Autore: Cronaca IN EVIDENZA

Richiedeva denaro per i carcerati, brindisino arrestato dalla Mobile

Nella mattinata odierna, a seguito di mirati servizi di polizia giudiziaria volti ad arginare il perdurante fenomeno delle estorsioni ai danni degli imprenditori locali e delle attività commerciali, gli agenti della Squadra Mobile di Brindisi hanno tratto in arresto, in esecuzione di misura cautelare in carcere, C.E. classe 54 perché in più occasioni si presentava all’interno di un Supermercato della zona di residenza richiedendo di consegnargli delle somme di denaro da destinare ai detenuti in carcere. L’uomo, noto alle forze di polizia, già giudicato per appartenenza all’associazione di tipo mafioso denominata S.C.U. e sottoposto per altra causa agli arresti domiciliari, approfittava delle due ore di permesso mattutino, concesse per svolgere attività motoria, per porre in essere le richieste estorsive avanzate con l’implicita minaccia che il denaro ingiustamente preteso era destinato ai soggetti detenuti e ai ragazzi disoccupati significando che altri commercianti della zona già ottemperavano al pagamento. Le immediate attività investigative hanno consentito in pochi giorni di rassegnare alla competente Autorità giudiziaria gravi indizi di colpevolezza per il reato di tentata estorsione aggravata dall’utilizzo del metodo mafioso e interrompere l’attività delittuosa. L’arrestato al termine delle formalità di rito veniva associato presso la casa circondariale di Lecce a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

(Visited 118 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com