Autore: Basket IN EVIDENZA Sport

Legabasket: Brindisi sfiora l’impresa contro Milano nel Forum (83-82)

Un altro canestro all’ultimo secondo, un altro tiro da tre punti da ben oltre gli otto metri. La bomba di Hall salva l’Olimpia Milano che era sotto di due punti dopo un match condotto ampiamente fino all’ultimo quarto. Per Brindisi la magia l’ha fatta Reed con un clamoroso tiro per il vantaggio, positivo l’apporto di tutti i giocatori in campo per coach Vitucci. Partita che inizia a ritmi alti con lo scontro tra Bowman e Pangos ad animare le prime fasi; i due playmaker ingaggiano un’elettrizzante duello in cui si scambiano canestri, Davies sale in cattedra per aiutare il numero cinque milanese, mentre per Brindisi sono Reed e Burnell a rispondere presente. Entrambe le squadre faticano ad adattarsi al metro arbitrale, Brindisi concede presto il bonus e vede vanificate alcune buone difese da fischi arbitrali che mandano in lunetta i padroni di casa, 27-21 al termine del primo quarto.

La decisiva bomba di Hall a fil di sirena

Nel secondo quarto la difesa degli ospiti continua a produrre buoni dividendi, anche se Pangos sembra avere soluzioni contro ogni difesa. L’ingresso del secondo quintetto di coach Vitucci, come spesso accade, alza l’intensità del gioco brindisino, gli ospiti si tengono in partita grazie alle giocate di Bruno Mascolo e Junior Etou. Nonostante questo però L’Olimpia si mantiene in vantaggio grazie all’attività incontenibile di Davies e la solidità delle giocate di Thomas. Con il parziale 19-16 in favore dei padroni di casa si chiude il secondo quarto con Brindisi a nove punti di distanza. Nel secondo tempo la partita si accende ed entrambe le squadre mettono in campo pallacanestro di alto livello: Perkins continua a rappresentare una minaccia per la difesa di coach Messina, ma non riesce ad essere sempre coinvolto in partita se non cercando di andare a canestro. Spesso il 33 ha rallentato una circolazione di palla che stava ben funzionando. Burnell decide di prendere in mano l’attacco con tre canestri da tre punti (uno di tabella, ed uno in contropiede dal palleggio), Reed ritorna in campo con quattro falli ma non molla in difesa ed in attacco è sempre pericoloso. Nonostante il parziale favorevole, 23-29, Brindisi chiude sotto anche la terza frazione, ma con la netta sensazione di avere molte armi per colpire la corazzata milanese, una fra tutte la difesa di cambi che è stata molto più puntuale delle ultime partite, ed è stata determinante per rientrare nel punteggio. Negli ultimi possessi succede di tutto: Shields e Burnell si vedono due canestri già fatti sputati dal ferro, le due squadre continuano a litigare con il metro arbitrale perdendo possessi importanti; Brindisi trova il vantaggio sul 74-75 a meno di quattro minuti dalla fine.

Nel finale punto a punto Reed appoggia due punti in penetrazione per il momentaneo vantaggio brindisino, con appena due secondi sul cronometro. Hall rimette e riprende il pallone, tira da abbondanti otto metri e infila la tripla che condanna la Happy Casa alla sconfitta. Brindisi ha combattuto alla pari contro i Campioni d’Italia con una partita in crescendo al termine della quale registra quattro uomini in doppia cifra: 17 per Burnell e Bowman, 16 per Reed e 12 per Perkins. Mercoledì nuovo impegno di coppa contro gli olandesi del Donar di Groningen, prima trasferta europea per gli uomini di coach Vitucci.

Servizio di Paolo Mucedero – Foto di Maurizio De Virgiliis

(Visited 127 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com