Autore: Basket IN EVIDENZA Sport

Legabasket: anticipo di mezzogiorno, Brindisi batte Venezia 75-63

Brindisi si riscatta davanti al pubblico del Pentassuglia, che ha finalmente visto sul campo parte del potenziale della squadra allenata da coach Vitucci. 75-63 il punteggio che la dice lunga sul talento del roster veneziano, capace di rimanere in partita nonostante 20 palle perse ed un pesante -9 a rimbalzo. Merito del piano difensivo dello staff tecnico brindisino, che ha funzionato dai primi possessi: ha costretto la Reyer a giocare sotto ritmo togliendole possessi su possessi con una difesa attenta a raddoppiare presto Watt e lasciare agli ospiti molti tiri poco convenienti. Reed ne mette 28 in 31 minuti con 9/17 dal campo e 8/8 ai liberi; Mascolo 14 in 31 minuti con sei rimbalzi e due assist; Burnell 10 punti, tre assist. Per Venezia non bastano i 16 punti di Granger ed i 14 di Freeman. Partenza lanciata della squadra di casa che esegue molto bene difensivamente raddoppiando Watt e lasciando qualche tiro in più a Jordan Parks. Coach De Raffaele corre ai ripari con il timeout che però non frena l’inerzia dei padroni di casa. Fine primo quarto sul 17-6 con la Reyer molto contratta in attacco (0/8 3pti), mentre un’ottima Brindisi esegue molto meglio sia in attacco che in difesa. Le prime due triple di Spissu e Freeman danno un po’ di ossigeno all’attacco di Venezia in apertura di secondo quarto, coach Vitucci chiama subito timeout sul 19-12; al rientro Spissu approfitta di una disattenzione di Bowman per colpire dall’angolo, Freeman infila altre due triple nonostante la buona difesa di Mascolo. Brindisi non si scompone e continua a giocare assieme rintuzzando l’assalto della Reyer, fine primo tempo sul 31-29 (parziale 14-23 per Venezia). Reed rientra in campo nel secondo tempo con un personalissimo parziale di 8 punti consecutivi che spingono il vantaggio dei pugliesi fino al +7; timeout di coach De Raffaele sul 41-33. Lo scontro tra De Nicolao e Reed accende gli animi degli ospiti, il numero due di coach Vitucci rimane infuocato andando a segno con il palleggio arresto e tiro sulla testa di De Nicolao. I coach schierano entrambi la zona ma quella pugliese è decisamente più efficace e, nonostante un paio di assolute prodezze, Mitchell Watt viene contenuto per tutto il terzo quarto; Spissu infila la tripla in chiusura di frazione per il 52-47. Brindisi prende definitivamente il comando nell’ultimo quarto che non vede l’ingresso in campo di Nick Perkins, sostituito con grande piglio da Jordan Bayehe; Venezia tenta l’assalto disperato con Granger ma non basta. Buona prova di squadra dei ragazzi di coach Vitucci evidentemente pungolati dalle scelte del coach (appena 18 minuti in campo per Bowman, Perkins non schierato nell’ultimo quarto); vedremo se questi cambiamenti produrranno un miglioramento in termini di chimica di squadra. La Happy Casa ripartirà in viaggio per la doppia trasferta di Trieste (11 dicembre, alle 20:30) e Treviso (18 dicembre, 18:30); mentre potrà nuovamente esibirsi al Pentassuglia nel giorno di Santo Stefano contro la Givova Scafati.

Servizio di Paolo Mucedero

(Visited 97 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com