Autore: Basket IN EVIDENZA Sport

Legasket: l’Happy Casa Brindisi stravince la sfida con Sassari 92-58

La Happy Casa riscatta la bruciante sconfitta pasquale, con una prestazione maiuscola scombussola il Banco di Sardegna dilagando con il punteggio di 92-58, che ribalta anche la differenza canestri maturata al termine della gara d’andata. Mattatore D’Angelo Harrison con 19 punti (8/11 dal campo, 4 rimbalzi e 2 assist), doppia cifra (15 punti) per un fantastico capitan Burnell, grande contributo di Reed che ha cancellato dal campo Filip Kruslin oltre a mettere a segno 15 punti. Due punti che permettono alla Happy Casa di raggiungere la Reyer a 28 punti in classifica, entrambe a soli due punti dal Banco di Sardegna.

Primo quarto di altissimo livello, entrambe le squadre seguono il proprio piano cercando di far valere i punti di forza nei confronti dell’avversario. Coach Vitucci schiera in quintetto un volitivo Riismaa (Lamb tenuto a riposo dopo una leggera contusione alla spalla occorsa in allenamento), che oltre a doversela vedere con i temibili esterni di coach Bucchi in difesa, si fa trovare pronto quando in attacco c’è da lasciar andare la tripla. Nella seconda parte della frazione l’aggressività difensiva dei padroni di casa è notevole ma la Dinamo trova sempre la soluzione grazie al talento individuale; con l’estemporanea tripla di Bendzius si chiude il primo quarto sul punteggio di 20-21. Nei primi minuti di secondo quarto, entrambe le squadre trovano pochi canestri, in quanto entrambe le difese fanno di tutto per togliere all’avversario le principali armi. Per Brindisi è difficile trovare spazi in transizione, mentre per Sassari i problemi nascono dalla frequenza e dall’intensità con cui si verificano i cambi di marcatura nella difesa brindisina. Con un quarto in cui si segna pochissimo, il parziale è 16-10, termina il primo tempo sul 36-31. L’aggressività difensiva degli esterni brindisini non si esaurisce alla ripresa, Reed ruba altri tre palloni dalle mani di Kruslin e va a schiacciare in campo aperto. La risposta la fornisce Diop che si mangia Bowman e Reed per il canestro più fallo, Robinson appoggia due punti in contropiede lanciato sempre da Diop e coach Vitucci è costretto a chiamare a sua volta timeout.

Si continua punto a punto ma Harrison e Burnell combinano per 11 punti consecutivi e spingono il vantaggio sul +12 in chiusura di quarto. L’inizio di ultima frazione è tramortente per gli uomini di coach Bucchi, Brindisi apre con un devastante parziale di 11-4 nei primi tre minuti, fatto di difesa forte che toglie possessi agli ospiti e attacchi veloci molto equilibrati. Brindisi dilaga grazie alla caldissima mano di Andrea Mezzanotte, arriva a ribaltare la differenza canestri e cancella ogni strascico negativo dell’ultima trasferta campana. Prossimo impegno mercoledì 19 aprile, ore 20:45: a Masnago la Happy Casa affronterà Varese ancora alle prese con la sanzione di 16 punti arrivata a sorpresa in settimana.

Servizio di Paolo Mucedero

(Visited 130 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com