redazioneAutore: Basket IN EVIDENZA Sport

Play off: Brindisi-Trieste 86-54, doppio vantaggio biancoazzurro

A meno di 24 ore da Gara1 Brindisi ospita nuovamente l’Allianz Trieste, vincere significa presentarsi nella Gara3 in trasferta con la possibilità di chiudere la serie.
James Bell si accomoda in tribuna al posto di Ousman Krubally, novità anche in casa Trieste con Graziulis in quintetto. Non si segna per oltre un minuto e mezzo prima dei tre liberi mandati a bersaglio da Josh Bostic, contro la sua marcatura Grazuilis risponde prima di subire il movimento uno contro uno di Nick Perkins per il 6-2 che ribalta quello di Gara1. Nel primo quarto entrambe le squadre non rifiutano di correre in contropiede ed alzare i ritmi, sulle iniziative di Thompson Brindisi va in vantaggio 12-6 a 4 minuti e mezzo dalla fine del primo quarto. Dopo essersi messo in ritmo con due liberi, Willis attacca Grazulis sul quarto di campo e lo batte dal palleggio finendo al ferro con una grande schiacciata che costringe coach Dalmasson al timeout. Nonostante la sospensione Trieste non riesce a produrre vantaggi sui tanti blocchi giocati, Brindisi cambia strategicamente marcatura forza il possesso e corre in contropiede con Perkins che scrive due punti in palleggio arresto e tiro. I primi due punti di Darius Thompson arrivano, invece, con meno di due minuti da giocare nella frazione, e sono due punti da campione siglati da una schiacciata. Brindisi chiude in netto controllo la frazione (25-11) costringendo Trieste ad un misero 5/20 complessivo dal campo. Nel secondo quarto la NBB rientra in campo con grande determinazione, fermando due volte consecutivamente l’attacco ospite e fluendo velocemente in transizione per due triple in fila, una di Bostic e l’altra di Harrison. Trieste, sprofondata a -20, schiera la prima zona in difesa e recupera subito il pallone costringendo Brindisi alla quinta palla persa in meno di 14 minuti. La zona fronte pari di coach Dalmasson rallenta l’attacco dei padroni di casa, mentre Delia e Fernandez rosicchiano lo svantaggio fino al -13; quando coach Vitucci chiama il minuto di sospensione e rimanda in campo Derek Willis. Brindisi ritrova fluidità offensiva e chiude al meglio la frazione con il parziale che recita 15-14 ed un complessivo 40-25; Trieste tira meno del 30% dal campo ed un orribile 1/11 da tre punti, inoltre non ha posto rimedio ad uno dei problemi di Gara1, ovverosia la disarmante differenza a rimbalzo complessivo: 28-17 in favore dei pugliesi. Il secondo tempo non racconta niente di diverso rispetto al dominio brindisino del primo: Harrison e Gaspardo infilano due triple per il nuovo +20 e Trieste molla definitivamente gli ormeggi lasciandosi travolgere dalla mareggiata degli uomini di coach Vitucci. Willis si prende il pallone dalle mani degli avversari – letteralmente – e vola in contropiede evitando anche gli sporadici sprechi di Gara1. Anche dopo il minuto di sospensione Trieste non riesce ad avere un minimo di inerzia, terminando il quarto sul -27 (68-41).
Nel resto del match la contesa non esiste: Trieste non riesce a contenere il numero dei possessi giocati dai brindisini che hanno catturato più di 10 rimbalzi offensivi e 39 complessivi già all’inizio dell’ultimo quarto.
Brindisi ha dominato in quasi tutti gli aspetti del gioco, la superiorità fisica ed atletica sono state ancora più evidenti alla seconda partita di fila. La truppa di coach Vitucci si è portata cinicamente in vantaggio 2 a 0 nella serie con una partita che ha dato la sensazione del KO tecnico, Lunedì alle 19:00 Brindisi sarà ospite all’Allianz Dome di Trieste, per giocarsi il primo storico accesso ad una serie di semifinale playoff.

Servizio di Paolo Mucedero

(Visited 67 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com