Antonio CelesteAutore: Basket IN EVIDENZA Sport

La «boutade» del ritorno a Brindisi del playmaker Darius Thompson

(a .c.) – Per completare il roster dell’Happy Casa Brindisi e «disegnare» lo starting-five manca una pedina di fondamentale importanza per gli assetti tecnico-tattici della squadra di coach Frank Vitucci: il playmaker. Una scelta condizionata da una serie di fattori, a cominciare dalle qualità e dalle caratteristiche della figura che il direttore sportivo Simone Giofrè sta focalizzando, tenendo naturalmente conto della compatibilità con il gruppo già costruito. E non può essere una scelta casuale, specie dopo la negativa esperienza fatta l’anno scorso con Josh Perkins. La squadra andrà in ritiro a Campobasso il 25 agosto, ma non è certo che il nuovo «regista» titolare venga individuato prima di quella data. Anzi, potrebbe arrivare nelle settimane successive perché esistono regole di mercato (sovente non scritte) che disciplinano movimenti e accordi, incidendo sensibilmente sui parametri economici. Una articolata premessa per parlare di una fragilissima ipotesi sia per le legittime aspirazioni dell’interessato che per ragioni economiche. I tifosi sognano il ritorno in biancoazzurro di Darius Thompson e qualcuno sostiene che la realtà, contrattualmente intesa, non è impossibile scrivendo (BrindisiMagazine) che la società «ha presentato un’offerta all’entourage del giocatore». Non solo: «Il Baskonia però ci mette lo zampino: la loro offerta sarebbe di poco superiore a quella della coppia targata Vitucci-Giofrè».

Non una ipotesi, dunque, ma una notizia in piena regola, che presuppone che qualcuno abbia dato informazioni precise al giornalista: Ma chi? Lo stesso Thompson? Il suo procuratore (attualmente Darius è free-agent)? La società del presidente Nando Marino e chi in particolare? E allora verifichiamo! Il cellulare di Simone Giofrè squilla pochi istanti dopo l’arrivo del diesse biancoazzurro a Milano. Il botta e risposta si conclude con un lapidario: «Preferisco non commentare». Cogliamo anche un tono ironico, riferito alla fondatezza della notizia e alle relative fonti, ma è una nostra impressione, forse sbagliata. Le ragioni personali per le quali Darius potrebbe tornare a Brindisi, come tutti sappiamo, sono o sarebbero soprattutto di carattere familiare avendo sposato la brindisina Chiara Pacifico, ma quelle professionali lo riportano alla ineludibile realtà di un bivio di grande portata continentale: Zalgiris Kaunas e Saski Baskonia. Lituania o Spagna? Lo scopriremo nei prossimi giorni. Nel frattempo, poiché sognare non costa nulla, i tifosi biancoazzurri possono leggere e rileggere la notizia di BrindisiMagazine … e commentarla pure! Per archiviare questa «boutade» e completare il nostro lavoro, secondo consolidate logiche di verifica giornalistica, abbiamo sentito telefonicamente anche il primo tifoso dell’Happy Casa, Nando Marino: «Darius Thompson a Brindisi? Bello e impossibile». Parola di presidente!

Le foto di Darius Thompson sono di Maurizio De Virgiliis

(Visited 1.544 times, 1 visits today)
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com