redazioneAutore: Attualità IN EVIDENZA

Visite specialistiche ASL, la segnalazione di Gianni Cafarella

Dal signor Gianni Cafarella riceviamo e pubblichiamo una segnalazione relativa ai ritardi delle visite specialistiche da sostenere nella struttura ASL di via Dalmazia. «E la musica non cambia. Perché la musica è sempre la stessa? Circa sei-sette mesi fa mi rivolsi ad alcune testate di giornali locali esordendo con la frase ‘non ci resta che rivolgersi alla divina provvidenza per prenotare una visita in via Dalmazia’. Sono passati ben otto mesi da quando la dottoressa mi disse: ‘Signor Cafarella, la voglio rivedere per un controllo l’anno prossimo, si rechi allo sportello per prenotare’. La risposta che mi fu data una volta giunto allo sportello preposto fu che ancora l’agenda non era stata aperta e che quindi sarei dovuto tornare all’inizio del mese successivo cioè ad agosto. In quel momento, per evitare di perdere un’altra giornata lavorativa, chiesi se si poteva prenotare telefonicamente, e mi fu data risposta affermativa con l’indicazione del numero da contattare: 800888388. Telefonai dopo una settimana per prenotare una visita e la risposta ancora una volta fu che l’agenda sarebbe stata aperta di lì a tre giorni. Mi preoccupai di telefonare dopo un giorno e con grande sorpresa mista a rabbia, mi fu risposto che l’agenda risultava essere già tutta piena e quindi le prime date utili sarebbero state verso gennaio-febbraio. Che dire … in un giorno si sono prenotate non so quante persone, agenda completa. Forse se ci rivolgiamo alla divina provvidenza qualcosa succederà? Detto questo, volevo suggerire a chi di competenza, che coloro che purtroppo hanno patologie croniche e devono effettuare visite di controllo su richiesta di medico specialista, dovrebbero avere la possibilità di prenotazione immediata ed evitare estenuanti attese. La politica attiva e propositiva dovrebbe farsi sentire di più su certe problematiche che insistono sui cittadini. Sembrerebbe che i cittadini vengano tenuti in considerazione soltanto nei momenti del bisogno (o durante le campagne elettorali) ma poi vengono buttati via come si fa con i fazzoletti di carta».

(Visited 244 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com