Manuela BuzzerraAutore: IN EVIDENZA Qui Manuela Rubriche

Verso la fase dei saldi ma con un invito: comprare nella nostra città

Ci siamo quasi. A breve i saldi diventeranno i protagonisti della nostra quotidianità. Perché c’è sempre qualcosa di cui abbiamo bisogno: un paio di scarpe nuove, una borsa, un costume o un altro accessorio da sfoggiare durante le nostre ritrovate serate tra amici. E la frenesia è trasversale, non crediate che riguardi solo le donne: lo shopping è argomento sdoganato anche tra gli uomini. Ma a Brindisi, spesso accade che, ancora prima di capire cosa ci serva, si pensi già che quel qualcosa lo troveremo con indiscussa certezza fuori dalle nostre mura. E poco importa se si tratti di mettersi in auto, sfidando il caldo, la calca e il traffico per approdare a Lecce o se ci sentiamo più coraggiosi, visto la maggiore distanza, a Bari. Eh sì, se shopping dev’essere, per il brindisino medio non sarà nella propria città. Ma quanti preconcetti! Quante idee ammuffite e cristallizzate in certe menti. Cari signori, prima di valutare la scomoda e abituale idea di andare a fare acquisti in altri comuni, prendete la vostra auto o, meglio, fate una passeggiata a piedi o in bici, sempre che lo shopping non debba essere sfrenato, e visitate i tanti negozi di cui la città è piena. Come dite? «Non ci sono negozi a Brindisi»? Nulla di più falso: la nostra città è piena di attività di ogni genere, dall’abbigliamento, alle sartorie artigianali, agli accessori, ai prodotti per arredare le nostre case. Troverete esercizi commerciali ovunque non solo nel centro cittadino dove, peraltro, è un piacere passeggiare, ma anche nei vari quartieri in cui operano commercianti professionali e molto disponibili ad accontentare il cliente più esigente.
Ci sono vie della città in cui storiche boutique vendono abiti appropriati a ogni occasione, negozi sportivi, di intimo e di qualsiasi cosa si abbia bisogno. Brindisi la facciamo noi, siamo noi a determinare cosa sia la nostra città. Smettiamola di vedere l’oro lontano dalle nostre mura: non è campanilismo immotivato, bensì un’analisi chiara di ciò che ogni bravo cittadino dovrebbe fare, anche perché sarebbe vantaggioso per tutti, clienti compresi.
Dobbiamo abbandonare questo masochistico modo di pensare, ossia che a Brindisi non si trovi mai nulla di buono. Vi esorto quindi ad avere fiducia in ciò che vi dico, a non lasciarvi andare alle solite vecchie chiacchiere da bar. «Provare per credere» diceva un vecchio spot televisivo, ecco, mi pare che queste parole possano fare al caso nostro. Sono certa che i commercianti nostrani sapranno accontentare le vostre esigenze e lo faranno con il loro consueto garbo. Io compro a Brindisi. E voi?
Manuela Buzzerra (Rubrica QUI MANUELA – Agenda Brindisi 9 luglio 2021)

(Visited 128 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com