Autore: Attualità IN EVIDENZA Scuola

Al via gli incontri con gli studenti del progetto «AAA-Accogliere ad Arte»

Hanno preso il via ieri (20 marzo 2024) gli incontri presso gli istituti scolastici superiori della città di Brindisi del progetto «AAA-Accogliere ad Arte», promosso dall’ETS Le Colonne. I primi a partecipare, in ordine di tempo, sono state le classi terze e quarte del Liceo linguistico «Palumbo». I ragazzi hanno preso i primi contatti con i professionisti dell’associazione Le Colonne che li hanno guidati verso la maggiore comprensione del termine «accoglienza» e cosa voglia dire avere una «città accogliente». Nel corso del progetto gli studenti saranno chiamati a dare una risposta a tali quesiti, in maniera proattiva, realizzando prodotti multimediali, artistici o mettendo in capo delle competenze tecniche che siano congeniali ai loro indirizzi di studio. Il progetto AAA Accogliere nasce nel 2016 a Napoli, coordinato dall’Associazione «Progetto Museo». Scopo del progetto è la valorizzazione dei luoghi d’arte e delle risorse umane che si occupano di accoglienza a turisti e visitatori, non solo personale dei musei e dei luoghi d’arte, ma tutti coloro che della città sono i primi narratori, creando una comunità di accoglienza diffusa. Erano presenti all’incontro la dirigente scolastica professoressa Maria Oliva, il responsabile degli Affari Istituzionali territoriali di Enel dr. Angelo Di Giovine, il presidente dell’Associazione Le Colonne dott.ssa Anna Cinti e il comandante della Polizia Locale di Brindisi dr. Antonio Orefice.

«La partecipazione al progetto del Liceo Linguistico ‘Palumbo’ – afferma la dirigente scolastica – rientra perfettamente nella mission educativa dell’istituto, poiché gli studenti avranno come compito accogliere visitatori e turisti, potenziando al contempo le competenze in campo storico e culturale». Il dottor Di Giovine ha ribadito l’entusiasmo di Enel Produzione di sostenere un progetto dedicato alla storia e all’architettura della Città, sottolineando quanto sia «importante che i ragazzi si impadroniscano della cultura, diventandone i primi testimoni».

«Diversamente da quanto avvenuto nelle altre città, nelle precedenti edizioni del progetto – commenta la presidente dott.ssa Cinti – a Brindisi sono state coinvolte le scuole perché crediamo che sia fondamentale trasmettere la conoscenza e la consapevolezza del patrimonio culturale, a partire dai più giovani». Fondamentale la testimonianza del comandante della Polizia Locale Antonio Orefice che ha parlato ai ragazzi della necessità di essere consapevoli del proprio territorio anche in qualità di cittadini e ancor più di futuri professionisti. La Polizia Locale, nelle scorse settimane, è stata anch’essa protagonista del progetto di formazione. Gli appuntamenti proseguiranno lunedì presso l’Istituto Alberghiero «Pertini», l’Istituto Tecnico Tecnologico «Giorgi» e l’Istituto Superiore «Majorana».

(Visited 78 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com