redazioneAutore: IN EVIDENZA Vita Cittadina

Terreno «rasato» a San Pietro 2: critiche e sospetti del Cobas

Il Sindacato Cobas è stato contattato da un gruppo di abitanti del villaggio San Pietro 2 di Brindisi perchè la BMS ha raso al suolo un grande terreno dove alcuni mesi fa erano stati piantati centinaia di alberi con gruppi di giovani e le autorità. Il sindacato ha diffuso questa nota con alcune immagini colte stamattina. «Qualcuno ha detto che erano secchi e nessuno li aveva innaffiati. Per noi – scrive Bobo Aprile per il Cobas – rappresenta invece un pessimo esempio di educazione ambientale.

Il Comune ha intenzione di piantare  migliaia e migliaia di alberi per migliorare la qualita dell’aria in città, li farà seccare tutti? Chiediamo al Comune, alla BMS, a quale titolo hanno distrutto ciò che era stato piantato come primo esempio di riforestazione cittadina? Questo gruppo di cittadini afferma che non erano secchi, ma la cosa preoccupante è chi non li ha curati per niente. Cosa diremo a quegli studenti e ai cittadini di San Pietro 2 e di tutta la città per quello che è successo? Attendiamo risposte dalle istituzioni».

LA REAZIONE DI «CANTIERI SOCIALI» PER FDI – «Apprendiamo che una zona verde del villaggio San Pietro è stata abbattuta in questi giorni dalla Multiservizi.  Si tratta di alberi che erano stati piantati di recente con tanto di cerimonia da parte delle autorità comunali, peccato però che si predichi bene e poi si razzoli male in quanto ambiente e green sono tematiche da sempre care a chi oggi rappresenta la città. Con ciò non intendiamo puntare il dito verso Multiservizi anzi esentiamo da responsabilità la partecipata del Comune che si è semplicemente attenuta a porre in essere quelle che erano le direttive comunali, che molto spesso risultano essere contraddittorie e contrastanti con la propria coerenza. E comunque, ‘cambiamola questa storia’, forse non guasterebbe».

(Visited 162 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com