pari e la palla è nelle mani degli ospiti. Sulla rimessa Perkins si fa anticipare da Smith e lo bracca in campo aperto per il fallo antisportivo. Il numero doppio zero di coach Ramagli sbaglia entrambi i liberi e sul possesso successivo Perkins si fa perdonare difendendo bene l’uno contro uno di Anderson che sbaglia il tiro e manda tutti a giocare l’overtime. Nel supplementare le squadre si allungano per la fatica e si aprono spazi per il gioco in velocità: Etou schiaccia 2 punti in contropiede solitario, ma Holman e Smith combinano una gran giocata per la schiacciata del numero 6. Selden infila una tripla ben marcata dalla difesa ospite, Etou segna altri due punti sul tap-in, Holman infila la tripla dall’angolo; un minuto alla fine, ancora pari a quota 97. Brindisi crea l’attacco per Perkins che viene anticipato da Holman, Selden infila la tripla contro la marcatura di Burnell e consegna la prima vittoria in Serie A ai suoi compagni.

Servizio di Paolo Mucedero – Foto di Maurizio De Virgiliis

LO SCOUT DELL’HAPPY CASA BRINDISI (DATI LEGABASKET)

(Visited 57 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com