Autore: IN EVIDENZA Vita Cittadina

Auto e moto d’epoca: a spasso nel ‘900 a bordo delle «Veterane»

A spasso nel ‘900 a bordo delle «Veterane» è il titolo che docenti ed alunni della scuola «Giulio Cesare» (IC Commenda) hanno deciso di attribuire ad un singolare percorso didattico intrapreso col Club Auto e Moto d’Epoca di Brindisi (CAMEB) e presentato presso lo stesso Istituto scolastico durante una conferenza stampa (foto). Il progetto prende spunto dalla celebrazione in tutta Italia, domenica 16 ottobre, della Giornata Nazionale del Veicolo d’Epoca, iniziativa promossa da ASI: il patrimonio tecnico e culturale del motorismo storico italiano non ha pari al mondo, per questo deve essere sempre più tutelato, divulgato e sviluppato. Inoltre, la passione che anima questo grande movimento genera un indotto economico che è secondo solo al calcio: il motorismo storico è una vera e propria «industria sociale», capace di coinvolgere gli ambiti più disparati del quotidiano individuale.

A partire con l’indotto diretto, rappresentato da tutta la filiera professionale che gravita intorno ai veicoli storici con gli addetti dei vari comparti: restauro, carrozzeria, meccanica, selleria, ricambistica, editoria. Ma c’è anche un corposo indotto indiretto nel quale rientrano, ad esempio, tutte le attività legate al turismo, all’accoglienza, alla cultura, all’enogastronomia. Va poi sottolineato il fondamentale apporto solidale delle iniziative promosse dal motorismo storico: sono davvero numerose le attività di club e associazioni di questo settore che hanno come obiettivo raccolte fondi o aiuti diretti destinati a enti che operano nel sociale.

In questo contesto, l’Automotoclub Storico Italiano è rappresentato sul territorio della provincia di Brindisi dal CAMEB – club costituito da Tommaso Carbini (foto) 30 anni fa con Giuseppe Arganese, Alessandro Corso, Filippo Danese, Oronzo D’Angela, Giovanni Lanzillotti, Giampiero Martella, Antonio Mitrugno, Leonardo Nannavecchia, Vincenzo Pati, Francesco Ruggiero (questi i consiglieri dei primi anni) – che ha ricoperto dall’origine un ruolo primario nel panorama motoristico storico grazie alle numerose ed originali start up del settore, iniziative territoriali e nazionali ideate da Tommaso Carbini (scomparso il 31 gennaio scorso).

Oggi il testimone è passato a Lionella Carbini, figlia del fondatore che anche per ricordare l’infinita passione del papà per i motori, lo sport e tutto ciò che rappresenta cultura ha inteso offrire questo singolare spettacolo alla collettività ed ai giovani allievi dell’Istituto scolastico in particolare. Questi ultimi, per comprensibili limitazioni anagrafiche, non hanno potuto vivere in prima persona i decenni dal 1940 al 1990 ma hanno deciso comunque di documentarsi con gli insegnanti di italiano e tecnologie per narrare evoluzione tecnica, sociale, contesti politici caratterizzanti il XX secolo adottando i mezzi d’antan a testimonial del periodo.

CAMEB è il riferimento del motorismo storico a Brindisi e provincia dal 1992, anno della sua fondazione, e con l’istituzione della Giornata Nazionale del Veicolo d’Epoca con ASI mobilita gli appassionati presenti sul territorio realizzando eventi culturali, sociali e di intrattenimenti rivolti soprattutto al pubblico e alle generazioni più giovani. In occasione della Giornata Nazionale del Veicolo d’Epoca, CAMEB e scuola media «Giulio Cesare» vogliono raccontare la storia del motorismo, con l’obiettivo di far conoscere e comprendere quanta cultura c’è in questo settore.
La manifestazione prevede l’arrivo dei partecipanti al raduno dalle ore 9.00 col seguito presso la scuola con le operazioni di verifica e punzonatura e disposizione dei veicoli sui piazzali.

Dalle ore 9.30 il pubblico potrà iniziare a visitare l’esposizione tra lo scintillio delle modanature cromate delle carrozzerie e delle ruote a raggi. Il pubblico potrà ammirare auto e moto nazionali ed estere tra cui Bianchi, Autobianchi, Guzzi, Lambretta, Alfa Romeo, Fiat, Innocenti, Jaguar, Lancia, Maserati, MG, Piaggio, Porsche, Volkswagen d’antan (quelle al momento in cui scriviamo prenotate). Seguirà la presentazione al pubblico del progetto didattico «A spasso nel ‘900 a bordo delle Veterane» a cura dei ragazzi coinvolti dagli insegnanti nell’iniziativa e la esibizione degli atleti che praticano Taekwondo. Dalle ore 12.30 poi gli equipaggi si trasferiranno a bordo delle classiche alla volta della località turistica di Specchiolla in agro di Carovigno presso l’Hotel Ristorante Belvedere per il pranzo sociale. I partecipanti al pranzo conviviale – durante il quale avverrà altresì iniziativa solidale di raccolta fondi per progettualità sociali – dovranno effettuare la prenotazione direttamente al ristorante (info prenotazione pranzo e modalità di pagamento al n. 335.7008554).

(Visited 227 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com