Autore: Basket IN EVIDENZA Sport

Posticipo LBA: finale thrilling a Scafati, Happy Casa battuta 85-84

La Givova era in missione, si sapeva che gli uomini di coach Sacripanti avrebbero fatto di tutto per vincere nel posticipo della venticinquesima e così hanno fatto. Il derby del sud finisce 85-84 in favore dei campani che hanno messo tutto quello che avevano per recuperare lo svantaggio maturato al termine del primo tempo. Sugli scudi David Logan autore di 19 punti (per gran parte arrivati nel secondo tempo) e Julyan Stone che ha portato via lo sfondamento di Bowman sull’ultimo contropiede che, per Brindisi, poteva valere la vittoria.

Primo quarto che sembra appartenere ai ragazzi di coach Sacripanti, Brindisi sembra disconnessa e i gialloblu ne approfittano per mettere tutte le proprie energie in campo; coach Vitucci si affida al talento offensivo di Reed, ma è con l’ingresso di Bayehe, Bowman ed Harrison, che Brindisi avvia la rimonta fino a pareggiare al termine dei primi dieci minuti sul 23-23. Nel secondo quarto Bayehe e Mezzanotte continuano a dominare sugli avversari, mentre la partita si innervosisce, gli ospiti mantengono lucidità e, guidati dal carisma di Harrison, scavano il solco. I padroni di casa sono sfavoriti dalle pessime percentuali al tiro da fuori (0/7 in totale) e paralizzati dall’intensità difensiva pugliese. Il secondo quarto si chiude sul 38-50, al termine di un parziale di 15-27 in favore dei biancazzurri.

Nella ripresa Scafati trova due triple che sembrano riaccendere le polveri, mentre Logan rimane pericolosamente tangenziale rispetto al resto della sua squadra; gli uomini di coach Sacripanti allungano spesso la difesa ma ottengono appena 6 palle perse da parte degli avversari. Nonostante questo i gialloblu riescono a rientrare in contatto sul finire del terzo quarto grazie ad altre due triple tra cui la prima di David Logan, 62-68 al termine dei trenta minuti. Scafati ritrova ritmo al tiro e, con Rossato scatenato, si riporta a -2 a meno di sei minuti da giocare con Logan in lunetta per tre liberi. Il Professore gioca un ultimo quarto da grande campione, segna tutti i canestri difficili che valgono un altro vantaggio campano, +3 a due minuti e mezzo dalla fine. Nell’ultimo concitato minuto, Brindisi riesce ad agguantare due punti per il -1 ma sul contropiede fondamentale Bowman sfonda su Stone e consegna amaramente la vittoria ai padroni di casa: decisione duramente contestata da coach Frank Vitucci in sala stampa. Tensione in campo dopo la sirena. Con questa vittoria Scafati mette due punti di distanza con l’ultimo posto, mentre Brindisi non riesce ad approfittare del passo falso di Varese (sconfitta in casa da Reggio Emilia). La Happy Casa tornerà in campo al Pentassuglia per un’altra sfida di altissimo livello contro la Dinamo Sassari di coach Piero Bucchi.

Servizio di Paolo Mucedero – Foto di Maurizio De Virgiliis

(Visited 203 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com