redazioneAutore: Attualità IN EVIDENZA Politica

Portolano: richiesta di ordinanza «anticaldo» per il lavoro nei campi

«Il triste episodio di cui abbiamo appreso ieri nella pagine di cronaca mi ha particolarmente scosso. Perché la morte di Camarda Fantamadi, di soli 27 anni, avvenuta al ritorno dai campi in cui aveva lavorato ieri (foto sotto), in condizioni di caldo asfissiante, non finisca presto nel dimenticatoio aggiungendosi ai numeri dei decessi registrati in “occasione lavorativa” ho deciso di protocollare stamane una richiesta urgente indirizzata al Sindaco Riccardo Rossi, affinché provveda ad emettere una ordinanza “anticaldo” che tuteli gli operai agricoli nei campi in questo periodo in cui è accentuata l’attività di raccolta di particolari prodotti agricoli della stagione ma altrettanto accentuata è la temperatura a cui i lavoratori sono sottoposti prestando l’attività in fasce orarie di cui si chiede il divieto di attività». E’ quanto scrive il consigliere comunale Anna Portolano (Brindisi Bene Comune) nella proposta indirizzata al sindaco Riccardo Rossi, all’assessore alle attività produttive Massimo Vitali e al presidente del Consiglio comunale Giuseppe Cellie, con la richiesta di una ordinanza urgente «anticaldo» in materia di lavoro agricolo nei campi.

Anna Portolano chiede che venga emessa con urgenza, come già avvenuto in altri comuni della regione Puglia, una ordinanza a tutela dei braccianti agricoli impegnati nei campi dell’agro di Brindisi, che vieti l’attività degli stessi nei fondi di lavoro dalle 12,30 alle 16,30 per tutto il periodo estivo, fino al 31/08/2021, al fine di scongiurare il rischio a cui lavoratori possono essere sottoposti nelle ore più calde e potenzialmente rischiose per la loro salute e la loro incolumità; che sia prevista una sanzione pecuniaria per i trasgressori di € 500,00 per ogni lavoratore impiegato nelle fasce orarie inibite; che l’ordinanza sia trasmessa alla Prefettura, al Questore, al Comando della Polizia Locale e al Comando dei Carabinieri, Nucleo Ispettivo presso il competente Ispettorato Territoriale del Lavoro e alle competenti sedi Inail e Inps.

(Visited 21 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com