redazioneAutore: IN EVIDENZA Politica

Raffaele Fitto: «Viaggio della Xylella in un paesaggio devastato»

Sulla strada che da Locorotondo porta a Cisternino c’era un uliveto con circa 20 piante. C’era, oggi vi è solo un giovane ulivo, unico sopravvissuto (non si sa ancora per quanto) alla Xylella. Il candidato del centrodestra per la Puglia, Raffaele Fitto, questa mattina è partito da Gallipoli, l? dove ci sono stati i primi casi, per arrivare in provincia di Bari dove le piante infette sono ora 28: un viaggio di 150 km per testimoniare «la devastazione che ha messo in ginocchio un intero territorio e l’agricoltura pugliese. Milioni di piante distrutte – ha detto Fitto guardando la campagna interessata –  un paesaggio devastato per sempre per incapacità e irresponsabilità della Regione che ha un presidente che all’inizio della legislatura ha prima messo al bando i professori, negando la Xylella, dopo ha disatteso le indicazioni che arrivavano anche da Bruxelles, per cui l’Italia ha avuto una procedura di infrazione, e poi ha dichiarato, qualche giorno fa, che la Xylella è ferma da quattro anni, ovvero da quando è presidente della Regione. Il tutto mentre la Puglia perde risorse europee per bandi PSR scritti male».

Raffaele Fitto durante il suo «viaggio della Xylella»

«Sono qui per partire per un giro elettorale – ha concluso – che spieghi ci? che è accaduto in questi anni, segnalare le responsabilità e dare soluzione. Due anni fa, insieme al collega del Pd, Paolo De Castro, ne avevamo proposta una che Emiliano ha lasciato nel cassetto. Non voglio solo dare sfogo rabbioso a tutti gli agricoltori e pugliesi incazzati, ma incanalare tutto questo e ragionare tutti insieme per dare una nuova speranza alla Puglia».

(Visited 13 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com