Autore: Attualità IN EVIDENZA

L’ingegnere biomedico brindisino Marco Lenzi nel team di SMUSH

C’è anche il brindisino Marco Lenzi, ingegnere biomedico (CTO), nel team che ha ideato e realizzato SMUSH Materials, una startup accademica del Politecnico di Milano che, grazie ai funghi, sviluppa alternative 100% naturali, compostabili ed innovative ai materiali tradizionali utilizzati ad oggi per il packaging protettivo. Del team fanno parte anche Luca Ficarelli, ingegnere biomedico, CEO; Sara Mantero, ingegnere biomedico, prof.ssa bioingegneria, Scientific Advisor.
Si sfrutta il micelio, la radice dei funghi, come collante naturale per aggregare insieme scarti e sottoprodotti organici del settore agroalimentare. Tramite una «fermentazione fungina» lo scarto organico si trasforma in un materiale che risulta ignifugo, fonoassorbente, resistente agli urti e impermeabile. Il candidato ideale a sostituire i polimeri espansi negli imballaggi, come il polistirolo, essendo completamente biodegradabile e compostabile, e presentando basso peso e basso costo.
«Non fabbrichiamo, ma facciamo crescere i nostri prodotti»: SMUSH offre delle soluzioni in micelio per packaging protettivo per il mondo del luxury e del design che presentano prestazioni e finiture adatte a proteggere i prodotti più preziosi. Ingegnerizziamo i nostri prodotti per dei risultati premium.
«Poniamo la totale circolarità dei nostri prodotti al centro della nostra attività di produzione e ricerca; tutte le nostre soluzioni – affermano i componenti del team – sono ottenute partendo da scarti organici provenienti dal territorio italiano. Il nostro know-how deriva da studi approfonditi per la selezione di ceppi fungini e processi adeguati all’impiego su scala industriale. Il processo da noi ideato risulta così facilmente scalabile su larga scala, con costi competitivi per il mercato di riferimento». Core business: Packaging per lusso e design – Side business: isolamento termoacustico.
Alcune significative sperienze del team CTo:
• Vincitori dell’edizione 2021 di Switch2Product, l’Innovation Challenge di Politecnico di Milano, PoliHub – Innovation Park & Startup Accelerator e Deloitte per le soluzioni innovative, nuove tecnologie e idee di impresa di studenti, ricercatori, dottorandi di ricerca, docenti e alumni del Polimi. https://startupitalia.eu/166967-20211202-switch2product-le-26-startup-selezionate-da-politecnico-di-milano-deloitte-e-polihub;
• assegnazione grant da 30.000 euro da parte di Eni-Joule, la scuola di Eni per l’impresa, per la vittoria del premio S2P;
• articolo su L’Edicola del Sud: «Gli scarti organici diventano risorse anche grazie ad un brindisino» (30 gennaio 2022);
• partecipazione alla 60esima edizione del Salone del Mobile di Milano 2022, nel padiglione St. Project, nell’ambito dell’installazione «Design with Nature» dell’archistar Mario Cucinella. Qui venivano presentati diversi materiali circolari e bio-based realizzati a partire da rifiuti e sottoprodotti industriali. Abbiamo avuto anche l’occasione di presentare un pezzo unico di design realizzato ad hoc per l’esposizione con il materiale «Mycelium Widgtes», un separè realizzato in collaborazione con l’azienda Marangoni Design General Contractor, di Como.
(Foto: Marco Lenzi, Luca Ficarelli e Sara Mantero).

(Visited 339 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com