redazioneAutore: Attualità

Murale «abbandonato», la replica di Rosy Barretta

Dalla dottoressa Rosy Barretta, presidente dell’Associazione «Brindisi e le Antiche Strade», riceviamo e pubblichiamo una cortese e circostanziata replica relativa alla segnalazione del nostro Maurizio De Virgillis nella rubrica FOTOGRAFANDO in cui agendabrindisi.it ha evidenziato la condizione di abbandono del murale, posto tra via del Mare e via Porta Lecce, che nel novembre scorso fu anche lo scenario di una particolare e lodevole iniziativa in occasione dell’evento «Viva la gente».

Gentilissimo Direttore, la presente è scritta in riferimento alla nota di Maurizio De Virgiliis: Storia di un murale «abbandonato» pubblicato da voi e relativo al murales in via di realizzazione ideato dalla nostra Associazione «Brindisi e le Antiche Strade», che ha visto la partecipazione degli studenti della del Liceo Artistico ‘Simone-Durano’ di Brindisi e dei ragazzi di ‘Viva la Gente’. Ci preme sottolineare che:

Gli studenti protagonisti dell’evento del novembre scorso insieme con Rosy Barretta

il progetto del Murales, non era stato pensato come un’opera che avrebbe impiegato gli studenti con brevi periodi di tempo e che sarebbe stato di rapida esecuzione, ma anzi avrebbe coinvolto gli studenti per più mesi; le giornate di impegno sul murales, sono state varie nel corso dei mesi di novembre-dicembre, essendo un lavoro «work in progress» e trovandoci in un luogo aperto, le attività hanno dovuto tener conto delle condizioni atmosferiche; lo stop dei lavori, concordato con il Liceo Artistico, è stato dovuto alle condizioni atmosferiche, freddo, umidità, pioggia e per esigenze funzionali ed imprescindibili dell’organizzazione della vota scolastica; le attività sarebbero poi riprese in base alle disponibilità del Liceo Artistico, secondo tempi e modalità da concordare con l’associazione al fine di individuare la migliore soluzione per la realizzazione dell’opera. Concludiamo questo elenco sottolineando una ovvietà che forse non è così scontata: in questa situazione di emergenza sanitaria, considerati i DPCM, ad iniziare dal DPCM dell’ 8 marzo 2020 e relative comunicazioni Ministeriali, sicuramente non è stato possibile – né ad ora sarà possibile – riprendere i lavori del Murales secondo le precedenti modalità stabilite. L’opera in questione non è solo importante per grandezza della superficie da trattare, per l’esposizione agli agenti atmosferici, ma è importante per il suo significato e messaggio: noi siamo i primi a voler omaggiare presto i cittadini di una così bella opera d’arte.

Rosy Barretta – Presidente «Brindisi e le Antiche Strade»

(Visited 254 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com