redazioneAutore: Attualità IN EVIDENZA

Le ripercussioni del Coronavirus sul commercio ambulante

Le ripercussioni dell’emergenza sanitaria e socio-economica sul commercio ambulante itinerante sono oggetto di una riflessione che il dottor Antonio D’Amore, presidente della Confesercenti della provincia di Brindisi, ha inviato agli organi di informazione: «Mentre i nostri commercianti, i pubblici esercizi turistici e l’Italia intera si preparano alla riapertura ed alla ripresa di una vita ‘normale’ in tempi di Coronavirus, la Confesercenti Provinciale di Brindisi vorrebbe porre l’attenzione su un intero comparto ‘dimenticato’ ma vitale per la nostra economia turistica, quello delle fiere e delle sagre che coinvolge, solo nella nostra Provincia, migliaia di operatori commerciali ambulanti (cosiddetti itineranti – giostrai, luminarie, commercianti ambulanti, artigiani ambulanti, ecc.). Non si tratta solo di tutelare le famiglie di questi operatori e di metterli nelle condizioni di riprendere il lavoro, si tratta soprattutto di riattivare un settore che, attraverso feste patronali, sagre, appuntamenti della nostra tradizione popolare ricchi di storia e tradizioni, svolge un importante ruolo di attrattore turistico ed economico per molte realtà del nostro territorio. Diventa quindi fondamentale – affermaAntonio D’Amore – riconsiderare queste categorie all’interno dei provvedimenti economici e normativi di ripartenza regionale e comunale, intervenendo con regole chiare e misure pensate per la ripresa di queste attività e di tutto il comparto dell’attrattività e del marketing territoriale. Per questo motivo, già dai prossimi giorni, attraverso le nostre rappresentanze regionali, avvieremo una azione di sensibilizzazione nei confronti della Regione Puglia».

(Visited 103 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com