redazioneAutore: Cronaca IN EVIDENZA

Bambino ghanese ritrovato dalla Polizia Locale nell’area portuale

E’ successo domenica scorsa alle ore 21,15 e tutto è cominciato con una segnalazione giunta alla Sala Operativa della Polizia Locale con una richiesta d’intervento circa il ritrovamento di un bambino di colore in tenera età che, da solo, percorreva le strade del centro città. La pattuglia della Polizia Locale assegnata alla vigilanza del centro storico si dirigeva su piazza Vittorio Emanuele, dove ad attendere c’era un poliziotto fuori servizio accompagnato dalla moglie. La signora, accortasi della anomala situazione, aveva trattenuto il piccolo che vagava dalle parti del lungomare. La pattuglia, preso in consegna il minore, A. L., di tre anni, cercava di rintracciare chi ne avesse la potestà genitoriale. Si avvicinava O. J., di anni 38, di nazionalità ghanese e residente a Carovigno, il quale si qualificava quale accompagnatore del minore.

Una pattuglia della Polizia Locale di Brindisi

Subito dopo giungeva sul posto A. R., di anni 39, anch’esso di origine ghanese e residente a Brindisi, padre del bambino. Dopo gli accertamenti di rito per l’identificazione, la pattuglia della P. L. accompagnava il minore, unitamente al genitore, dirigendosi presso il domicilio, dove si trovava la madre, N. A., di anni 37, anch’essa di origine ghanese. Dall’indagine condotta, è emerso che il bambino si era allontanato dall’accompagnatore mentre questi era intento ad acquistare uno yogurt da un esercizio di corso Garibaldi. Come atto dovuto, è stata inoltrata informativa alla Procura della Repubblica per i minori, ravvisando la violazione dell’art. 591 c. p. (“Abbandono di persone minori o incapaci”).

(Visited 18 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com