redazioneAutore: Attualità IN EVIDENZA

Assemblea di Sanitaservice mercoledì 8 luglio al «Perrino»

Il Sindacato Cobas organizza una assemblea l’8 luglio, dalle ore 11,00 alle ore 12,00, nella sala mensa dell’ospedale Perrino per riferire ai lavoratori della Sanitaservice di Brindisi dei risultati ottenuti nell’importante incontro di giovedì  25 giugno 2020 presso lassessorato alla sanità della Regione Puglia. Il Cobas ha incontrato in quella giornata il presidente della Task Force sulla occupazione della Regione Puglia, Leo Caroli, e il direttore generale della Asl Brindisi, Giuseppe Pasqualone, per discutere dellla fuoriuscita da Sanitaservice dei lavoratori delle pulizie in seguito ad una sentenza del Consiglio di Stato. Aveva dovuto invece abbandonare la riunione per problemi urgenti il direttore generale della sanità pugliese, Vito Montanaro, affidando al presidente Leo Caroli il suo pensiero sulla annosa questione brindisina. Il Sindacato Cobas aveva ripetuto nel corso della riunione le proposte già fatte da anni, rivolte a superare la sentenza della Magistratura ed a ridare serenità a 300 lavoratori delle pulizie della provincia di Brindisi. «Ricordiamo – si legge – che il Sindacato Cobas  ha lottato da solo per la internalizzazione dei lavoratori Markas e ha continuato  adesso per non farli fuoriuscire da Sanitaservice. Il Cobas ha continuato a fare delle proposte attuabili  e non ha mai mollato. Chiediamo il sostegno di tutti i lavoratori per raggiungere l’obiettivo di non uscire che è una cosa assolutamente possibile». Il sindacato riporta ancora le dichiarazioni del presidente della Task Force, Leo Caroli, fatte nel corso della riunione di Bari: «Le ultime  linee guida della Regione Puglia sono fortemente caratterizzate dalla volontà politica di internalizzare in Sanitaservice quanti più servizi possibili. La Regione Puglia vede negativamente l’allontanamento delle pulizie a causa della sentenza del Consiglio di Stato. La Regione Puglia ritiene fortemente interessanti le proposte del Cobas considerandole uno spunto di grande interesse. La Regione Puglia realizzerà in queste settimane un approfondimento giuridico sulle questioni poste e darà una risposta». Il direttore Pasqualone, dopo le affermazioni del presidente Caroli, chiese una risposta in tempi relativamente brevi  dell’avvocatura della Regione che gli permetta di sospendere l’efficacia della gara a ragion veduta. Bobo Aprile del Cobas ricorda che «in quella occasione lui, pur in presenza della famosa sentenza, decise di internalizzare il servizio delle pulizie». Il  Cobas mantiene gli impegni presi con i lavoratori, continua la lotta intravvedendo  la possibilità reale di sospendere il disastro della fuoriuscita dei lavoratori.

(Visited 121 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com