Gabriele D'Amelj MelodiaAutore: Cultura IN EVIDENZA

Nel Castello Normanno Svevo di Mesagne personale di Antonia Acri

In una bella cornice di pubblico, si è aperta giovedì pomeriggio, nel piano nobile del Castello Normanno Svevo di Mesagne, la personale dell’artista brindisina Antonia Acri la quale, ancora una volta, ha scelto la prestigiosa location dell’accogliente cittadina messapica per proporre le sue recenti opere, elaborate in una visione tra passato e presente che trova ispirazione a volte da suggestioni vagamente etniche, a volte da evocazioni di segni e forme che affiorano dalla sedimentazione del suo vissuto artistico culturale, in un gioco di sapiente uso di prospettive che denota l’impulso di rielaborare strutture e cromatismi alla luce di stimoli sperimentali.
Maestro accademico, vincitrice di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, operatrice culturale, Antonia Acri – cosentina di nascita ma brindisina d’adozione – è pittrice assai nota ed apprezzata negli ambienti artistico-culturali.
Questa personale, ottimamente promozionata dall’elegante locandina (foto), si intitola «Evoluzione del segno», al fine di significare l’attenta ricerca svolta costantemente dall’artista per connotare ed arricchire il suo peculiare percorso creativo. La mostra, che ha registrato il saluto d’accoglienza portato dal Presidente del Consiglio comunale Omar Ture e una presentazione critica ad opera della professoressa Giovanna Bozzi, storica dell’arte, resterà aperta fino a lunedì 16 maggio, a beneficio di cittadini e turisti interessati.
Gabriele D’Amelj Melodia

(Visited 84 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com