redazioneAutore: Cronaca IN EVIDENZA

Morte sul lavoro, Capone (UGL): maggiori controlli e formazione

“Esprimo il cordoglio dell’UGL alla famiglia dell’operaio di 57 anni che ha perso la vita dopo una caduta da un’impalcatura a San Pancrazio Salentino, in provincia di Brindisi. Un’ennesimo dramma sul lavoro si aggiunge all’impressionante numero di morti in costante crescita. Siamo in presenza di una vera e propria strage che non è possibile tollerare, un fenomeno inaccettabile in un Paese civile. Come UGL chiediamo l’apertura di un tavolo permanente fra Governo e parti sociali per mettere al centro dell’agenda politica il tema della sicurezza dei lavoratori. E’ fondamentale intensificare i controlli e investire sulla formazione per porre fine a simili tragedie. In tal senso, la manifestazione dell’UGL ‘Lavorare per Vivere’, è volta a sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sul triste fenomeno delle cosiddette morti bianche”. Lo hanno dichiarato in una nota congiunta Paolo CaponeSegretario Generale dell’UGL, e Giuseppe Sanzò, Segretario Regionale UGL Puglia, in merito all’infortunio sul lavoro in cui ha perso la vita un operaio di 57 anni, caduto da un’impalcatura a San Pancrazio Salentino, in provincia di Brindisi.

(Visited 19 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com