Autore: IN EVIDENZA Spettacolo

Performing Arts, successo e grandi emozioni per INTO-SPETTRI-VA

Danzano e cercano occhi fra il pubblico, quelli di mogli, figli e madri. Braccia che potranno stringere a fine spettacolo. L’emozione si sente, si tocca, si taglia in occasione della prima nazionale di INTO-SPETTRI-VA. Protagonisti gli ospiti della casa circondariale di Brindisi e le loro famiglie che per la prima volta, insieme, trasformano un luogo inaccesibile in un teatro. Il progetto, che porta la firma di AlphaZTL Compagnia d’Arte Dinamica, direzione artistica di Vito Alfarano, è inserito- grazie alla proficua e consolidata collaborazione con l’istituto penitenziario brindisino e il garante delle persone private della libertà personale della Regione Puglia – nel cartellone del Brindisi Performing Arts sulla cui sezione estiva cala il sipario. La performance è il prodotto finale di un corso di formazione internazionale per danzatori svolto in Italia nell’ambito del progetto Erasmus+ intitolato In Sincro. Di scena, in linea con tutta la produzione di AlphaZTL, una performance che tratta temi di strettissima attualità, dall’omosessualità alla violenza sulle donne, uno spettacolo dal forte impatto emotivo che ha visto i danzatori della casa circondariale parte attiva del progetto e non “solo” interpreti dello stesso. Il bilancio è positivo, l’obiettivo è raggiunto e superato. L’intesa tra i soggetti protagonisti è talmente forte da fare ipotizzare un cammino insieme sempre più ricco di spunti intetessanti. Entusiasta e soddiafatta, a margine dello spettacolo, la direttrice dell’istituto penitenziario di Brindisi, Valentina Meo Evoli, che ha sottolineato l’importanza di iniziative come queste per accompagnare il percorso di riabilitazione che le persone private della libertà personale fanno in carcere, iniziative possibili- come ha sottolineato sempre la direttrice- quando ci si interfaccia con professionalità di livello come AlphaZTL. Il sentimento di gratitudine nei confronti di chi ha reso possibile che ciò accadesse è difficile da spiegare. “Cosa mi hanno detto i miei familiari? Erano stupiti, si sono emozionati, ho visto i loro volto pieni di pianto. Mai avrebbero immaginato che io potessi essere protagonista di un’esperienza simile. Abbiamo imparato a danzare, abbiamo studiato e imparato a conoscere storie interessanti come quella di Frida Khalo. Abbiamo approfondito temi attuali come l’omosessualità e la violenza sulle donne” ha commentato un detenuto. INTO-SPETTRI-IVA tornerà in ad emozionare il pubblico, lo farà in teatro, ad ottobre, alla ripresa del BPA, autumn edition.

(Visited 32 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com