redazioneAutore: Calcio IN EVIDENZA Sport

Lutto nel calcio brindisino: Dino Furioso ricorda Roberto Zuccaro

Ancora un lutto nello sport brindisino. Si è spento ieri Roberto Zuccaro (70 anni), massaggiatore e fisioterapista e figura assai nota in tutti gli ambienti sportivi provinciali per le tante esperienze professionali che lo hanno legato soprattutto al calcio. E’ accaduto tutto in pochissimi giorni e anche lui ha pagato un drammatico tributo al Covid-19. Era il massaggiatore del Brindisi FC, che lo ha ricordato così: «Ancora increduli per quanto così imprevedibilmente e velocemente è accaduto, con tanta tristezza nei nostri cuori, comunichiamo l’improvvisa e prematura scomparsa del nostro massaggiatore Roberto Zuccaro. Una notizia che ci ha sconvolto e ci ha lasciati tutti attoniti ed increduli. Roberto era una persona stimatissima, un professionista ben voluto da tutti, aveva fatto della sua passione la sua professione. Faceva parte da anni dello staff sanitario della nostra società. Voleva un gran bene ai nostri ragazzi, per i quali si è sempre speso dando il massimo. La società tutta, i dirigenti, lo staff tecnico e sanitario, i calciatori e i collaboratori, si associano al grande dolore che ha colpito la famiglia Zuccaro. Alla moglie Orsola e alle figlie, vanno le nostre più sentite condoglianze». Nella odierna gara esterna con l’Altamura i giocatori brindisini sono scesi in campo con il lutto al braccio e prima del fischio di inizio è stato osservato un minuto di raccoglimento per onorarne la memoria (foto).

Agenda Brindisi ha chiesto al dottor Dino Furioso, grande amico di Roberto, di dedicargli un ricordo attraverso il sito del giornale: «Ho perso un amico fraterno un compagno di vita con cui ho condiviso  tutto nello sport e nella vita. Roberto Zuccaro era un uomo pacifico, solare e pieno di voglia di vivere. Esisteva solo per il Brindisi e per i colori biancoazzurri, amava la sua città e dimostrava sempre la sua generosità  quando era possibile. Nel campionato 2013/14, con la maglia del Brindisi, avevamo formato un gruppo fantastico sotto la presidenza di Antonio Flora, Molinari, Ciano, Terraciano, Croce, Danucci ecc. Con allenatore quel signore di Castellucci,  Roberto era il nostro punto di riferimento, il massaggiatore per eccellenza, l’uomo cui potevi chiedere anche la luna e ti avrebbe accontentato. Ho perso Cesare Litti e ora perdo Roberto. Mamma mia come è imprevedibile la vita. Sono sicuro che entrambi lassù vigileranno su noi e sui colori biancoazzurri del Brindisi, che merita altre categorie e soprattutto il sogno di Roberto che per questo avrebbe dato se stesso».

Roberto Zuccaro e Dino Furioso sul manto erboso del «Fanuzzi» di Brindisi

Dalla direttore Antonio Celeste e dalla redazione di Agenda Brindisi le più sentite condoglianze alla moglie Orsola ed a tutti i familiari del caro Roberto.

(Visited 574 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com