redazioneAutore: Cronaca IN EVIDENZA

Rapina aggravata e porto illegale di arma, fermato un diciassettenne

Nella serata di ieri, personale della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Mesagne, a seguito di alacre e articolate indagini, eseguiva un fermo di indiziato di delitto a carico di un diciassettenne mesagnese ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata e detenzione e porto illegale di arma. Nello specifico, alle 19:00 circa di mercoledì 29 giugno un soggetto travisato con sciarpa e passamontagna, entrava in un supermercato di Mesagne e, sotto la minaccia di una pistola, costringeva la cassiera a consegnargli l’incasso giornaliero, circa 1200 euro, per poi darsi a precipitosa fuga. Sul luogo della rapina giungeva immediatamente personale della Squadra Volante, della Polizia Giudiziaria e della Polizia Scientifica del Commissariato di P.S. di Mesagne che procedevano agli accertamenti investigativi. Venivano acquisite e visionate tutte le immagini dei sistemi di video-sorveglianza dell’attività commerciale e di quelli presenti nelle vie di fuga utilizzate dal rapinatore, venivano, inoltre, acquisite le dichiarazioni dei testimoni presenti al momento del fatto reato e il personale della Polizia Scientifica procedeva ai rilievi tecnici. L’attività investigativa continuava ininterrotta per tutta la notte, fino a quando gli investigatori, ricostruite le esatte dinamiche della rapina e delle vie di fuga utilizzate dal reo, riuscivano ad individuare alcuni frame che riprendevano il volto del rapinatore dopo che si era sfilato il passamontagna. Pertanto gli operatori della polizia giudiziaria, dopo aver individuato il soggetto tratto in arresto, procedevano ad una perquisizione personale e domiciliare, che dava esito positivo in quanto si individuava e sequestrava il passamontagna unitamente ad alcuni indumenti utilizzati dallo stesso per compiere la rapina. Dopo le formalità di rito, così come disposto dalla Procura della Repubblica dei Minorenni di Lecce, il soggetto sottoposto al Fermo di Indiziato di delitto, veniva tradotto presso il CPA di Lecce, in regime di detenzione, in attesa delle determinazioni da parte della medesima A.G..

(Visited 81 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com