Antonio CelesteAutore: Basket IN EVIDENZA Sport

Nella notte del Draft 2022, Matteo Spagnolo «conquista» la NBA

(a. c.) – La lunga e spettacolare notte del Draft 2022 ha regalato una immensa soddisfazione a mamma Valeria e papà Fabio, al basket brindisino e alla città: Matteo Spagnolo (19 anni) è la scelta numero 50, quella fatta dai Minnesota Timberwolves e questo vuol dire che nel prossimo mese di ottobre potrebbe calcare i parquet americani continuando il suo straordinario percorso di crescita, che sinora ha avuto lo step più importante a Madrid, a cominciare dalla cantera del prestigioso club spagnolo … proprio come il suo cognome, un cognome già entrato nella storia.

Tutti in piedi sino all’alba (italiana) in attesa che il suo nome fosse pronunciato, che il grande momento arrivasse: dopo la prima scelta assoluta di Paolo Banchero nel cosiddetto «primo giro» (Orlando Magic) e la chiamata numero 36 per Gabriele Procida nel «secondo giro» (Detroit Pistons), è arrivata la cinquantesima chiamata delle 58 complessive della maratona televisiva (Sky) dell’appuntamento più atteso dell’anno per il futuro oltre oceano dei migliori talenti. E Matteo è tra questi ed è uno dei più giovani under 22 mai selezionati nella storia del Draft statunitense.

E adesso? La scelta del condizionale circa il suo immediato futuro non è casuale, perché il Real potrebbe decidere di avvalersi delle sue prestazioni (esercitando un diritto indiscutibile), dargli un’altra chance europea (magari ancora in Italia dopo l’esperienza cremonese con la Vanoli) o «liberarlo» per giocare in NBA. Saranno giorni decisivi, segnati da confronti e trattative che coinvolgeranno anche i suoi genitori – ma intanto il nostro Matteo si tiene ben stretta questa meravigliosa chiamata Usa! Complimenti di cuore Matteo. Siamo tutti orgogliosi di te.

Matteo Spagnolo con mamma Valeria e papà Fabio

IL FILMATO SKY DELLA CHIAMATA NUMERO 50, QUELLA DI MATTEO SPAGNOLO

(Visited 369 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com