redazioneAutore: Attualità IN EVIDENZA

Parco Bove Brindisi: il Comitato incontra il sindaco e tre assessori

Una nutrita  delegazione del “Comitato residenti Parco Bove” ha incontrato il Sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, coadiuvato dagli assessori Isabella Lettori, Mauro Masiello, Cristiano D’Errico per approfondire la difficile situazione venutasi a creare a Parco Bove  per i ritardi delle attività della cabina di regia istituita presso la Prefettura e degli sgomberi avvenuti in  questi giorni. «Il Comitato – scrive Roberto Aprile – chiede educatamente, così come ha fatto fino ad oggi, una accelerazione dei lavori della cabina di regia per arrivare ad una soluzione completa per tutte le famiglie prima di settembre quando ci saranno le assegnazione delle case chiamate ormai  ‘Le case di Benarrivo’. La cosa che abbiamo condiviso con la Amministrazione Comunale è la scelta politica di chiedere alla cabina di regia di innalzare la quota di assegnazione di case per Parco Bove per  motivi di fragilità sociale , cosa per cui queste nuove case nascono su volontà della Regione Puglia. Nella discussione è intervenuto il consigliere comunale Massimiliano Oggiano che ha consegnato nelle mani del Sindaco della documentazione  a sostegno degli abitanti di parco Bove. La documentazione è fatta di vecchi atti comunali che immediatamente sono stati ritenuti dal Sindaco poco spendibile ma che leggerà attentamente. Il Comune ha risposto alle critiche degli sfrattati rinnovando loro l’impegno per le cose che si possono fare. Le famiglie sfrattate chiedono di poter lasciare il residence loro assegnato per condizioni di assoluto degrado della struttura e di essere aiutati nella ricerca di case  ricevendo il sostegno economico da parte del  Comune. A tale scopo si creerà un filo diretto con il Comune  per risolvere le  situazioni incresciose per il residence e la ricerca di case» Domani alle 10,30 il Comitato incontrerà il dottor Negro, il magistrato che ha condotto le indagini sugli abusivi a parco Bove. Il Comitato gli chiederà la possibilità di rimandare gli sfratti   per le ultime quattro famiglie in attesa di sgombero; a settembre potrebbe esserci per  questi  una legittima assegnazione di casa popolare avendo fatto ed ottenuta richiesta di sanatoria. «Il Comitato confida nella buona volontà di tutti per continuare a percorrere un percorso civile, così come si sta facendo da un anno»

(Visited 47 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com