redazioneAutore: Cronaca IN EVIDENZA

Sigilli alla casa di Parco Bove, famiglia trasferita in un B&B

Questa immagine conclude la convulsa giornata vissuta nell’agglomerato denominato Parco Bove nel quartiere Paradiso di Brindisi: sono i sigilli apposti dalla Polizia Locale, guidata dal comandante Tonio Orefice, all’ingresso della «baracca» che per quasi dieci anni è stata occupata da una coppia che nel tempo aveva avuto due figli. L’ultimo tentativo di mediazione o di accordo che dir si voglia è andato fortunatamente in porto, ponendo fine ad una situazione drammatica e carica di tensione.

La famiglia, sfrattata per decisione del Tribunale di Brindisi, è stata provvisoriamente trasferita in un B&B del centro, naturalmente a spese del Comune. Dal primo luglio, si trasferirà presso Casa Betania, che accoglie nuclei familiari in difficoltà e viene gestita dalla Parrocchia di San Vito Martire del quartiere Commenda. C’è comunque la volontà di trovare una soluzione abitativa definitiva per la quale l’Amministrazione comunale garantirà un contributo di 300 euro per il primo anno di locazione.

(Visited 230 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com