redazioneAutore: Attualità IN EVIDENZA Scuola

Polo liceale: omaggio pop alla Divina Commedia per il «Dantedì»

Nell’importante anno che segna i settecento anni dalla morte di Dante, una batteria di eventi speciali e iniziative si susseguirà al Liceo Marzolla Leo Simone Durano a partire dal 19 marzo, e fino al 30 marzo, nei giorni in cui cade il Dantedì.
Si parte il 19 marzo con la campagna artistico-mediatica DivinaMente, con cui il Liceo «Simone» rende omaggio ai personaggi più rappresentativi della Divina Commedia mediante opere grafiche in chiave pop collocate in oltre 70 punti della città di Brindisi. I colori dell’arte illumineranno le strade e le piazze semideserte nei giorni tristi dell’attuale fase in ‘zona rossa’, e le icone dantesche le animeranno, come compagni inaspettati di rari passanti. Una mostra di opere grafiche ‘a cielo aperto’, che rimarrà fruibile fino al 29 marzo.
Nel frattempo, in ogni Liceo del polo Marzolla Leo Simone Durano, molteplici le attività in programma.
Al Liceo Classico Marzolla si partirà il 22 marzo con «La settimana di Dante», che, fino al 30 marzo, prevede diverse sezioni tematiche in laboratori disciplinari e multidisciplinari telematici in cui docenti e studenti approfondiranno gli aspetti meno noti del Sommo poeta, spaziando tra scienza, diritto, arte, miti classici, filosofia e scrittura creativa, per ri-costruirne il ritratto multiforme e attualizzabile attraverso le forme più disparate in versione multimediale: video, fumetti, debate. Alcuni esempi: Dante ed Aristotele: dialogo sulle libertà; Dante biografo; La matematica di Dante; Dante e Beatrice sui social; Dante and friends; Dante nelle canzoni e molto altro ancora in un «cartellone» che si arricchisce di giorno in giorno e di cui sarà fornita puntuale informazione in real time sulla pagina FB del Liceo classico Marzolla per tutta la settimana. I contenuti dei laboratori diverranno fruibili sui canali social e sul canale youtube della Scuola.
Al Liceo Artistico Musicale Simone Durano due seminari tematici in modalità telematica: si comincerà il 25 marzo, giorno designato come l’inizio del viaggio dantesco nell’Aldilà (nel lontano 1300), e si continuerà il 30 marzo, dove il collegamento partirà dalla sede dell’Associazione «Brindisi e le Antiche strade». Per l’occasione sono in programma suggestivi tour virtuali nell’Oltretomba dantesco realizzati con le scenografie più significative degli ambienti descritti da Dante, nonchè interviste ‘impossibili’ che permetteranno agli studenti di dialogare con Dante, una vera pièce teatrale sapientemente messa a punto per l’occasione, e ancora tanti altri approfondimenti storico-letterari sul tema. Un vero tuffo nella storia, in cui le due anime del Liceo, quella artistica e quella musicale, hanno fattivamente cooperato per realizzare attività davvero creative.
Al Liceo Scientifico Leo un percorso multidisciplinare molto originale, attuato in collaborazione con il Museo Ribezzo, permette agli studenti di rivisitare scene o luoghi danteschi, o di incontrare i personaggi della Divina Commedia in una visita virtuale al Museo. Grazie alla disponibilità della Direttrice del Polo Bibliomuseale di Brindisi, l’architetto Emilia Mannozzi, gli studenti, con l’aiuto dei loro insegnanti, si sono avventurati nella riscoperta della Divina Commedia alla luce delle testimonianze archeologiche conservate al Museo. Alla ricerca di tracce dantesche nelle testimonianze del Ribezzo: il rileggere i reperti archeologici alla luce della Divina Commedia, e il rileggere la Divina Commedia alla luce dei reperti custoditi presso il Museo Ribezzo diventano una cosa sola. Questa originale rilettura porterà gli studenti a riscrivere alcune terzine dantesche, nella sintesi di un percorso creativo che unisce, in una contaminazione straordinaria, passato e presente, storia e letteratura, arte e scrittura.
Nonostante la situazione emergenziale, il Liceo Marzolla Leo Simone Durano si conferma promotore di iniziative culturali variegate e di pregio, perché solo attraverso diversificate opportunità formative si possono maturare quelle competenze utili per diventare veri cittadini di domani. Proprio come Dante insegna: «fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza».

(Visited 97 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com