Francesco GuadalupiAutore: Basket IN EVIDENZA Sport

Mercato Happy Casa: il tempo delle scelte per Martin e Brown

Siamo ben lontani dall’inizio della nuova stagione, ma colpi di scena e di mercato non mancano. E figuriamoci cosa potrà accadere in estate. Prima di parlare della New Basket Brindisi, è doveroso riprendere quanto accaduto a Sassari. Tutto in poche ore: in un primo momento la notizia della separazione tra la Dinamo Sassari e il suo allenatore Gianmarco Pozzecco (notizia lanciata da tv e stampa nazionale) a causa di un movimento di mercato in uscita (Evans per intenderci) che non era stato digerito dal coach triestino. Come per magia, dopo un giorno, la società, nella persona del presidente Stefano Sardara, e l’allenatore hanno ritrovato l’armonia per continuare il rapporto di collaborazione. Cose che possono accadere nello sport, ma conoscendo i due personaggi, sembrava davvero che fosse arrivato il momento di dirsi addio. D’amore e d’accordo, forse anche con il benestare dei senatori dello spogliatoio, la società isolana è pronta ad operare in maniera decisa sul mercato. Ecco quindi che per supportare Marco Spissu in cabina di regia potrebbe arrivare Ariel Filloy, in uscita da Venezia considerando negativamente l’operazione Pusica.

Coach Frank Vitucci, il presidente NBB Nando Marino e il direttore sportivo Simone Giofrè

A Brindisi sembra già dimenticata la scelta di Banks: sui social si scrive sempre meno e la curiosità dei supporter ora è rivoltata a chi farà parte del nuovo roster. Thompson, Gaspardo, Visconti (in attesa dell’ufficialitá) e poi … top secret. L’obiettivo del diesse Simone Giofrè è quello di chiudere quanto prima il mercato italiani, secondo play e un’ala. La tifoseria invece è attenta ai nomi degli stranieri e soprattutto a Martin e Brown. Il presidente Nando Marino, come spesso ha abituato i suoi abbonati, è pronto ad annunciare il colpo a sorpresa, che sia un rinnovo o un nuovo tesserato, e a breve potrebbe esserci qualche novità. Zanelli o Laquintana, Laquintana o Zanelli. E se dovesse esserci un terzo nome? In altre piazze si allestiscono roster interessanti, in particolar modo Milano, Bologna e Venezia. Tre società con obiettivi e budget di mercato differenti, ma pronte a darsi battaglia nel massimo campionato e fare la voce grossa in Europa. Le scarpette rosse starebbero sondando il terreno per l’ingaggio di Anthony Gill, ala di 203 centimetri, dal 2017 in forza al Khimki di Mosca, 25 presenze e 268 punti. La Virtus Bologna ha finalmente ufficializzato Awudu Abass: contratto di tre anni per l’ala che nell’ultimo campionato ha viaggiato a quasi 15 punti per gara. In laguna si attende di conoscere la risposta definitiva di Daye, che ha chiesto qualche giorno prima del sì. Conferma senza troppi problemi per Julyan Stone, che insieme a De Nicolao, Watt, Bramos, Cerella e Tonut, ormai è padrone di casa nel Taliercio. Vicino all’accordo con la VL Pesaro Maurizio Buscaglia che potrebbe accettare il biennale proposto dal club marchigiano. Situazione migliorata a Roma – almeno così sembra – dove la famiglia Toti non intende gettare la spugna. Ormai ufficiale il passaggio di Pistoia in serie A2: purtroppo la società biancorossa ha chiesto di partire dal secondo campionato per problemi economici e potrebbe non essere l’unica. Anche a Cremona la proprietà sta valutando con attenzione i costi e la possibilità di affrontare o no la Lega A. 
Francesco Guadalupi

(Visited 48 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com