Sergio PizziAutore: Calcio Sport

Serie D calcio, per il Brindisi esordio interno con il Gravina

Finalmente si riparte, qualche giorno di attesa ancora e poi rivedremo il Brindisi, per il secondo anno consecutivo, ai nastri di partenza del campionato di serie D. La prima di campionato vedrà i biancoazzurri giocare in casa con l’ambizioso Gravina, da dove giungono notizie dei tifosi, speranzosi di poter essere presenti a Brindisi. L’orario d’inizio è previsto per le ore 15.00 e sarà la prima occasione per i dirigenti brindisini di mettere in atto tutti gli accorgimenti previsti dal protocollo anti Covid.
Sarà il primo dei tanti derby che si giocheranno tra pugliesi, anche se in questo caso non molto sentito dalla sponda brindisina. Gravina è un comune di 43.617 abitanti e fa parte della città metropolitana di Bari. Stando alle dichiarazioni dei vari protagonisti della società brindisina, chi apertamente e chi velatamente, si aspetta un Brindisi protagonista, che possa dire la propria in questo campionato. La rosa messa a disposizione di mister De Luca è importante, fatta di un mix di bravi ed esperti calciatori e di under molto promettenti. Il direttore sportivo Nicola Dionisio, come più volte dichiarato, sta provando a puntellare il centrocampo con il classe ‘98 Carlo Clemente, scuola Bari, che probabilmente andrà a sostituire il senegalese Diagne Ababacar Sadikh, che non ha molto convinto nelle amichevoli fin qui giocate. Il diesse brindisino vorrebbe completare la difesa con due innesti, un centrale esperto ed uno esterno di sinistra under. In attesa di recuperare dall’infortunio muscolare il portiere Giorgio Pizzolato, mister De Luca per la prima di campionato utilizzerà obbligatoriamente un under in porta, da scegliere tra Laci­­rignola – che ha già difeso egregiamente nelle passate stagioni la rete adriatica – e il nuovo arrivo Alessandro Russo, classe 2000, con alle spalle le ultime due stagioni da titolare in serie D, sia con il Grumentum che col Francavilla in Sinni; in difesa sicuramente giocheranno gli esperti D’angelo e il capitano Sicignano; a centrocampo vedremo sicuramente all’opera Cerone, l’under Manuel Botta, classe 2002, e poi uno tra Bottari e Iaia; sulle fasce avrà l’imbarazzo della scelta con i bravi under Palumbo classe 2001, Boccadamo classe 1999 e Zanchi 2001; in attacco, vista la sicura assenza di Palazzo per squalifica dovuta alle ammonizioni accumulate lo scorso anno, sarà obbligata la coppia Lacarra e Maglie. Ricordiamo che quest’anno, in serie D c’è l’obbligo di schierare un under classe 1999, un 2000, un 2001 e un 2002 e per questo motivo sarà importante la gestione degli under. Come sempre il girone H di serie D sarà il più difficile, particolarmente quest’anno in quanto tutte le squadre si sono rinforzate per farsi trovare pronte nell’eventualità di una riforma dei campionati, che vedrebbe più squadre promosse in serie C già a fine campionato. Per quanto riguarda le candidate alla sicura promozione, a detta degli esperti, la maggiore favorita è il Casarano di mister Vincenzo Feola. Al tecnico leccese è stata consegnata una «corazzata» con un solo obiettivo: vincere! Le altre possibili candidate sono Taranto, Cerignola, Picerno, Bitonto, Fasano e Andria. A questo gruppetto e alle immancabili outsider, si aggiungerà il Brindisi? I tifosi brindisini se lo augurano. La società, dopo aver lanciato la campagna abbonamenti confidando nell’adesione di 1000 tifosi, nella speranza di superare le difficoltà organizzative dovute al protocollo da attuare anti Covid, viste le poche adesione ha deciso di aprire un punto vendita biglietti, presso l’edicola L’ideario in via Verona 30. Il costo dei biglietti comprensivi della pre vendita, è il seguente: tribuna laterale 17 euro, gradinata 11 euro, curva 10 euro. Visto l’esiguo numero di posti disponibili, non sono previste agevolazioni. La società precisa che gli abbonamenti potranno essere sottoscritti fino a mercoledì 7 ottobre. Mentre la società brindisina, con un comunicato, ha messo al corrente i propri sostenitori dell’apertura di un punto vendita tagliandi, la LND, a sorpresa, le ha chiesto di temporeggiare ancora un paio di giorni, prima di dare l’autorizzazione definitiva.
Sergio Pizzi (Agenda Brindisi 25 settembre 2020)

(Visited 255 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com