BASTIANCONTRARIOAutore: Controvento IN EVIDENZA Rubriche

Pensieri vari di fine estate

Spaccacapelli ziccusi – L’iperinfo e l’iperdibattito sul binomio vaccini-green pass, perennemente in agenda su giornali e reti televisive, ci ha procurato iperrotture d’anima. Non se ne può più dei sofismi ultrasottili dei vari Cacciari, Vattimo, Agamben, Fusaro e compagnia cantando. Se costoro fossero vissuti ai tempi di Aristofane, sarebbero tutti stipati in ceste appese alle nuvole, quelle masse di vapori sospesi tra le quali i teorici speculativi hanno appunto la loro testolona. Discettano, postulano, fanno accademia, dimenticando che siamo ancora in stato di emergenza e di guerra al Covid 19, e che in certi casi il pragmatismo è d’obbligo, e pure l’uso della spada al posto del fioretto. Anche nella nostra terra abbiamo avuto un paio di fini obiettori capziosi, i due fratelli giuristi mesagnesi che hanno querelato il Presidente Mattarella per «discriminazione». Della cosa si è parlato assai poco, il che fa supporre che si tratti di una forzatura destinata all’archiviazione. Di fronte a tutti questi spaccacapelli noi ci dichiariamo convinti «No Capz».
Vidi o mare quant’è bello … – Con queste spettacolose giornate settembrine, il mare è davvero bellissimo. Giustamente il popolo di FB si è scatenato postando immagini mozzafiato di piccole insenature e di bianche spiagge assolate, col corredo di poetiche didascalie tipo «Le Maldive brindisine», «Ecco la magia di Brindisi», ecc. Ok, è così, ma non è che se vai a Specchiolla o a Santa Sabina il mare è meno splendido! Se è vero che «Nella notte tutte le vacche sono nere», e altrettanto vero che a settembre, in condizioni meteo particolarmente favorevoli, tutti i mari sono caraibici …
I concerti nel vecchio capannone – Nei primi giorni di ottobre, come ampiamente strombazzato, si terranno tre eventi musicali consecutivi nell’ex capannone Montedison, già da tempo ristrutturato per diventare un contenitore culturale a largo spettro (concerti, mostre, spettacoli teatrali e magari anche un Oktoberfest locale). L’assessora Emma Taveri ha sottolineato quanto sia importante e significativo promuovere eventi come il MuSEAc (ardito esempio di «creatività») che «sposano» le acque del nostri porto interno. Io sono d’accordo con questa linea, ma mi permetto di alzare il ditino per osservare che, per allestire un evento sul mare, un luogo perfettamente idoneo e scenografico ce lo abbiamo già. Si tratta del grande piazzale Lenio Flacco, e scusate se è poco. Non me ne vogliate, ma quel capannone non mi convince né dal punto di vista logistico né da quello estetico: è un po’ tetro e ha il difetto di somigliare ad un maxi pollaio …
Bastiancontrario

(Visited 37 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com